CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • 98 Replies
  • 8893 Views

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: August 23, 2010, 11:15:08 AM
Da Fb: MJ4JUSTICE - Event Planning Page:

08/23/2010 : we will meet on ustream at 1pm EST and have live updates from the courthouse!

http://www.ustream.tv/channel/conrad-mu ... k-in-court

Da Facebook, pagina di MJ4JUSTICE:

23/08/2010: SEGUIAMO IN DIRETTA L'UDIENZA DI CONRAD MURRAY DAL PALAZZO DI GIUSTIZIA IN USTREAM cliccando sul link.

CON IL LINK SEGUENTE POSSIAMO CONOSCERE L'ORARIO CORRISPONDENTE PER OGNI CITTA'
(a Roma h. 22:00)

http://www.timeanddate.com/worldclock/f ... c=0&p1=179


 ;)
« Last Edit: December 31, 1969, 07:00:00 PM by Guest »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: August 24, 2010, 05:57:54 AM
http://www.libero.it

Martedí 24.08.2010

"Un giudice di Los Angeles ha fissato per il 4 gennaio l'inizio delle udienze preliminari nella causa intentata contro il medico personale di Michael Jackson, Conrad Murray, accusato di omicidio colposo.

Le audizioni, in cui verranno per la prima volta ascoltati i dettagli delle accuse contro il medico, dovrebbero durare due o tre settimane, dopodiché il giudice Michael Pastor deciderà se fare un processo per stabilire la responsabilità  di Murray nella morte del 're del pop'.

Il dottor Murray, 57 anni, lunedi' si e' presentato nuovamente in tribunale, al cui ingresso lo aspettavano un gruppo di una ventina di fan dell'artista (che sventolavano uno striscione con su scritto "Giustizia per MJ") e anche alcuni membri della famiglia Jackson, tra cui la madre e il padre del cantante, Katherine e Joe.

Murray ha ammesso di aver somministrato a M. Jackson una dose di un potente anestetico, il propofol, usato come sedativo prima della morte, nella sua casa di Los Angeles, ma si e' dichiarato non colpevole ed e' stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 75mila dollari.

 L'inizio del processo era previsto per ottobre, ma il giudice ha deciso di posporre a gennaio le udienze per dare più tempo alle parti per preparare le loro tesi. Il team di legali che lo difendono ha chiesto lunedi' il permesso di riesaminare tre campioni di materiale prelevato da siringhe e da una flebo intravenosa.

Michal Jackson morì il 25 giugno del 2009 a causa di un micidiale cocktail (propofol, sedativi, antidolorifici e farmaci vari) che prendeva sotto la supervisione di Murray per combattere l'insonnia. Il giudice all'inizio dell'anno ha deciso di lasciare la licenza professionale a Murray, una decisione contestata ma presa -ha spiegato il magistrato- perché lui non ha l'autorità di sospenderla".

 :roll:
« Last Edit: December 31, 1969, 07:00:00 PM by Guest »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: January 04, 2011, 01:15:30 PM
http://www.intopic.it/forum/musica/mich ... son/75013/:

"Ci siamo. Parte oggi a Los Angeles il processo all’unico imputato della morte di Michael Jackson, il medico Conrad Murray.
Tra i presenti in tribunale anche Kenny Ortega, produttore e regista di This is it, il tour che avrebbe dovuto portare Jackson in Europa. Ortega è considerato un personaggio chiave per l’accusa poiché avrebbe affermato in passato che il cantante era in buone condizioni di salute.
Assente invece il figlio maggiore del cantante, Prince Michael, mentre Thomas Mesereau, l’avvocato che difese il Re del Pop dalle accuse di molestie sessuali su minori, ha dichiarato ai media americani che Michael non aveva nessuna tendenza suicida.

Oggi alle ore 09.00 di Los Angeles, LE ORE 18.00 IN ITALIA, Conrad Murray tornerà nell’aula di tribunale in cui si dovrà decidere se ci sono sufficienti prove contro di lui per processarlo con l’accusa di omicidio colposo ai danni di Michael. Ieri l’avvocato Thomas Mesereau è apparso in tv criticando aspramente la scelta del team di difesa di Murray orientato a enfatizzare la possibilità che Michael POSSA AVER ACCIDENTALMENTE UCCISO SE’ STESSO nel tentativo di autosomministrarsi il Propofol in un momento di forte frustrazione per la sua ostinata insonnia. Mesereau ha fatto capire quale sarà il solito atteggiamento riservato a Michael non solo dalla difesa di Murray, ma anche dai media: nonostante, ANCORA UNA VOLTA, Michael SIA LA VITTIMA, è lui che cercheranno di processare, piuttosto che quel “dottore” assassino. Prepariamoci a contrastare l’ennesima distorsione dei fatti che verrà tentata, dobbiamo unirci tutti insieme per far prevalere LA VERITA’ anche stavolta.
Il gruppo mj4justice seguirà l’udienza sul canale Ustream al quale è possibile accedere attraverso questo link:

http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A ... Los2gfPS-Q
 :roll:
« Last Edit: December 31, 1969, 07:00:00 PM by Guest »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: January 09, 2011, 07:49:09 AM
http://www.youtube.com/watch?v=s8U6BXFR ... r_embedded

...Nel mese di dicembre su TMZ è apparsa per pochi minuti una notizia in "Exclusive" in cui si comunicava che  Michael non è morto e che si troverebbe in  Neverland.
Poco dopo la notizia è scomparsa, la redazione ha informato il suo rincrescimento per un errore,la notizia riguardava un attore - Morgan Freeman -  morto pochi mesi fa.
Ma in un attimo hanno avuto 777 commenti.
....MJ aveva tre 7 su una camicia.....
E comunque....cosa c'entrava Neverland con il Freeman??
Sembrano...."prove tecniche di trasmissione"..... :roll:  ;)
« Last Edit: December 31, 1969, 07:00:00 PM by Guest »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: February 05, 2011, 12:46:54 PM
Processo Jackson: Conrad Murray SI Colpevole DiChiara non
Il dibattimento Caricamento dell'inchiostro uno fine marzo

2011/01/26 [/ b] - Nell'ultima udienza Preliminare del Processo per l'OMICIDIO colposo di Michael Jackson, l'imputato, il dottor Conrad Murray, SI e dichiarato Colpevole Ieri non. Il [/ b] Processo di vero e proprio "inizierà il 28 marzo, a Los Angeles. "SONO UN uomo innocente, mi dichiaro certamente non Colpevole", ha Detto Murray in tribunale. Le procedure del dibattimento SONO alquanto Veloci, in Caso NB Tutti gli ingredienti. Sia la Pubblica accuse Che la Difesa SI SONO Position Pronte ad iniziare NELLA STABILITA dati. Lunedì 7 febbraio [/ b] CI SARÀ un'altra udienza preparatoria. Murray e accusato di Aver somministrato una Jackson, Senza le dovute precauzioni, la dose di anestetico potentissimo UNA Letale di Nazioni Unite.

Fonte: <!-- m -->http://musiclink.it/dettaglio_v2.php?se ... e&id=15358<!-- m -->

 ;)
« Last Edit: October 17, 2011, 09:27:57 AM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 16, 2011, 07:50:32 AM
 [blink]UDIENZA 1 GIORNO 27/09/2011[/blink]
 
David Walgren - Dichiarazione di apertura del procuratore
Il Procuratore David Walgren ha consegnato la dichiarazione di apertura, con una grafica di quello che sembra essere il corpo di Michael Jackson su una barella.
Michael Jackson ha riposto fiducia per la sua vita alle competenze mediche del dottor Murray ed è stato una fiducia "mal riposta" .
La causa della morte è stata una dose eccessiva di Propofol, amministrata dal Dr. Murray
Si rivelerà che Conrad Murray ha ripetutamente agito con negligenza e incompetenza
Walgren ha spiegato che Murray avrebbe ottenuto 150 mila dollari al mese, non $ 5000000 come Murray avrebbe chiesto per tutta la durata del tour "This Is It".
Murray ha preso accordi con una farmacia per l'acquisto di grandi quantità di Propofol su base regolare
Murray ha mentito al farmacista dicendo che aveva una clinica di Santa Monica, quando non la possedeva.
Il 10 maggio 2009, Murray fatto una registrazione vocale sul suo iPhone ... la registrazione di MJ mostra fortemente che sia sotto l'influenza di "agenti sconosciuti" con Murray seduto lì. Essa mostra che Murray conosceva lo stato di Michael e quello che stava facendo al cantante.
Nelle settimane prima della morte di MJ, aveva freddo, brividi, escursioni termiche, ma Murray ha continuato a dargli Propofol, e Kenny Ortega testimonierà che MJ non stava chiaramente bene.
È tenuta una riunione a casa di Michael il 20 maggio 2009 con Kenny Ortega, Murray, MJ e altri. Murray rimproverò Ortega per aver espresso le preoccupazioni circa la sua salute, dicendo che lui era il medico, aggiungendo, che Michael stava fisicamente ed emotivamente bene. " Io sono il dottore. "
Il giorno in cui MJ è morto, all' 01:00, MJ aveva finito le prove e Murray ha trascorso la notte nella casa - come faceva ogni sera da 2 1 / 2 mesi - al fine di farlo dormire con il propofol.
Walgren ha riconosciuto quello che TMZ ha riferito quasi fin dall'inizio che Michael è morto nel suo letto - ed era clinicamente morto quando i paramedici sono arrivati.
Murray faceva SMS e telefonate mentre era seduto con MJ. Ha fatto 8 telefonate, l'ultima alle 11:51 ad una ragazza, sino a quando Murray aveva capito che c'era un'emergenza.
Murray chiama la guardia del corpo Alberto Alvarez e dice che Michael Jackson aveva avuto una "reazione negativa".
Murray istruisce Alverez essenzialmente per nascondere le prove in una busta blu per nascondere la prova della dose mortale, mettendo la bottiglia di Propofol che era appeso nello stand IV - Walgren implica che la bottiglia aveva la dose fatale.
Il 911 è stato chiamato alle 12:20. E Walgren dice, quando i paramedici sono arrivati, MJ era morto.
Murray non ha mai detto ai paramedici di aver dato Propofol a MJ, anche se hanno chiesto quali farmaci Murray aveva somministrato
I paramedici hanno pronunciato MJ morto, ma lui ha insistito che doveva essere trasportato all' UCLA .
I Medici dell'UCLA chiedono a Murray quali farmaci avesse dato a MJ, ma Murray non ha mai menzionato il Propofol .
Due giorni dopo la morte di Michael Jackson, Murray ha incontrato i detective della polizia di Los Angeles, e confessa che stava dando dosi notturne di Propofol a MJ ogni giorno per più di 2 mesi per metterlo a dormire. Questa è la prima volta che Murray ha confessato l'utilizzo del Propofol.
MJ ha detto Murray verso le 5:00 di aver bisogno di dormire e hanno deciso che il Propofol era la risposta. Murray ha detto di aver dato a MJ 25 milligrammi di Propofol, ma che avrebbe dormito solo per qualche minuto. L'accusa sostiene che il Propofol somministrato era molto di più.
Il dottor Murray non stava lavorando per il bene di Michael Jackson e trattandolo con un adeguato livello di cure mediche. Stava lavorando per $ 150.000 al mese.
Murray ha spiegato ai poliziotti che si recò in bagno per urinare, è tornato 2 minuti dopo per scoprire che MJ non respirava. I pubblici ministeri dicono che si chiama "ABBANDONO", lasciando un paziente da solo abbandonato dal medico.
Il procuratore dice che Murray era al telefono per 45 minuti dopo aver somministrato ad MJ il Propofol
Conrad Murray ha agito con colpa grave e non agendo negli interessi di MJ nonostante lavorasse per 150.000 $ al mese!
Ed Chernoff - Dichiarazione di apertura della Difesa.
 
L'avvocato del dottor Conrad Murray Ed Chernoff dice alla giuria cosa ha causato la sua morte di Michael Jackson.
 
Chernoff dice l'evidenza che mostra che MJ ha inghiottito 8,2 mg di pillole Lorazepam.
E Chernoff dice che MJ si è auto-iniettato una dose di propofol che ha creato una "tempesta perfetta" che lo ha ucciso.
Non c'era modo di salvare MJ. E 'morto sul colpo.
Chernoff ha detto alla giuria che come TMZ ha riportato l'anno scorso al centro della difesai è la morte di Michael, non il caso del Dr. Murray.
Chernoff ha anche detto che MJ "aveva un problema" che nessuna determinazione può superare, anche con il suo talento, e senza aiuto non poteva fare il "This Is It" tour - un tour che lo avrebbe portato più denaro di qualunque altro tour prima d'ora.
Così, Chernoff dice che Michael cercò un medico per fare shopping di medicinali.
Il dottor Murray non è il "dottore della star" - è un cardiologo che salva la vita.
La difesa metterà alcuni dei pazienti del dottor Murray sul banco per mostrare il suo livello di cura. Voleva comprare le prescrizioni per le persone che non potevano permetterselo e in genere vanno ben al di sopra dello standard di cura che ci si aspetta da un medico - che contraddice i pubblici ministeri che lo chiamano avido e sconsiderato. Murray sembrava commuoversi mentre ascoltava Chernoff.
Murray ha curato MJ per diversi problemi, tra cui funghi e un piede rotto.
Chernoff ha detto che Murray non aveva idea in quel momento in che MJ aveva un problema ben più grave. MJ non aveva l'insonnia - aveva "un'assoluta, totale incapacità approfondita nel dormire."
Quando Murray ha incontrato i detective 2 giorni dopo la morte di MJ, ha accuratamente risposto a ogni domanda. E 'stato collaborativo e hanno nascosto nulla. Chernoff dice che Murray ai poliziotti ha detto: "Io non so cosa ha ucciso Michael Jackson. Voglio sapere il perchè".
Michael Jackson ha detto a Murray che l'unico modo che era riuscito a trovare per dormire era usare il Propofol e prendeva sempre Propofol. MJ ha detto a Murray esattamente come doveva essere somministrato. Egli aveva anche un soprannome per il farmaco - il latte. MJ sapeva che la Lidocaina era essenziale nella somministrazione di Propofol per evitare una sensazione di bruciore.
MJ ha detto a Murray che avrebbe usato Propofol, con o senza Murray, in modo che Murray alla fine ha accettato di fornirgli il Propofol.
Il Dr. Murray ha fornito Propofol per 2 mesi a MJ, e in quel periodo il cantante dormiva, si svegliava, e ha vissuto la sua vita - suggerisce che non era colpa della somministrazione del farmaco.
La prova ha intenzione di mostrare che Michael Jackson è morto quando il dottor Murray lo voleva fermare. Murray ha detto poliziotti che credeva che il suo ruolo era quello di trovare un modo per aiutare il sonno di MJ normalmente, invitandolo a dimuire il dosaggio di Propofol.
In altre parole, Murray stava cercando di 'svezzare' MJ dal Propofol e dargli altri sedativi più tradizionali. E, il 22 giugno, 3 giorni prima della morte, Michael ha accettato di lasciare che Murray cercasse di evitare il Propofol. E in quel giorno Murray ha dato a MJ metà del Propofol che di solito somministrava. E ha funzionato. MJ dormiva.
Il 23 giugno, Murray ha vietato a Mj il Propofol, dandogli invece altri farmaci.
E, il giorno in cui MJ è morto, il piano non era quello di dargli del Propofol. Infatti dette altri sedativi. È per questo che nella registrazione, MJ supplica di dargli il Propofol. È per questo che Murray gli ha dato altri farmaci, invece durante la notte.
Chernoff dice che MJ aveva diversi "tratti della personalità."
Continuava ad avere diverse personalità nella vita separati l'una dall'altra.
Chernoff presenterà un esperto di dipendenza, che testimonierà che il DR. ARNOLD KLEIN RESE DIPENDENTE MICHAEL JACKSON al DEMEROL.
Era totalmente drogato 5 giorni prima della morte di Michael Jackson, i rappresentanti di AEG e altri avevano avuto un incontro a casa di MJ e parlato di "staccare la spina" al Tour. E, successivamente, MJ rese chiaro a Murray che aveva bisogno di dormire o il tour sarebbe andato in fiamme.
Chernoff insiste che Murray ha dato solo 25 milligrammi di Propofol poco prima che MJ è morto - e questo non è sufficiente per ucciderlo. Chernoff dice che MJ voleva dormire, e Murray ha controllato il polso - che era buono.
Murray si sedette a guardare e lasciò la stanza "solo quando era a suo agio."
Questa potrebbe essere la chiave del caso - Murray ha abbandonato MJ lasciando la stanza?
Chernoff dice che quando Murray ha lasciato la stanza "non c'era Propofol nel suo sistema [Michael]". Naturalmente, ciò che Chernoff sta sostenendo è che Michael allora si è autosomministrato la dose fatale.
Chernoff è tornato a rilanciare che la difesa mostrerà che le somministrazioni di Murray non potevano causare la morte di Michael.
La scienza proverà che ci doveva essere molto più Propofol nel sistema di MJ dopo che il dottor Murray ha lasciato la stanza.
La difesa dice che il contenuto dello stomaco di MJ aveva 4 volte la quantità di Lorazepam superiore nel suo sangue, il che significa che Michael avrebbe dovuto ingoiare il farmaco stesso, dopo che Murray lasciò la stanza.
Kenny Ortega: "C'era qualcosa che non andava in MJ"
Kenny Ortega, coreografo di MJ testimonia.
 
Amico e coreografo di Michael Jackson Kenny Ortega, ha appena preso la parola per l'accusa - sostenendo che Michael fosse malato nei giorni precedenti alla sua morte ... e il Dr. Murray lo rimproverò quando espresse la sua preoccupazione.
 
Ortega - ideatore e regista di "This Is It" - dice Michael era "molto eccitato" sulla manifestazione.
Ortega ha detto che a metà e fine giugno 2009 Michael è mancato da diverse prove.
Venerdì 19 giugno, Ortega ha notato che Michael "non stava bene" e che qualcosa stava accadendo. Ortega ha detto che "era tormentato». Ha detto Michael sembrava perduto ed era "incoerente".
Ortega dice che si è seduto con Michael, mentre guardava le prove - Michael sfregava i piedi perché il cantante era gelato. Michael ha lasciato le prove molto presto quel giorno.
Ortega dice che era così preoccupato per Michael, che ha inviato un'email al Presidente di AEG Live Randy Phillips - l'email diceva che Michael aveva bisogno di aiuto psicologico.
 
 
Traduzione della lettera che Ortega scrisse a Randy Phillips:
 
“Randy,
farò tutto ciò che posso per essere di aiuto in questa situazione, se tu hai bisogno che io venga a casa (sua), fammi semplicemente una telefonata in mattinata. La mia preoccupazione è, ora che abbiamo portato dentro il dottore e siamo stati severi, ora o mai più dobbiamo preoccuparci del fatto che l'artista possa risultare non all'altezza della situazione per problemi emotivi. È apparso molto debole e affaticato questa sera. Aveva dei fortissimi brividi, tremava, era sconclusionato ed ossessivo. Tutto mi dice che lui dovrebbe essere analizzato psicologicamente. Se abbiamo qualche possibilità di farlo riprendere è proprio quella di prendere un bravo terapista che lo sostenga in tutto questo oltre ad un immediato nutrimento fisico. Mi è stato detto dal nostro coreografo che durante la prova costumi con il suo stilista stasera hanno notato che sta continuando a perdere peso. Per quello che posso dire io, non c'è nessuno che si stia assumendo la responsabilità di (prendersi cura) di lui quotidianamente. Dov’era il suo assistente stasera? Stasera io gli ho dato da mangiare, avvolto in coperte per placare i suoi brividi, massaggiato i piedi per calmarlo e chiamato il suo dottore. C'erano 4 guardie del corpo fuori alla sua porta ma nessuno che gli abbia offerto una tazza di tè caldo. Alla fine, è importante che questo lo sappiano tutti, io credo che lui questo lo voglia davvero. Se noi staccassimo la spina, ne sarebbe distrutto, gli si spezzerebbe il cuore. E’ terribilmente spaventato che gli venga portato via. Stasera mi ha chiesto più volte se io avevo intenzione di abbandonarlo. Stava praticamente implorando la mia fiducia. Questo mi ha spezzato il cuore. Era come un ragazzino smarrito. Ci può essere ancora una possibilità che lui possa essere all'altezza della situazione se gli diamo l’aiuto di cui ha bisogno.
Cordiali saluti,
Kenny”.
 

Ortega dice di essere stato rimproverato da Murray durante una riunione a casa di Michael il 20 giugno. Ortega disse a Murray che era sconvolto e non lo lasciò provare, Murray lo rimproverò per aver agito come un medico (video sotto).
Ortega dice che il 23 giugno, appena quattro giorni dopo che Michael era malato, è venuto alle prove pieno di energia. Ortega ha detto che "si trattava di un Michael diverso."
Il 25 giugno, Ortega ricevuto una telefonata da AEG Live Co-CEO Paul Gongaware dicendo che un'ambulanza aveva trasportato Michael in ospedale. Paul chiamò più tardi Ortega e gli disse "lo abbiamo perso".
Durante l'esame incrociato, Ortega ha detto all'avvocato difensore Ed Chernoff, che Murray era responsabile della salute di Michael e lo ha portato alla sua morte.
Alla domanda se pensava che Michael stava abusando di farmaci, Ortega ha detto di sì.
Ortega ha detto che dal 19 giugno, Michael "è scomparso per circa una settimana."
Ortega viene dimesso dai soggetti richiamati.
 
AEG Live Co-CEO: "Michael ci chiese altri 21 Show"
 
Paul Gongaware - AEG Live Co-CEO Testimonia
 
Paul Gongaware, AEG Live Co-CEO ha appena preso la parola ...raccontando ai procuratori che Michael è stato colui che chiese ulteriori 21 date dello show.
 
Gongaware sostiene che dopo che i primi 10 spettacoli furono sold out quasi istantaneamente Michael volle aggiungere altri 21 portando il totale a 31.
Gongaware dice che Michael era ossessionato dall'idea di battere il record di Prince di dei 21 show all'O2 Arena.
Ha detto che anche dopo il sold out di 50 spettacoli, c'erano ancora 250.000 persone in attesa per i biglietti.
 
[blink]UDIENZA 2 GIORNO 28/09/2011[/blink]
 
Paul Gongaware - AEG Live Co-CEO Testimonia
 

Paul Gongaware ha preso la parola anche oggi - sostenendo che il dottor Conrad Murray ha richiesto uno stipendio astronomico per i suoi servizi a MJ.
 Gongaware ha detto che fu Michael che gli ha chiesto di assumere il dottor Murray ... ma Murray chiedeva $ 5 milioni, che era una cifra troppo alta.
Ma Michael ha insistito che voleva Murray così lo chiamò di nuovo e questa volta gli ha offerto 150 mila dollari al mese - secondo le istruzioni di MJ.
 Paul ha anche detto all'avvocato difensore del Dr. Murray che aveva indagato su qualsiasi uso possibile di farmaci da MJ, dicendo che notò un "discorso strano" di Michael durante le loro interazioni.
["Il mio corpo è una macchina ed ha bisogno di sostanza per andare avanti.."]
 
Kathy Jorrie Portavoce dell'AEG Testimonia
 

L'avvocato dell'AEG Kathy Jorrie ha appena ha preso la parola.  Jorrie è stata colei che ha redatto il contratto tra la AEG, il Dott. Murray e Michael Jackson.
 
Jorrie ha testimoniato che Murray chiese una macchina per la rianimazione per MJ, durante le esibizioni di Londra.
 
Jorrie ha detto ai procuratori che il dottor Murray ha avuto problemi con una parte del contratto, dicendo che voleva farsi pagare il suo canone mensile di 150.000 $, anche mentre il "This Is It" era in pausa.
Il Dott. Murray ha anche chiesto una macchina per la rianimazione nel contratto. Quando Jorrie gli chiese del perché ne avrebbe avuto bisogno, Murray rispose che data l'età di MJ e la natura estenuante dello show non voleva correre rischi.
Jorrie dice che ha parlato con Murray il 24 giugno. Murray aveva detto di aver visto Michael eseguire le prove e che era in "perfetta salute". Questo è avvenuto un giorno prima di morire.
Ha anche detto che il contratto non è mai stato firmato da tutte le parti, e nessun pagamento è stato effettuato a Murray da AEG.
 
DOCUMENTO: Il contratto NON firmato da Michael per l'assunzione del Dott. Conrad Murray
 
Michael Amir Williams - Assistente personale di Michael Jackson. La voce di Murray nel panico.
 
L'assistente personale di Michael Jackson, Michael Amir Williams ha appena preso la parola - il procuratore ha mostrato alla giuria il messaggio di panico del Dott. Conrad Murray registrato sulla segreteria, lasciato sul telefono di Williams il giorno in cui MJ è morto.
 

Williams ha detto che nessuno - diverso da Michael e i figli - era consentito salire al secondo piano della casa, se non specificatamente richiesto perché MJ difendeva la sua privacy.
Williams ha anche detto che MJ era di buon umore la sera del 24 giugno 2009 ... Ha detto che le prove erano state "incredibili".
Dopo averlo riaccompagnato a casa se ne è andato.
Il giorno dopo, Williams ha ricevuto un messaggio alle 12:13 PM di Murray nel panico che diceva: "Richiamami subito!" ... Quando ha richiamato di nuovo, Murray gli ha detto che MJ aveva avuto una "reazione negativa" ... e di "far venire qualcuno qui subito".
Quando arrivò, la prima cosa che vide fu MJ trasportato in barella. Dice che Murray sembrava "frenetico".
Williams ha detto che dopo aver appreso della morte di Michael, Murray si avvicinò a lui e gli ha detto che c'erano "alcune creme che Michael non desiderava che il mondo conoscesse." Murray gli ha chiesto di accompagnarlo a casa in modo da poter recuperare la "crema".
Dopo aver controllato e avvisato la guardia di sicurezza di MJ, Faheem Muhammad, i due hanno deciso di non lasciare rientrare a casa Murray .
Williams ha detto che era "normale" avere bombole di ossigeno in casa di MJ.
 
 Williams ha detto ad Ed Chernoff che non ha mai detto alla polizia nulla sulla "richiesta strana" di Murray fino a due mesi dopo la morte di Michael.
Williams ha detto a ED Chernoff che il Dr. Murray non gli ha mai chiesto di chiamare il 911.
Williams ha testimoniato di aver visto Michael parlare "più lento" dopo l'uscita dallo studio del dottor Arnold Klein - in cui la difesa ha dichiarato che Michael fosse sotto l'effetto del Demerol.
Bodyguard di MJ: Prince & Paris hanno visto tutto
Faheem Muhammad, guardia del corpo di Michael Jackson Testimonia
 
Il capo delle sicurezza di MJ, Faheem Muhammad, testimonia che Prince e Paris hanno assistito alla scena di Conrad Murray mentre cercava disperatamente di rianimare il padre la mattina in cui è morto e li dovette allontanare dalla scena.
 
Muhammad ha testimoniato che Paris era "per terra, ranicchiata a piangere", e Prince "era sotto shock e piangeva lentamente."
 
Muhammad afferma che Jackson sembrava morto quando è arrivato sulla scena - e quando ha notato Prince e Paris sulla porta, li portò al piano di sotto.
 
Muhammad dice che quando ha sentito Murray chiedere se qualcuno sapesse fare la CPR - il suo collega, la guardia del corpo Alberto Alvarez si precipitò ad aiutarlo.
 
Una volta che MJ è stato dichiarato morto, l'assistente di MJ, Michael Amir Williams gli trasmise la richiesta di Murray nel voler tornare a casa per recuperare la "crema" -allora entrambi si misero d'accordo nel non lasciare Murray tornare di nuovo in casa.
 
Muhammad ha inoltre affermato che MJ visitava il Dott. Arnold Klein più volte alla settimana e spesso usciva "un po' alticcio" - ma non ha mai spiegato il motivo.
Secondo Muhammad, MJ una volta gli disse: "Devi pensare che sono pazzo per andare tutti i giorni dal dottor Klein".
Il dottor Conrad Murray è stato catturato in video mentre aspetta con ansia nella sala d'attesa all'UCLA Medical Center ... dopo che Michael Jackson è morto il 25 giugno 2009 ... il filmato è stato appena presentato in tribunale.
I procuratori sostengono che il nastro mostra Murray lasciare l'ospedale intorno alle 4:36 PM in quel giorno - due ore dopo che MJ è stato dichiarato morto.
 
La difesa ha controbattuto l'affermazione - e ha mostrato le immagini aggiuntive - che sembrano mostrare Murray in ospedale intorno alle 05:00 PM (si noti l'orario sul filmato).
[blink]UDIENZA 3 GIORNO 23/09/2011[/blink]
Alberto Alvarez, guardia del corpo di MJ: "Murray mi chiese di rimuovere le fiale"
La guardia di sicurezza di Michael Jackson, Albero Alvarez, l'uomo che chiamò il 911 il giorno in cui il cantante è morto, ha appena preso la parola, sostenendo che Murray gli chiese di rimuovere più fiale di Propofol, prima di chiamare l'ambulanza.
 

Alvarez afferma di essere subito arrivato sul posto il 25 giugno 2009 - e vide che Murray effettuava compressioni toraciche su MJ con una sola mano, ed il cantante era ancora nel letto. Secondo Alvarez, Murray gli chiese immediatamente di raccogliere più fiale e una sacca endovenosa.
 
Alvarez afferma che c'erano due sacche con una soluzione salina attaccate allo stand per le flebo, ma Murray si preoccupò solo per quella che conteneva un flaconcino con una "sostanza bianco latte."
 
Alvarez afferma poi che Murray gli ha chiesto di chiamare il 911 - a questo punto l'operatore d'emergenza tramite telefono gli ordinò di spostare Michael dal letto sul pavimento al fine di eseguire la CPR. Secondo Alvarez, i paramedici arrivarono poco dopo.
  L'avvocato difensore Ed Chernoff ha cercato di far ammettere ad Alvarez che potrebbe aver confuso la tempistica degli eventi - ma Alvarez ha insistito ... Murray gli ordinò di mettere le fiale in una borsa PRIMA che arrivassero i paramedici.
 Alvarez dice che gli sono state offerte ingenti somme di denaro per fornire interviste ai media - fino a $ 500.000.
 La difesa ha mostrato le immagini all'interno di una stanza d'ospedale dove è stato trasferito il corpo di Michael Jackson, dopo che il cantante è stato dichiarato morto - e il posto era pieno di poliziotti.
 La Chef di Michael Jackson: "Murray mi pregò di aiutarlo"
Kai Chase chef di Michael Jackson, testimonia
 Kai Chase, la chef personale di Michael Jackson ha appena testimoniato - sostenendo che un frenetico Dr. Conrad Murray le chiese aiuto il giorno in cui MJ è morto, dieci minuti prima che qualcuno chiamasse il 911.
 Secondo Chase, era in cucina a preparare il pranzo per Michael e i suoi ragazzi - e tra le 12:05 e le 12:10 PM Murray corse al piano di sotto urlando "Chiama Prince, chiama aiuto, chiama la sicurezza!"
 Chase mandò Prince dal Dott. Murray e tornò al lavoro.
 Chase ha ammesso di non aver preso contatti con la sicurezza - un punto evidenziato dall'avvocato difensore J. Michael Flanagan.
 Ieri, l'assistente personale di MJ, Michael Amir Williams ha testimoniato ... che Murray lo ha chiamato alle ore 12:13 PM, e Williams ha immediatamente telefonato alla sicurezza, la guardia del corpo di MJ, Alberto Alvarez ha finalmente chiamato il 911 alle 12:21 PM - tra 11 e 16 minuti dopo che Murray avrebbe chiesto a Chase di aiutarlo.
 Mentre Chase stava lasciando il tribunale oggi, abbiamo chiesto se pensava che la sua testimonianza sarebbe stata utile - ci ha risposto: "Assolutamente."
 
[blink]UDIENZA 4 GIORNO 30/09/2011[/blink]
 Bob Johnson - Esperto dispositivi medici Testimonia
 
Un'esperto che costruisce dispositivi medici afferma che l'attrezzatura presumibilmente utilizzata dal Dr. Conrad Murray su Michael Jackson, precedentemente alla telefonata di Alberto Alvarez al 911 - in particolare un dispositivo che monitorizza il battito cardiaco tramite il dito, era sbagliata.
Si chiama 'saturimetro' - e Bob Johnson del 'Nonin Medical Equipment' ha testimoniato oggi ... Murray stava utilizzando un modello sbagliato per il suo lavoro.
 
Bob sostiene che il modello utilizzato da Murray per monitorare MJ non aveva nessun allarme - quindi se qualcosa fosse andato storto, Murray non lo avrebbe mai saputo.
Ex paziente: Il Dott. Murray mi abbandonò
 
Robert Russell - ex paziente del dottor Conrad Murray Testimonia
 
Un ex paziente del dottor Conrad Murray, Robert Russell ha testimoniato... si sentiva come se Murray lo avesse abbandonato quando il medico chiuse improvvisamente la sua clinica a Las Vegas dopo che prese in cura Michael Jackson.
 
Russell sostiene che Murray l'ha operato due volte, tra marzo e aprile 2009 per installare diversi by-pass al cuore, dopo aver subito un attacco cardiaco - e Russell era soddisfatto dei risultati.
 
Ma Russell afferma che è peggiorato - quando Murray annullò due appuntamenti di controllo nel giugno 2009.
 
Russell sostiene che Murray infine lo ha chiamato e lasciato un messaggio vocale alle 11:49 del 25 giugno - circa 30 minuti prima di quello di Alberto Alvarez al 911 - spiegando che avrebbe lasciato il Paese (ascolta sotto).
 
Dopo che Murray aveva annullato gli appuntamenti, Russell sostiene di non aver mai più visto il dottore di nuovo.
 
Paramedico Testimonia: Avremmo potuto salvare MJ
 
Richard Senneff, pompiere e paramedico # 1 Testimonia
 
Uno dei paramedici accorsi per salvare la vita di Michael Jackson al 100 N. Carolwood ha testimoniato ... se Murray avesse chiamato il 911 immediatamente, la vita di Michael Jackson sarebbe potuta essere salvata.
 
Richard Senneff ha detto che Murray gli disse di aver chiamato il 911 appena resosi conto che MJ era in difficoltà, quando in realtà c'è stato un periodo di circa 20 minuti di ritardo.
 
Secondo Senneff, se Murray avesse chiamato in precedenza i soccorsi c'erano buone probabilità che il cuore di Michael potesse essere riavviato.
 
Senneff ha anche affermato che Murray non ha mai menzionato il Propofol mentre era sulla scena - in realtà, spiega Senneff, Murray ha palesemente negato di aver dato a MJ qualsiasi farmaco. Alla fine, Murray ha affermato di aver dato solo un sedativo, il Lorazepam.
 
Senneff ha detto che MJ era già morto quando arrivarono sulla scena - ma hanno cercato di rianimarlo per 47 minuti senza alcun risultato. Murray si rifiutò di farli dichiarare che il paziente fosse morto.
 
Quando tornò all'ambulanza per prendere il suo equipaggiamento, Senneff ha detto di aver visto Murray raccogliere "oggetti" dal pavimento.
 
Paramedico # 2: Murray aveva mentito sulle sacche endovenose
 
Martin Blount - Pompiere / Paramedico # 2 Testimonia
 
Il secondo paramedico che si precipitò a rianimare Michael Jackson sulla scena, sostiene che il dottor Murray lo informò che le sacche endovenose contenevano solo una soluzione salina innocua.
 
Secondo Martin Blount, Murray ha insistito che la soluzione salina era stata usata perché MJ era "disidratato" dopo una prova generale di 16 ore del giorno precedente.
 
Blount sostiene che Murray non ha mai menzionato il Propofol.
 
Senneff, un altro paramedico, ha testimoniato che vide Murray togliere di mezzo delle fiale dopo che MJ fu caricato sull'ambulanza.
 
La cosa interessante - Blount dice di aver visto Murray mettere delle bottiglie di lidocaina in un sacco nero, ancor prima che il cantante venisse portato fuori dalla stanza.
 
Il medico che soccorse MJ all'ospedale: Murray ci disse che MJ era "disidratato"
 
 
La Dott.ssa del Pronto Soccorso che per prima vide il corpo di Michael Jackson all'ospedale, afferma che il Dr. Murray la indusse in errore circa la condizione di MJ - dicendole che il cantante fosse solo disidratato.
 
Secondo la Dott.ssa Richelle Cooper, Murray ha affermato di aver somministrato solo 4 mg di Lorazepam a MJ.
 
Murray non ha mai menzionato il Propofol.
 
- Continuando la sua testimonianza di Venerdì, la Dott.ssa Cooper ha detto che è intervenuta su MJ per 1 ora e 13 minuti, ma non ha mai sentito un impulso.
 
[blink]UDIENZA 5 GIORNO 3/10/2011[/blink]
 
Responsabile compagnia telefonica AT&T - Edward Dixon Testimonia
 
Un responsabile della compagnia telefonica AT&T, Edward Dixon ha preso la parola questa mattina - testimoniando sulle registrazioni della cellula telefonica del dottor Conrad Murray il giorno in cui MJ è morto.
 
Niente di troppo interessante - Dixon ha testimoniato che il telefono da cui ha chiamato Murray apparteneva a lui.
 
Responsabile compagnia telefonica Sprint / Nextel - Jeff Strohm Testimonia
 
Un rappresentante della compagnia telefonica Spring/Nextel, Jeff Strohm ha appena preso la parola.
Ha confermato che il Dott. Conrad Murray aveva un secondo telefono cellulare con la compagnia Spring.
 
Cardiologa dell'UCLA - Dott.ssa Thao Nguyen Testimonia
La Dott.ssa Thao Nguyen - la cardiologa che fu chiamata nella stanza traumatologica dove fu trasportato MJ - ha detto che il dottor Murray era confuso sui momenti cruciali che portarono alla morte di MJ, dicendo che Murray "non aveva alcun concetto di tempo".
Ha detto che Murray non riusciva a ricordare quando somministrò il Lorazepam, né il momento in cui MJ smise di respirare ... perché, come le disse, non aveva un orologio.
 
Ma la dott.ssa Joanne Pashard, un medico di Houston, ha testimoniato che la mattina della morte di MJ, Murray la chiamò chiedendole su uno dei suoi pazienti, che stava per subire un intervento chirurgico in Texas. Ha detto che Murray non aveva problemi a recuperare informazioni dettagliate sul paziente.
I pubblici ministeri hanno poi invitato Antoinette Gille - una volontaria presso l'ufficio di Murray a Las Vegas - che ha detto di aver parlato con Murray alle 8:49 del mattino del 25 giugno
 
... e Brigitte Morgan - una donna che Murray conobbe in un club di Las Vegas, che ha testimoniato di aver chiamato Murray alle 11:26 di mattina.
 
I pubblici ministeri hanno suggerito che Murray era distratto e disattento la mattina in cui MJ è morto.
 
[blink]UDIENZA 6 GIORNO - 4/10/2011[/blink]
 
Impiegata di Murray Testimonia
 
Stacey Ruggles-Dipendente del Dott. Conrad Murray ha appena preso la parola.
Anche lei ha confermato di aver parlato con Murray per più di 8 minuti la mattina del 25 Giugno.
 
Altre ragazze del Dott. Conrad Murray testimoniano
 
Michelle Bella, una delle amiche del Dott. Murray, ha detto di aver conosciuto il Dott. Murray in un club di Las Vegas, dove lui le diede il suo numero.
Ha detto che Murray le inviò un sms la mattina del 25 Giugno.
Ha detto ai pubblici ministeri che Murray le ha lasciato un messaggio in segreteria 9 giorni prima della morte MJ dicendole che era il medico di Michael Jackson.
 
Ragazza di Murray: Lasciò cadere il telefono per aiutare MJ
 
Sade Anding Testimonia
Sade Anding - una delle tre donne che si intratteneva telefonicamente con Murray, mentre Michael Jackson era in sofferenza - ha detto ai giurati che stava chiacchierando con il dottore, quando tutto ad un tratto lasciò cadere il telefono.
 
Anding - una cameriera da Houston - stava raccontando al dottore della sua giornata, quando dopo 5 o 6 minuti in conversazione, si rese conto che non riceveva risposta.
 
"Ho detto, 'Hey? Hey? Non ho sentito più nulla'", ha detto giurati.
 
Questo è quando ha detto che ha sentito "borbottio di voci" e di "tosse" in sottofondo.
Ha pensato che i rumori sembravano ovattati perchè il telefono era nella tasca di Murray.
 
Anding ha detto alla corte che rimase in linea per qualche minuto, poi riattaccò e provò a richiamarlo ... ma non ebbe risposta.
 
I pubblici ministeri stanno cercando di mostrare che Murray era così occupato con la sua vita sentimentale, che era distratto durante i momenti cruciali prima della morte di MJ.
 
Nicole Alvarez, madre del bimbo di Murray testimonia.
 
Nicole Alvarez, compagna di Murray e madre di suo figlio ha appena preso posto sul banco dei testimoni.
 
L'accusa ha posto ad Alvarez la questione sullo stipendio $ 150.000 al mese di Murray - ma Alvarez ha negato di sapere nulla fino a quando non lo ha sentito dai media.
 
Il Procuratore Deborah Brazil ha riportato alcune delle testimonianze precedenti di Nicole - in cui la Alvarez ammise di sapere circa lo stipendio di Murray molto prima che la notizia si diffondesse.
 
Alvarez ha esitato nella risposta - sostenendo la sua memoria potrebbe essere un po 'confusa ...
 
Alvarez ha detto che ha conosciuto Murray in un club di Las Vegas nel 2005 hanno iniziato a frequentarsi qualche mese più tardi. Diede alla luce il suo figlio nel 2009.
Ha detto ai pubblici ministeri che era "senza parole" quando Murray l'ha presentata alla pop star nel 2008.
Alvarez ha incontrato MJ 2 o 3 volte dopo la nascita del suo bambino... ha detto che Michael era "interessato" al bambino e volevano organizzare visite in modo che potesse vederlo spesso.
Dice nel giugno del 2009, Murray lasciava la loro casa alle 9 di sera quasi ogni notte, e tornava il mattino dopo.
Alvarez dice che ha firmato dei pacchetti - solo dopo seppe che contenevano Propofol - consegnati al suo appartamento nel mese di aprile, maggio e giugno 2009 ... ma ha insistito che non ha mai aperto le confenzioni e non sapeva cosa contenessero.
La Difesa non ha posto nessuna domanda sulla testimonianza
Riemerge testimone chiave: il farmacista Tim Lopez testimonia
Il farmacista - che improvvisamente scomparve nel mese di gennaio dopo aver ammesso di aver spedito al dottor Conrad Murray quantità massicce di Propofol - è stata ritrovato.
 
Dopo un "misterioso" viaggio in Thailandia, Tim Lopez ha trovato la strada per tornare negli Stati Uniti ... giusto in tempo per il processo.
 
Lopez ha detto procuratori, che incontrò la prima volta Murray nel 2008, quando il dottore venne in farmacia alla ricerca di una crema sbiancante per la pelle per i suoi "pazienti" afro-americani affetti da "Vitiligine" - la stessa condizione di pelle che aveva MJ.
 
Ma Nell'aprile del 2009, Murray è passato alle cose più gravi, ordinando 35 fiale di Propofol.
Lopez ha detto ai procuratori, che Murray portò con sè alcune delle fiale, poi chiese che il resto venissero spedite ad un indirizzo di Santa Monica ... probabile appartamento di Nicole Alvarez.
 
Tra aprile e giugno 2009, Murray ha continuato, ordinando Propofol come se fossero caramelle ... sedativi accumulati abbastanza per addormentare un branco di elefanti selvatici.
 
In totale, ha detto Lopez, ha spedito a Murray 255 fiale di Propofol, 20 fiale di Lorazepam e 60 fiale di Midazolam.
 
Il Giudice Pastor ha appena annunciato di interrompere in anticipo l'udienza, a causa di scopi di pianificazione. Il Processo riprende domani mattina alle 8:45 A.M.
 
Prova 1: una fattura di consegna dalla Applied Pharmacy che mostra un ordine dell'anestetico propofol ordinato dal dottor Conrad Murray e consegnato all'appartamento della sua ragazza
Prova 2: Un assegno intestato a Applied Pharmacy dalla clinica medica del dottor Conrad Murray a Las Vegas è stato mostrato in aula durante il processo
 
Distributrice prodotti farmaceutici - Sally Hirschberg Testimonia
 
Sally Hirschberg - un rappresentante di forniture mediche che ha lavorato a stretto contatto con l'ufficio del Dr. Murray, ha affermato che gli ordini di farmaci fatti dal Dott. Murray sono stati fuori dal comune per un cardiologo.
 
Secondo Hirschberg, era estremamente inusuale per una clinica di cardiologia - come quella di Murray a Las Vegas - ordinare lidocaina e sacche intravenose.
 
Hirschberg ha affermato che Murray le chiese di spedire rifornimenti ad un indirizzo di casa in California - ma lei ha rifiutato, sostenendo che violerebbe la politica aziendale di spedire a una casa privata.
Le forniture furono inviate invece alla clinica di Murray di Las Vegas.
Il 26 giugno, il giorno dopo la morte di MJ, Hirschberg ha ricevuto una telefonata dall'ufficio di Murray chiedendole di annullare un'ordine per le forniture mediche.
Esaminatore computer forense: Michael Jackson aveva degli "episodi" i giorni precedenti alla sua morte
Stephen Marx Testimonia
 
Drammatica testimonianza di oggi ... dicono che ci sono forti segnali che la salute di Michael Jackson si stesse deteriorando giorni prima della sua morte.
 
Stephen Marx - l'esperto forense che ha analizzato l'iPhone del Dott. Conrad Murray, ha scoperto un messaggio in segreteria in cui il manager di Michael Jackson parla di "un episodio" che MJ aveva avuto cinque giorni prima di morire.
 
I pubblici ministeri hanno fatto ascoltare un messaggio del 20 giugno durante la testimonianza di Marx - in cui il manager di Michael, Frank DiLeo dice: "Sono sicuro che siete a conoscenza che [Michael] ha avuto un episodio la scorsa notte."
 
Frank chiaramente credeva che Michael avesse dei problemi con i farmaci, affermando: "E 'malato. Penso che è necessario fargli fare un'esame del sangue. Dobbiamo vedere cosa sta facendo".
 
Vi ricorderete ... Kenny Ortega e gli altri avevano parlato di problemi di salute di Michael durante le prove del 19 giugno 2009, che ha innescato uno scontro tra Ortega e Murray a casa di Michael Jackson il giorno successivo.
 
DOCUMENTO: Michael Jackson sotto l'effetto dei farmaci "Non ho avuto un'infanzia"
 
Michael Jackson ha voluto dedicare i suoi concerti "This Is It" ai suoi bambini - e in una conversazione straziante con il Dr. Conrad Murray che aveva registrato settimane prima della morte del cantante, MJ afferma: "Io li amo perché non ho avuto un'infanzia".
 
È possibile ascoltare la voce di MJ nella registrazione - farfugliava, confusa - spiegando come volesse superare i Beatles ed Elvis con i suoi concerti finali, e passare alla storia come il più grande entertainer che sia mai vissuto.
 
Michael diventa estremamente emotivo mentre parla dei suoi bambini - affermando: "Non ho avuto infanzia, sento il loro dolore e mi sento proprio male..."
 
Murray ha registrato la conversazione sul suo iPhone Domenica 10 Maggio, 2009 alle 09:05. Non è chiaro perché - ma secondo i pubblici ministeri, documenta MJ sotto l'influenza di "agenti sconosciuti." Mostra come Murray era a conoscenza degli stati alterati della mente di Michael.
 
Ad un certo punto della clip, Murray chiede a Michael se sta bene - e Michael risponde: "Sto dormendo".
 
La registrazione - una clip che il procuratore David Walgren aveva fatto ascoltare in parte durante il suo discorso di apertura - fu scoperta dagli investigatori dopo aver sequestrato il dispositivo di Murray.
 
MJ: Elvis non l'ha fatto. I Beatles non l'hanno fatto. Dobbiamo essere fenomenali. Quando la gente se ne andrà da questo show, voglio che dica "Non ho mai visto nulla di simile in tutta la mia vita. Vai. Vai. Non ho mai visto nulla di simile. Vai. E' incredibile. E' il più grande entertainer del mondo." Prenderò quei soldi, un milione di bambini, un ospedale pediatrico, il più grande al mondo, il Michael Jackson's Children Hospital. Ci sarà un cinema, una sala giochi. I bambini sono depressi. In quegli ospedali non ci sono cinema, nè sale giochi. Sono malati perchè depressi. E' la loro mente che li deprime. Io voglio dar loro tutto questo. Ci tengo a loro, sono angeli. Dio vuole che lo faccia. Dio vuole che lo faccia. Lo farò, Conrad.
CM: So che lo farai.
MJ: Non ho abbastanza speranza, non ho più speranze. Sarà la prossima generazione a salvare il pianeta, partendo da - ne parleremo... Stati Uniti, Europa, Praga, i miei bambini. Se ne vanno in giro senza una madre. Li abbandonano, se ne vanno - per questo un degrado psicologico. Mi cercano - Ti prego portami con te.
CM: Mmh... mmh...
MJ: Voglio fare questo per loro.
CM: Mmh... mmh....
MJ: Lo farò per loro. E questo verrà ricordato più delle mie esibizioni. Le mie performances saranno lì ad aiutare i miei bambini e saranno sempre il mio sogno. Li amo. Li amo perchè non ho avuto un'infanzia. Non ho avuto alcuna infanzia. Sento il loro dolore. Riesco a sentirli. "Heal The World", "We Are The World", "Will You Be There", "The Lost Children". Sono queste le canzoni che ho scritto perchè ho sofferto, capisci, ho sofferto.
(13 sec. di silenzio)
CM: Stai bene?
MJ: Sto dormendo.
 
Investigatrice ufficio coroner della contea di LA: Il comodino di MJ tappezzato di bottiglie con pillole
 
Elissa Fleak, investigatrice testimonia
 
Se non fosse ovvio che Michael Jackson avesse un problema con i farmaci - con questa immagine sarebbe chiaro ...
 

Secondo un'investigatrice dell'ufficio del coroner della contea di Los Angeles, il comodino accanto al letto di Michael Jackson era foderato come un'intera farmacia, di bottiglie di pillole di farmaci da prescrizione.
L'investigatore Elissa Fleak ha appena testimoniato - ha ispezionato la camera da letto di Michael Jackson il giorno in cui è morto, e ha trovato una grande quantità di bottiglie di pillole accanto al letto del cantante.
 
Tra le pillole - una raccolta di sedativi Diazepam, Lorazepam, Temazepam ... l'elenco potrebbe continuare.
 
Fleak dice di aver trovato anche un sacchetto azzurro pieno di fiale di Propofol - la stessa borsa che la guardia di sicurezza di MJ, Alberto Alvarez afferma di aver confezionato su ordine di Murray ... prima di chiamare il 911.
 
DOCUMENTO: I molti (tanti) nomi di Michael Jackson
 
Secondo la dichiarazione giurata nel richiedere un mandato di perquisizione per le cartelle cliniche di Michael Jackson, questi sono gli alias che Jackson utilizzava con diversi medici. Questa evidenza sembra confermare la posizione della difesa, che Jackson stava prendendo farmaci all'insaputa del dottor Conrad Murray.
Tutte queste informazioni sono state raccolte dalla Los Angeles Police Department in quanto Murray indagato della morte di Jackson:
Questi sono gli alias utilizzati con il dottor Conrad Murray:   
•Omar Arnold
•Paul Farance
•Paul Farnce
 

 
[blink]UDIENZA 8 GIORNO - 6/10/2011[/blink]
 
Investigatrice del coroner: Il mio lavoro non è stato "perfetto"
 
Elissa Fleak continua la testimonianza
La ricercatrice del medico legale che ha esaminato la camera da letto di Michael Jackson subito dopo la sua morte, ha riconosciuto Giovedi che non ha condotto un'indagine "perfetta", l'avvocato difensore Ed Chernoff ha fatto un grande sforzo per mostrare i vuoti nella testimonianza precedente di Elissa Fleak.
 
Una questione chiave per Chernoff era la posizione di una fiala di flumazenil che Fleak ha trovato durante la sua indagine. Il Flumazenil è significativo perché contrasta l'effetto del sedativo lorazepam, il farmaco che Jackson aveva nel suo sistema la notte in cui morì. Il dottor Murray può avere somministrato il flumazenil nel tentativo di salvare Jackson.
Durante l'esame diretto di Mercoledì, Fleak aveva detto di aver trovato il flacone sul pavimento sotto il comodino di Jackson. Tuttavia, non c'è alcuna immagine del flacone sotto il comodino. L'unica immagine del flaconcino flumazenil presentato in evidenza è la bottiglia sopra il banco in aula del tribunale con diversi altri farmaci. Fleak ha testimoniato che ha trasferito la fiala sul comodino accanto al letto per scattare la foto.
 
Chernoff ha anche sottolineato che una fiala di propofol trovata in un sacchetto per flebo è stato menzionata nelle note della Fleak nel mese di marzo 2011, ma non appaiono da nessuna parte nelle note che ha fatto al momento della morte di Jackson.
 
Fleak ha risposto a Chernoff dicendo che è stata una svista nel non scriverlo nelle note, ma ci sono fotografie del flaconcino e sacchetto per flebo ritrovate sulla scena.
 
Tossicologo: MJ aveva Propofol nello stomaco
 
Dan Anderson Testimonia
 
Il Tossicologo Dan Anderson ha detto che piccole quantità di Propofol sono state trovate nello stomaco di Michael Jackson dopo la sua morte.
Ciò potrebbe rivelarsi importante per la difesa - che sta cercando di dimostrare che MJ si è suicidato con un'overdose auto-somministrata.
Ma, secondo Anderson, ha trovato solo tracce di Propofol nello stomaco di Michael Jackson - l'equivalente di un paio di granelli di zucchero.
Anderson dice che il Propofol è stato trovato in tutti gli 8 campioni prelevati in tutto il corpo di Michael.
MJ è risultato positivo anche alla lidocaina, Diazepam (Valium), Lorazepam (Tavor) e efedrina.
Nessuna droga illegale è stata trovata nel suo sistema.
 
- L'avvocato difensore, Michael Flanagan si è concentrato sul fallimento dello stato dei test nell'analizzare il contenuto dello stomaco di Jackson sul lorezapam. Flanagan ha suggerito che i test della difesa hanno mostrato alte concentrazioni di lorazepam nello stomaco da quello che poi è stato trovato nel sangue. Anderson ha detto, nonostante alti livelli di lorezepam sono stati trovati nel sangue, i test per la presenza del farmaco nello stomaco non erano necessari.
 
 
DOCUMENTI: Rapporto tossicologico ufficiale di Michael Jackson
 
Ora che i pubblici ministeri hanno sottolineato i farmaci da prescrizione sparsi per la casa di Michael Jackson, secondo il testimone di Giovedi, il criminologo Dan Anderson, è stato mostrato quali farmaci erano presenti nel corpo della popstar.
Anderson ha identificato una serie di farmaci potenti da prescrizione nel sangue di Michael Jackson, tra cui vari sedativi e l'anestetico propofol.
Il rapporto tossicologico indica che le seguenti sei droghe sono state rilevate nel sistema di Jackson:
 
• Propofol (Diprivan)
• Lidocaine
• Diazepam (Valium)
• Lorazepam (Ativan)
• Midazolam (Versed)
• Ephedrine
 
Questo è il rapporto vero e proprio, elaborato dall'ufficio del coroner della contea di Los Angeles e presentato oggi in tribunale.
LINK - PDF
UDIENZA 9 GIORNO - 7/10/2011
Tossicologo: oltre al Propofol un altro farmaco ha ucciso MJ
 
 
Tossicologo Dan Anderson Testimonia
 
Il Tossicologo Dan Anderson ha continuato la sua testimonianza di ieri ... non ci volle molto a concludere che l'anestetico propofol è stato il farmaco fondamentale nelle indagini della morte di Michael Jackson.
Ma ciò che la difesa ha voluto sapere è, cosa ha fatto arrivare a questa conclusione e, eventualmente, potrebbe aver influito anche il sedativo lorazepam?
 
La teoria della difesa è che la combinazione di propofol e lorazepam - anche ingerita per via orale - è quello che ha ucciso Jackson, non solo il propofol. Il medico legale ha stabilito la causa della morte è stata intossicazione acuta da Propofol.
 
L'avvocato difensore Michael Flanagan ha chiesto ad Anderson perché non pensava che il lorazepam era il più significativo. Anderson ha risposto: "Ha la sua importanza, ma non è la bandiera rossa che ha catturato la mia attenzione."
 
Flanagan ha sottolineato che Anderson ha condotto i calcoli sui livelli lorazepam nel sistema di Jackson non più tardi di due settimane dopo, il che implica che Anderson non è riuscito a vedere l'importanza del farmaco nel sistema di Jackson al momento della sua morte.
 
Anderson ha detto che quei calcoli condotti in risposta ai risultati dei test della difesa del lorazepam nel sistema di Jackson, hanno indicato la presenza dell'anestetico nello stomaco di Jackson.
Tuttavia, Anderson ha detto che la quantità di lorazepam nello stomaco di Jackson era trascurabile.
 
 
 
Scott Smith, detective della polizia di Los Angeles, Testimonia
 
Ecco cosa è successo il giorno in cui Michael Jackson è morto, nelle parole di un uomo accusato di omicidio colposo della morte dell'icona pop.
Venerdì, la corte (e il pubblico), ha sentito per la prima volta l'interrogatorio del dottor Conrad Murray con il detective Scott Smith, della polizia di Los Angeles, che ha condotto due giorni dopo la morte del cantante.
Qui, in ordine cronologico e separati per argomento i punti salienti di questa parte cruciale delle prove.
 
 
Il rapporto medico-paziente
 
- Il dottor Conrad Murray ha dichiarato che Michael Jackson gli ha chiesto di essere il suo medico durante il "This Is It", la serie di concerti, ma AEG non ha mai pagato il suo stipendio
 
- Nel 2006 ha conosciuto Jackson avendo avuto suo figlio come paziente. Jackson chiese un medico per aiutare lui e i suoi figli dall'inizio di sintomi influenzali.
 
- Jackson stava visitando altri medici ma il dottor Murray non ne sapeva nulla
 
- Dice che prove di Jackson la sera precedente alla morte erano andate benissimo
 
Eventi che hanno portato alla morte di Jackson
 
- Jackson ha detto al dottor Murray che era stanco quando arrivò a casa sua a Carolwood il 24 Giugno 2009
 
- La notte prima della morte di Jackson, il dottor Murray aveva strofinato della crema sul corpo di Jackson per curare la sua vitiligine
 
- Dice che Jackson non riusciva a dormire in modo naturale e gli diede una pillola di lorazepem
 
- Il Dott. Murray ha iniziato una flebo a Jackson vicino al suo ginocchio e somministrato 2 mg di lorazepam
 
- Jackson si addormentò per 10 - 15 minuti
 
La mattina del 25 giugno 2009
- Intorno alle 04:00 AM del 25 giugno 2009 Jackson ha iniziato a lamentarsi che non riusciva a dormire, avrebbe dovuto annullare il tour e le prove
 
- Alle 07:30 AM Jackson era ancora sveglio e il Dr. Murray ha somministrato del midazolam
 
- Ore 10:00 Jackson è ancora sveglio e si lamenta di non dormire e dice che dovrà annullare il "This is it Tour"
 
- Verso le 10.30 di mattina del giorno della morte, Jackson ha chiesto dell'anestetico Propofol
 
- Il Dr. Murray ha somministrato 25 mg di propofol e Jackson finalmente si addormentato
 
- Jackson sapeva che il propofol era l'unico farmaco che lo avrebbe aiutato a dormire
 
- Jackson gli disse che aveva già utilizzato Propofol su se stesso con altri medici e rimase sorpreso dalla conoscenza dettagliata delle pillole che utilizzava Jackson
 
- Murray iniziò a utilizzare il Propofol sotto insistenza di Jackson che gli diede il numero di un medico che sarebbe stato in grado di fornirgli l'anestetico
 
- Questo medico gli disse che Jackson "amava quel farmaco"
 
- Il Dr. Murray aveva problemi con l'avvio della sacca intravenosa su Jackson, a causa della coagulazione
 
Dettagli sulla cura di Jackson dal Dott. Murray
 
- Il Dr. Murray racconta di quando Jackson gli chiese del Propofol la prima volta
 
- Prima di assumere la cura su Jackson si è consultato con il dottor Adams
 
- Il Dott. Murray ha detto che Jackson prendeva il Propofol ogni giorno (per 30 giorni ad eccezione di 3 per l'inizio dello "svezzamento")
 
- Jackson ha detto al dottor Murray che aveva bisogno di dormire dalle 15 alle 18 ore per eseguire le prove
 
- Jackson ha detto al dottor Murray che aveva avuto altri medici in Tour che lo aiutavano a dormire per 18 ore
 
- Il Dr. Adams gli disse che lavorando per Jackson a Las Vegas aveva guadagnato $ 600.000 ogni anno
 
- Jackson ha detto di volere che il dottor Murray fosse il suo medico per sempre
 
- Il Dott. Murray ha detto che Jackson gli ha detto di come voleva iniziare la costruzione di un ospedale pediatrico
 
- Gli investigatori ricostruiscono nell'interrogatorio quello che è accaduto la notte in cui Jackson è morto
 
Michael Jackson non risponde
 
- Il Dr. Murray torna dove ha interrotto e dice che dopo aver somministrato 25 mg di Propofol, Jackson si addormentò, finalmente lo ha lasciato per andare in bagno
 
- Il Dott. Murray dice di essere stato lontano da Jackson solo un paio di minuti
 
- Quando il dottor Murray è tornato ha notato che Jackson non respirava
 
- Ha subito iniziato il massaggio cardiaco e respirazione artificiale, dice che non riusciva a spostare Jackson dal letto da solo, e ha utilizzato solo una sola mano per le compressioni toraciche
 
- Dott. Murray dice di aver avuto difficoltà a trovare un telefono nel periodo che ha lavorato in casa di Jackson
 
- Mentre effettuava la compressione del torace ha chiamato l'assistente di Jackson
 
- Il Dott. Murray dice di essere confuso circa l'indirizzo di Jackson
 
- Il Dott. Murray ha sollevato le gambe di Jackson per spingere il sangue al cuore
 
- Il Dott. Murray ha somministrato il flumazenil per combattere gli effetti dei sedativi
 
- Ha quindi chiesto alla guardia del corpo Alberto Alvarez di chiamare il 911
 
Paramedici portano Jackson in ospedale
 
- Quando i paramedici si sono presentati a casa di Jackson non respirava ancora.
 
- Il Dott. Murray ha incoraggiato i paramedici a somministrare una varietà di farmaci
 
- Il Dott. Murray ha esortato i paramedici a non rinunciare a rianimare Jackson
 
- I paramedici volevano dichiarare Jackson morto nella sua camera da letto
 
- All'UCLA Medical Center, i medici cercarono di rianimare Jackson per circa un'ora
 
- Il Dott. Murray non voleva firmare la morte e ha richiesto l'autopsia, perché non capiva la causa della morte
 
Incapacità delle cure di Michael Jackson nel riuscirlo a farlo dormire
 
- Il Dott. Murray dice che era interessato all'incapacità di Jackson nel dormire
 
- 3 giorni prima di morire, il Dr. Murray ha cominciato a svezzare Jackson dal propofol
 
- Il Dott. Murray voleva che Jackson potesse dormire naturalmente
 
- 3 giorni prima della sua morte il dottor Murray ha iniziato ad usare altri farmaci come il lorazepam
 
- Jackson ha combattuto con il dottor Murray nello svezzamento del propofol
 
- Due notti prima di morire a Jackson non è stato concesso il propofol
 
- Jackson ha affermato di non sapere come fare senza propofol
 
- La notte successiva Jackson non riusci' a dormire
 
- Il Dott. Murray dice di aver voluto aiutare Jackson perchè era compassionevole
 
- Il giudice Pastor ha fermato la registrazione
 
LINK: TRASCRIZIONE COMPLETA INTERROGATORIO MURRAY
 
 
DOCUMENTI: Interrogatorio al Dott. Conrad Murray: Ho somministrato molti farmaci a MJ prima della sua morte
 
 
 
Il dottor Conrad Murray ha ammesso alla polizia ... ha somministrato dose dopo dose dei potenti sonniferi - tra cui il Propofol - per diverse ore .... prima della morte di Michael Jackson.
I pubblici ministeri hanno fatto ascoltare in aula una parte dell'esplosivo interrogatorio di 2 ore del Dott. Murray con la polizia il 27 giugno, 2009 - in cui Murray afferma che Jackson "non riusciva a dormire naturalmente."
 
Murray ha detto alla polizia, che a partire da circa 1:30 AM, ha dato a MJ dosi di Lorazepam e Medazolam nel corso delle 9 ore del 25 Giugno 2009 per aiutare il sonno del cantante - ma i farmaci non hanno avuto effetto - in seguito gli ha somministrato altri farmaci.
 
Verso le 10:40 AM - meno di due ore prima che la guardia di sicurezza di MJ chiamasse il 911 - Murray ha detto di aver dato a MJ 25mg di Propofol per farlo addormentare ... affermando: "Ho preso tutte le precauzioni che erano a mia disposizione."
 
Murray ha detto che somministrava a MJ il Propofol ogni giorno - con poche eccezioni ... perché stava cercando di svezzare il cantante dal suo "latte". Secondo Murray, "Michael amava quel farmaco".
 
Interrogatorio Dott. Conrad Murray: Massima Incoerenza nella sua storia
 
L'interrogatorio del dottor Conrad Murray con gli investigatori del LAPD rivela un'enorme contraddizione che peserà in modo sensibile sulla decisione della giuria.
 
Nel nastro, il Dott. Murray dice di aver lasciato la camera di Michael Jackson solo 2 minuti per andare al bagno, e quando è tornato Michael Jackson non respirava. Quindi Murray dice di aver subito iniziato il massaggio cardiaco.
 
Ma secondo Sade Anding, la ragazza di Houston, che era al telefono con Murray, dice che stava parlando con lui per un po', quando all'improvviso Murray interruppe la telefonata ed iniziò l'emergenza.
 
Così ora ci sono diverse storie in competizione - Quella che Murray sia solo andato in bagno come disse ai poliziotti, oppure che era al telefono - forse è distratto.
Se giurati crederanno ad Anding e ai tabulati telefonici, si potrebbe facilmente concludere che Murray ha mentito ai poliziotti.
 
 
 
 
UDIENZA 10 GIORNO - 11/10/2011
 
DOCUMENTI Interrogatorio dottor Conrad Murray - Parte Seconda
 
Il nastro continua - ecco la seconda parte del colloquio di 2 ore del Dott. Murray con la polizia il 27 giugno 2009 ... due giorni dopo dalla morte di Michael Jackson.
Murray ha detto ai detective che i bambini hanno "pianto, pianto e pianto" quando gli ha dato la notizia che MJ è morto.
Paris ha detto "il Dott. Murray, hai detto di aver salvato un sacco di pazienti. Sai, ha salvato un sacco di persone con attacchi di cuore, ma mio padre non si poteva salvare" dice Murray agli investigatori. 'So che hai provato a fare del tuo meglio, ma sono davvero triste. Sai, mi sveglierò la mattina e non sarò più in grado di vedere mio padre. "
Murray ha detto che i bambini hanno insistito per vedere MJ. Mentre il corpo di Michael Jackson si stava preparando per poter essere visto, il resto della famiglia ha cominciato a piangere
In un momento particolarmente emotivo, Murray racconta come ha tenuto la mano di Katherine quando un membro della famiglia ha chiesto: "Sapete perché è morto."
Murray ha detto: No.
Secondo Murray, Joe Jackson non si presentò mai in ospedale.
Verso le 04:30 PM Murray ha detto che si diresse verso un'ala diversa dell'ospedale per aiutare gli avvocati di famiglia a rilasciare un comunicato stampa. Questo potrebbe spiegare perché le telecamere di sorveglianza dell'ospedale hanno catturato Murray che lasciava la hall di emergenza due ore dopo che il cantante è stato dichiarato morto.
Murray ha detto ai detective che Michael non gli ha mai detto che stava vedendo altri medici ... ma sapeva che lo faceva. Ha detto che MJ lasciava l'ufficio del dottor Arnold Klein "sostanzialmente debilitato e avrebbe richiesto 24 ore per il recupero."
Il Detective ha chiesto al Dr. Murray sulla marijuana trovata in casa di Jackson e se Jackson fumasse erba. Il dottor Murray ha risposto che non sapeva nulla, ma Jackson indossava "eccessiva acqua di colonia" che può aver mascherato l'odore.
Murray ha confessato tutte le problematiche che il Re del Pop aveva sofferto.
Tra questi: letargia, polmonite, si era probabilmente fratturato un dito del piede e aveva quasi costante disidratazione
Murray dice che la disidratazione è il risultato perchè il Re del Pop è un mangiatore permanente riluttante. "In tutta la sua vita, sua madre ha dovuto costringerlo a mangiare", dice agli investigatori. "Semplicemente non gli piace mangiare e non beveva abbastanza".
Verso la fine dell'interrogatorio, Murray dice al detective dove avrebbero potuto trovare la sua borsa medica. Dicono che sembrava "sorpreso" nel sapere che gli investigatori non avevano ancora recuperato gli elementi.

Detective LAPD - Scott Smith Testimonia

Il detective della polizia della contea di Los Angelesè stato interrogato in tribunale oggi dall'avvocato difensore Ed Chernoff ... insistendo che il Detective Scott Smith potrebbe aver preso appunti scadenti nel corso della sua ricerca delle borse del medico, trovate nell'armadio di Michael Jackson.
 
Smith - che è stato introdotto dalla seconda parte della registrazione di Murray di un nastro di 2 ore dell'interrogatorio fatto alla polizia - ha continuato la sua testimonianza, ammettendo che nelle sue note non ha menzionato di aver trovare una fiala di Propofol all'interno della sacca endovenosa.
 
Smith ha anche confermato che casa di MJ non è mai stata sigillata nei giorni successivi alla morte del cantante - quindi la difesa sosterrà, che questo può aver contribuito alla manomissione delle prove.
Il Dott. che esegui' l'autopsia: "Non credo che MJ si sia ucciso"
Coroner di MJ: Dott. Christopher Rogers Testimonia
 
Il medico che effettuò l'autopsia su Michael Jackson, Christopher Rogers, ha detto alla giuria che il dottor Murray è il colpevole della morte del cantante.
 
Rogers ha testimoniato che non c'era modo per Jackson di auto-somministrarsi la dose letale di Propofol durante i due minuti in cui Murray ha detto alla polizia di essersi allontanato e aver lasciato il farmaco sul comodino di MJ.
 
"Se Mr. Jackson si sarebbe somministrato il Propofol su se stesso, dovrei credere che fosse... sveglio, anche se almeno in una certa misura sotto l'influenza di altri sedativi", ha detto Rogers.
 
Rogers ha testimoniato che nessuna sostanza bianca simile al Propofol è stata trovata nella gola di MJ, nello stomaco o nell'esofago.... suggerendo che il cantante non avrebbe potuto prendere il farmaco per via orale senza che Murray lo sapesse.
 
Rogers - del Los Angeles County Medical Examiner - ritiene che la mancanza di dispositivi di misurazione in camera da letto del cantante - significa che Murray avrebbe potuto facilmente dare
« Last Edit: October 23, 2011, 04:29:20 AM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline mjptd

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 45

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 16, 2011, 12:18:47 PM
grazie Luna Cielo, il tuo lavoro mi è prezioso piu' dell'aria!! il mio inglese è pessimo e, ti assicuro, che seguire le udienze in livestream è un'impresa! mi sono procurata dei mal di testa allucinanti! spero che continuerai con le tue trascrizioni. Devo sapere cosa stà succedendo! grazie ancora. Baci

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 17, 2011, 09:25:33 AM
....al cantante troppo Propofol.

Secondo Rogers, il Re del Pop - che era alto 5.9 piedi e pesava 136 Libbre (1.79 cm - 61 Kg) era all'interno della gamma di un peso normale. Le arterie vicino al cuore di MJ erano prive di grassi o di colesterolo, che mostrano che il cuore del cantante era più sano di molte persone della sua età.

L'autopsia ha mostrato che il cantante di 50 anni soffriva di un ingrossamento della prostata, vitiligine, infiammazione cronica e gonfiore dei polmoni.
Aveva anche un polipo nel colon, così come uno spazio di "pigmentazione irregolare" sul cuoio capelluto - molto probabilmente il risultato dell'ustione per le riprese di uno spot Pepsi nel 1984.

Fatto curioso: un esame radiologico ha mostrato che MJ aveva una costola in più.

Rogers ha detto alla corte che credeva che la combinazione di sedativi - tra cui il Propofol - alla fine ha causato l'arresto del cuore di MJ.

Durante l'esame incrociato, Rogers sembrava ammorbidire la sua posizione, dicendo, è possibile che MJ si sia auto-somministrato la dose letale ... anche se improbabile.

I pubblici ministeri hanno mostrato l'immagine di Michael Jackson morto, come parte integrante della relazione dell'autopsia, il corpo nudo sdraiato su una barella - ripresa poche ore dopo che il cantante è stato dichiarato morto.
La data sulle piastrelle accanto al suo corpo riportano - 25 Agosto 2009 - ma il medico che effettuò l'autopsia di Michael Jackson, Christopher Rogers sostiene che la data è sbagliata ... si deve leggere - 25 giugno 2009.

 
« Last Edit: October 17, 2011, 09:32:28 AM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 17, 2011, 09:52:07 AM
...Il detective della polizia della contea di Los Angeles è stato interrogato in tribunale oggi dall'avvocato difensore Ed Chernoff ... insistendo che il Detective Scott Smith potrebbe aver preso appunti scadenti nel corso della sua ricerca delle borse del medico, trovate nell'armadio di Michael Jackson.
Smith - che è stato introdotto dalla seconda parte della registrazione di Murray di un nastro di 2 ore dell'interrogatorio fatto alla polizia - ha continuato la sua testimonianza, ammettendo che nelle sue note non ha menzionato di aver trovare una fiala di Propofol all'interno della sacca endovenosa.
Smith ha anche confermato che casa di MJ non è mai stata sigillata nei giorni successivi alla morte del cantante - quindi la difesa sosterrà, che questo può aver contribuito alla manomissione delle prove.
Coroner di MJ: Dott. Christopher Rogers Testimonia
Il medico che effettuò l'autopsia su Michael Jackson, Christopher Rogers, ha detto alla giuria che il dottor Murray è il colpevole della morte del cantante.
Rogers ha testimoniato che non c'era modo per Jackson di auto-somministrarsi la dose letale di Propofol durante i due minuti in cui Murray ha detto alla polizia di essersi allontanato e aver lasciato il farmaco sul comodino di MJ.
"Se Mr. Jackson si sarebbe somministrato il Propofol su se stesso, dovrei credere che fosse... sveglio, anche se almeno in una certa misura sotto l'influenza di altri sedativi", ha detto Rogers.
Rogers ha testimoniato che nessuna sostanza bianca simile al Propofol è stata trovata nella gola di MJ, nello stomaco o nell'esofago.... suggerendo che il cantante non avrebbe potuto prendere il farmaco per via orale senza che Murray lo sapesse.
Rogers - del Los Angeles County Medical Examiner - ritiene che la mancanza di dispositivi di misurazione in camera da letto del cantante - significa che Murray avrebbe potuto facilmente dare al cantante troppo Propofol.
Secondo Rogers, il Re del Pop - che era alto 5.9 piedi e pesava 136 Libbre (1.79 cm - 61 Kg) era all'interno della gamma di un peso normale. Le arterie vicino al cuore di MJ erano prive di grassi o di colesterolo, che mostrano che il cuore del cantante era più sano di molte persone della sua età.
L'autopsia ha mostrato che il cantante di 50 anni soffriva di un ingrossamento della prostata, vitiligine, infiammazione cronica e gonfiore dei polmoni.
Aveva anche un polipo nel colon, così come uno spazio di "pigmentazione irregolare" sul cuoio capelluto - molto probabilmente il risultato dell'ustione per le riprese di uno spot Pepsi nel 1984.
Fatto curioso: un esame radiologico ha mostrato che MJ aveva una costola in più.
Rogers ha detto alla corte che credeva che la combinazione di sedativi - tra cui il Propofol - alla fine ha causato l'arresto del cuore di MJ.
Durante l'esame incrociato, Rogers sembrava ammorbidire la sua posizione, dicendo, è possibile che MJ si sia auto-somministrato la dose letale ... anche se improbabile.
I pubblici ministeri hanno mostrato l'immagine di Michael Jackson morto, come parte integrante della relazione dell'autopsia, il corpo nudo sdraiato su una barella - ripresa poche ore dopo che il cantante è stato dichiarato morto.
La data sulle piastrelle accanto al suo corpo riportano - 25 Agosto 2009 - ma il medico che effettuò l'autopsia di Michael Jackson, Christopher Rogers sostiene che la data è sbagliata ... si deve leggere - 25 giugno 2009.
Nota CNN: Il nostro produttore in aula dice che la famiglia di Jackson è stata avvertita in anticipo che la foto sarebbe stata visualizzata. Un fan di Jackson ha lasciato il tribunale in lacrime quando la foto è stata presentata, anche se i giurati non mostrato alcuna emozione verso l'esterno.
L'autopsia è stata eseguita il giorno dopo la morte di Jackson e il Dott. Rogers ha detto che non poteva determinare la causa della morte in quel momento. Dopo aver ricevuto il rapporto tossicologico e altri rapporti da diversi specialisti, fu in grado di trarre le sue conclusioni, che Jackson è morto di intossicazione acuta con propofol contributivo al benzodiazepine).
UDIENZA 11 GIORNO - 13/10/2011
Cardiologo: Il Dott. Murray ha perso troppo tempo
Cardiologo - Dr. Alon Steinberg Alon Testimonia
Il Dott. Alon Steinberg - uno dei principali cardiologi del California Medical Board - si è appena rivolto alla giuria ... Il Dr. Conrad Murray ha dimostrato una "deviazione estrema" delle pratiche standard per la cura a Michael Jackson.
Il Dott. Steinberg ha reso chiaro che è un cardiologo ... non un'anestesista.
Steinberg ha testimoniato di basarsi solo solo sulle trascrizioni della polizia dell'interrogatorio di Murray, perché voleva "giudicare il dottor Murray sulle sue stesse parole".
Ha trovato 6 deviazioni separate e distinte degli standard di cura - tutte basate su "Negligenza grave"
Steinberg ha detto che il Propofol deve essere utilizzato solo per le procedure in un ospedale e non dovrebbe mai essere utilizzato per dormire.
Secondo Steinberg, Murray non aveva l'attrezzatura base per mantenere in vita il cantante in caso di emergenza.
Murray avrebbe dovuto avere un'assistente in ogni momento.
Murray doveva chiamare il 911 immediatamente.
Steinberg ha detto che dopo aver chiamato il 911, Murray avrebbe dovuto inserirgli il sacco con il palloncino Ambu, quindi somministrare il flumazenil ... Invece, Murray ha pratico le compressioni toraciche, di cui MJ non avrebbe avuto bisogno se respirava ancora.
Quando Murray ha finalmente chiesto aiuto, ha telefonato all'assistente di MJ ... che ha causato ulteriori ritardi.
Steinberg ha detto alla giuria che "per ogni minuto di ritardo ci sono meno possibilità che il paziente possa sopravvivere".
Steinberg ha definito il comportamento di Murray "bizzarro".
Murray questa volta non ha preso appunti. Questo è importante, non solo per i fini legali e assicurativi, ma anche per assicurarsi che tutto sia documentato in modo che non si commettano degli errori.
Steinberg ha detto che il metodo di cura di Murray ha "direttamente contribuito alla morte prematura di Michael Jackson."
Steinberg ha condannato Murray per aver lasciato il cantante da solo senza sorveglianza, dicendo "è come lasciare un bambino che sta dormendo sul tavolo della cucina",
Ha detto che, secondo le trascrizioni, Murray ha dato a MJ una flebo di Propofol la notte in cui morì ... OLTRE ai 25 mg. che gli diede inizialmente.
(Durante l'esame incrociato, l'avvocato di Murray sostiene che Murray non ha mai menzionato questo quando ha descritto la notte del 25 Giugno. Dopo un lungo avanti e indietro, Steinberg ha concluso: «Possiamo essere in disaccordo?")
I legali di Murray hanno chiesto a Steinberg se era possibile che Murray avesse lasciato la stanza per più di due minuti ... suggerendo che il dottore possa aver avuto confuso il suo orario.
Il Dott. Steinberg ha messo in chiaro ... MJ sarebbe ancora vivo se Murray avesse semplicemente chiamato subito il 911.
Gli avvocati del Dott. Conrad Murray stanno cercando di cambiare la storia del medico, cercando di convincere i giurati che Michael Jackson aveva avuto più di 2 minuti per auto-somministrarsi la dose fatale di Propofol.
L'avvocato di Murray, J. Michael Flanagan ha suggerito oggi in tribunale - forse i 2 minuti che Murray ha descritto nell'interrogatorio della polizia non erano così precisi. Murray ha detto polizia che ha lasciato il paziente per fare pipì, e quando è tornato Michael non respirava.
Il problema con l'affermazione di Murray - è improbabile che durante i 2 minuti di assenza, MJ si svegliò, afferrò il Propofol e se lo somministrò nella sua gamba.

Quindi ... durante il suo interrogatorio al cardiologo Alon Steinberg, Flanagan ha detto ... "Supponiamo che il dottor Murray sia sparito per un periodo di tempo più lungo di due minuti ... forse dieci ... quindici ... venti ... che differenza ci sia che [MJ] fosse salvabile?"

Ecco la realtà. Nell'ora precedente quando Murray iniziò a rianimare MJ, era stato al telefono per circa 45 minuti. Come abbiamo riportato in precedenza, i poliziotti non credevano che Murray fosse stato fuori dalla stanza solo per 2 minuti. Pensano che lo ha lasciato per fare le sue chiamate. A quanto pare, questa teoria è anche appetibile per la difesa, perché ha dato il tempo a MJ di risvegliarsi ed iniettarsi la dose fatale.

Difesa di Murray cambia la teoria dell'ingestione fatale del Propofol di MJ
L'avvocato del Dott. Conrad Murray ha annunciato in aula che Murray sta abbandonando la tesi secondo cui Michael Jackson si è accidentalmente ucciso auto-sommnistrandosi per via orale il Propofol.
Michael Flanagan ha detto oggi in tribunale che uno studio indipendente per la difesa ha mostrato che la deglutizione Propofol non produrrebbe risultati fatali.
Associated Press aveva riferito inizialmente che gli avvocati di Murray volevano far cadere la tesi che MJ si era auto-somministrato la dose letale, ma non è esatto.
L'avvocato Ed Chernoff, ha detto in apertura delle dichiarazioni che avrebbero mostrato che MJ si era auto-somministrato il farmaco. Chernoff può ancora sostenere che MJ si sia iniettato la dose fatale dopo il risveglio, in uno stato di frustrazione.
Dott. del sonno: "La cura di Murray era 'Inquietante'"
Esperto del sonno - Dott. Nadar Kamangar Testimonia
Il Dott. Nadar Kamangar - un medico esperto per le cure polmonari e specializzato nella medicina del sonno - ha avuto parole dure nei confronti del dottor Conrad Murray ... definendo il suo uso di Propofol "inconcepibile", "immorale" e "inquietante".
Kamangar - che è un consulente per il Medical CA Board - ha detto di trovare "multiple deviazioni estreme" negli standard di cura di Murray per quanto riguarda l'insonnia.
Il Dott. Kamangar ha detto alla corte che l'insonnia è un problema comune in terapia intensiva ... ha detto che usa il Propofol su base giornaliera.
Kamangar ha detto che il Propofol deve essere usato con estrema cautela in quanto può essere imprevedibile, soprattutto quando viene utilizzato con altri sedativi.
Ha detto che il trattamento di Murray su Michael Jackson è pari a "negligenza grave".
Secondo Kamangar, Murray non avrebbe mai dovuto dare a MJ qualsiasi sedativo perché era disidratato ... il che significa che la sua pressione sanguigna era già bassa.
Ha anche detto che la mancata chiamata immediata al 911 di Murray era una "deviazione irragionevole di cura", aggiungendo, che Murray ha perso tempo critico chiamando l'assistente di MJ invece del 911.
Kamangar ha detto alla corte che Murray ha infranto una delle prime regole della medicina - mettere il vostro paziente al primo posto - quando ha visionato le informazioni dei documenti del Pronto Soccorso.
Ha anche detto che Murray si è comportato non eticamente quando scelse di ignorare i "chiari segnali" che MJ fosse dipendente dai farmaci.

UDIENZA 11 GIORNO - 13/10/2011

Esperto del sonno - Dott. Nadar Kamangar Testimonia – 2
Il Dott. Kamangar ha preso la parola anche oggi per continuare la sua testimonianza, insistendo sul fatto che Murray non avrebbe mai dovuto cedere alle richieste di farmaci da parte del suo paziente.

Kamangar ha detto all'avvocato difensore Michael Flanagan che i farmaci che MJ ha preso erano una "ricetta per il disastro", dicendo che il cocktail di medicinali ha causato la morte di MJ.
Ha denominato il fallimento del monitoraggio di Murray come "abnormi violazioni", un fattore che ha contribuito alla morte del cantante.
Kamangar ha detto gli avvocati della difesa che MJ sembrava avere chiari segni di insonnia innescate da "seconde cause" come ansia e dipendenza da farmaci.
Kamangar ha detto che Murray avrebbe dovuto escludere altri possibili problematiche che potevano aver causato l'insonnia di Michael Jackson, prima di somministrare ulteriori farmaci.
Ha detto alla corte, che la prima cosa che Murray avrebbe dovuto fare era di far scrivere a MJ un "diario del sonno" per capire qual'era il problema di fondo del paziente.
Flanagan ha presentato a Kamangar uno studio che mostrava che il Propofol è sicuro per utilizzarlo nella cura dell'insonnia. Kamangar ha detto che lo studio è stato fatto in una zona sotto controllo, dopo che i problemi secondari sono stati esclusi ... ma ha insistito che è incomprensibile utilizzare il Propofol in casa.
Kamangar ha detto che utilizzare il Lorazepam per trattare l'insonnia non è appropriato.
Kamangar ha detto all'avvocato Flanagan che sulla base delle trascrizioni dell'interrogatorio alla polizia - ha creduto che Murray ha dato a MJ 25 mg di Propofol più un importo aggiuntivo non specificato attraverso una flebo il 25 giugno.
Kamanger ha detto che Murray ha sottoposto a MJ ad un "esperimento" dandogli Propofol per curare la sua insonnia.
- Esperto medicina del sonno: Murray ha "sperimentato su MJ"
L'esperto del sonno, il Dott. Nadar Kamangar ha detto oggi ai pubblici ministeri che Murray ha utilizzato MJ come un maiale in India per i pericolosi esperimenti medici.
Kamangar - consulente per il CA Medical Board - ha testimoniato che il Propofol non è mai stato approvato per l'uso nell'aiuto del sonno, specie quando Murray lo ha usato per trattare l'insonnia di MJ ... definendo il trattamento Murray pari a "un esperimento".
L'avvocato di Murray J. Michael Flanagan, ha citato uno studio di ricerca di Taiwan iniziato nel 2010, in cui 64 pazienti con insonnia sono stati trattati con successo con il Propofol - ma Kamangar ha sottolineato ...lo studio ha avuto luogo dopo la morte di MJ ... in ambiente ospedaliero sicuro.
Il testimone, il dottor Nader Kamangar non si è trattenuto Giovedi nella sua valutazione sulla cura del dottor Conrad Murray per il Re del Pop.
L'esperto polmonare e del sonno ha testimoniato la "negligenza grave" del Dott. Muray ha causato la morte di Michael Jackson.
Il medico ha anche abbattuto la teoria della difesa che Jackson è responsabile della propria morte perché auto-medicatosi senza la conoscenza del dott. Murray.
L'avvocato difensore Michael Flanagan ha chiesto: "E' della stessa posizione, anche se Michael Jackson si è auto-medicato con quantità eccessive di lorazepam somministrate ai 25 mg di propofol, che il Dr. Murray è ancora responsabile della sua morte?"
Il Dott. Kamangar ha risposto: "Assolutamente."
La posizione del Dott. Kamangar è che il dottor Murray avrebbe dovuto prendere l'iniziativa per sapere quali farmaci erano presenti nel sistema di Jackson, prima di dargli un pericoloso anestetico come il propofol.
Rimanere e aiutare MJ, o chiamare il 911?
La Difesa nell'udienza ha ribadito che Murray ha fatto la cosa giusta nel rimanere con Michael Jackson, invece di lasciarlo per chiamare il 911 (alla fine ha chiesto alla guardia di sicurezza di effettuare la chiamata). Questo contraddice totalmente la testimonianza ascoltata ieri dal dottor Alon Steinberg, che disse che Michael Jackson sarebbe ancora vivo se il dottor Conrad Murray avesse chiamato immediatamente il 911.
Steven Shafer, esperto anestesista, Testimonia
I giurati di Giovedi hanno ascoltato il testimone finale dell'accusa nel processo contro Murray, il dottor Steven Shafer, uno dei maggiori esperti dell'anestetico propofol che ha inventato le linee guida per il dosaggio del farmaco, quando è stata introdotto (sono sue le istruzione sull'etichetta delle bottiglie del Propofol).
Shafer ha affermato che, sebbene i pazienti possono svegliarsi dal farmaco in pochi minuti, anche dopo essere stati sedati per un massimo di 10 giorni, le cose possono andare male con altrettanta facilità.
"Guardate come questa curva è piatta," ha detto il medico, mostrando uno dei grafici ai giurati delle sue analisi sugli effetti del farmaco. "Se siete fuori dalla linea anche un pò, avendo somministrato troppo farmaco, l'effetto si può effettivamente estendersi per ore, prima che una persona si risvegli dalla sedazione"..

Per l'accusa è intervenuto il Dott. Steven Shafer, anestesista e farmacologo di fama mondiale.
Per la difesa un altro anestesista di fama mondiale e farmacologo, il Dott. Paul White.
Il duo sarà presente in tribunale la prossima settimana e dirà cosa realmente è successo a Michael Jackson. Anche se di solito sono abituati a incrociare le traiettorie in maniera molto diversa e più amichevole.
Infatti i due medici si sono incontrati la prima volta nel 1981 e sono stati colleghi e amici per 33 anni. Lavorano su una pubblicazione anestesiologia insieme e saranno entrambi presenti (e ricevere premi) alla conferenza per la American Society degli anestesisti che si terrà questo weekend a Chicago. La conferenza è il motivo per cui la corte si ha concluse questo Giovedi le udienze e non si terrà Venerdì.

Questi due sono sicuramente esperti nel loro campo, ma come si svolgerà la loro testimonianze in aula? .. Saranno per lo più probabile in accordo su un sacco di cose ...su quello che non saranno d'accordo sarà interessante da vedere.
La questione più importante è che sono divisi su come la dose letale di anestetico propofol è entrato nel corpo di Jackson.
Il Dott. White probabilmente testimoniarà per la difesa che i livelli di propofol rilevati nel sangue di Jackson dal tossicologo, indicano che Jackson avrebbe potuto rapidamente iniettarsi una singola dose di propofol tutto in una volta, con la conseguente morte.
Il Dott. Shafer è atteso a testimoniare su quei livelli nello stesso sangue di propofol possono essere stati raggiunti solo se Jackson stava ricevendo propofol, probabilmente da una flebo che somministrava constantemente.
I due probabilmente saranno d'accordo su uno studio dal Cile che la procura sta usando per sostenere il suo caso che Jackson non ha ingerito per via orale il propofol.
Lo studio su studenti universitari ha concluso che "se si beve propofol, avrà effetti banali sulla persona", secondo il procuratore David Walgren.
E 'chiaro che la questione sarà rilevante per il processo, perché la difesa ha detto che sta abbandonando la sua teoria secondo la quale Jackson si sia auto-somministrato per via orale la dose letale di propofol.
Lunedi ', il Dott. Shafer continuerà la sua testimonianza. Quando Shafer terminerà lo stato dovrebbe riposare il suo caso. Sarà chiamato sul banco dei testimoni il Dott. White da parte della difesa.

15/10/2011

Il 14/10, durante un'udienza alla quale non hanno partecipato nè Murray e nè i giurati, gli avvocati di entrambe le parti hanno riferito al giudice di prevedere la fine del processo entro il 21 o 24 Ottobre.
In questi dodici giorni di processo, l'accusa ha chiamato a deporre 33 testimoni, mentre la difesa ne chiamerà all'incirca altri 15, tra cui "agenti di polizia, esperti e alcuni testimoni".
Successivamente, il giudice ha ammesso altre 211 prove dell'accusa, già visionate dai giurati. Quest'ultimi potranno accerdervi illimitatamente durante le delibere, fatta eccezione per i flaconi di Propofol, i residui di farmaci, gli strumenti medici ed altri articoli potenzialmente pericolosi.
La difesa ha obiettato solo nei confronti di due prove: un filmato di Jackson intento a provare per i concerti del TII ed una foto dei tre figli del cantante.
Pastor, irritato quando Walgren e il co-procuratore Deborah Brazil si sono presentati in tribunale con sei minuti in ritardo, hanno avuto ognuno una multa di $ 60.
Il giudice ha rinviato la riscossione delle multe in un "un secondo momento", quando spiegeranno i motivi del loro ritardo.

UDIENZA 12 ottobre 2011
Sessione mattutina

La testimonianza del Dr. Alon Steinberg
Interrogatorio del procuratore Walgren
Steinberg è un cardiologo specializzato da 13 anni. Non è un esperto di anestesia, medicina del sonno, farmacologia o tossicodipendenza.
Steinberg ha esaminato il curriculum di Conrad Murray e non era un cardiologo specializzato il 25 giugno 2009. Steinberg dice che la certificazione di specializzazione richiede 2 giorni di test e il 90% dei cardiologi la ottiene.
Lui è un revisore esperto per la California Medical Board, passa in rassegna le azioni di altri medici per assicurare che lo standard di cura sia stato rispettato. Esistono 3 livelli: nessuna deviazione, deviazione semplice e deviazione estrema. Deviazione estrema viene anche definita grave negligenza.
Steinberg ha fatto una revisione di questo caso, ha condotto in precedenza altre 8 recensioni, in 4 casi ha trovato il livello di 'nessuna deviazione', negli altri 4 casi ha trovato la 'deviazione semplice' di cura. Questa è la prima volta che ha visto una 'deviazione estrema' dagli standard di cura.
I cardiologi utilizzano la sedazione per diverse procedure e qualche volta viene usato il Propofol. I cardiologi devono dunque essere esperti di sedazioni lievi o moderate. Durante una sedazione lieve il paziente è coscente e in grado di parlare, rispondere o muoversi. La sedazione profonda è quando i pazienti rimangono sensibili al dolore o agli stimoli ripetuti. L'anestesia generale è quando i pazienti non sentono alcun dolore. I cardiologi non studiano la sedazione profonda. Quando questa è necessaria, chiamano un anestesista e in questo caso può essere utilizzato il Propofol.
Durante una sedazione lieve o moderata si usano le benzodiazepine, per la sedazione profonda invece sono tenuti a dare Propofol sotto la sorveglianza di un anestesista.
Steinberg ha esaminato questo caso. Ha concentrato la sua revisione sulla base dell'interrogatorio di Murray con la polizia, ha voluto giudicare il dottore sentendo direttamente le sue parole.
Steinberg ha trovato 6 deviazioni estreme dallo standard di cura.
1) Il Propofol non era indicato dalle procedure mediche. Steinberg dice che il Propofol è un anestetico e in questo caso non c'era un consenso informato scritto. Il paziente deve essere informato dei rischi e dei benefici del trattamento. Steinberg non ha mai sentito parlare di Propofol come medicinale per curare l'insonnia. Quest'uso scorretto perciò determina la grave deviazione estrema.
2) Il Propofol è stato somministrato in un ambiente domestico, senza adeguate attrezzature e senza personale adeguato.
Walgren chiede quali sono le attrezzature necessarie. Steinberg dice che prima di tutto serve un saturimetro con un allarme e l' ossimetro che aveva Murray non aveva un allarme. Steinberg dice che in quelle condizioni Murray avrebbe dovuto fissare MJ non-stop ogni secondo. Steinberg dice che dovrebbe essere automatico tenere a portata di mano un misuratore per la pressione sanguigna, per controllare la pressione arteriosa almeno ogni 5 minuti. Murray ne aveva uno manuale ma non lo usò. Un'altra cosa che sarebbe stata utile è un monitor ECG per monitorare il ritmo cardiaco. Serviva anche una bombola di ossigeno con una cannula nasale o una mascherina. Un'altra attrezzatura necessaria è un palloncino da ambulanza. Murray ne aveva uno, ma non lo usò, fece il bocca a bocca. È inoltre necessario avere a portata di mano un modo per chiedere aiuto. Serviva anche un tabellone per praticare al meglio il CPR. Si ha anche bisogno di una batteria di back up per le apparecchiature in caso di black out. Servono attrezzature per le vie respiratorie, come un tubo endotracheale e inoltre si ha bisogno di un defibrillatore.
Si devono possedere diversi farmaci, tra cui fluamzenil, Narcan, lidocaina, beta-bloccanti, l'atropina, dopamina, adrenalina, prednisone, destrosio.
Steinberg dice che quando si pratica una sedazione è necessario anche il BLS (Basic Life Support) e l'ACLS (Advanced Cardiac Life Support) con l'aiuto di un assistente specializzato.
3) Preparazione inadeguata per un'emergenza. È necessario avere i farmaci pronti, le attrezzature pronte e una persona pronta ad aiutarvi. Dovete essere pronti a usare questi farmaci e le attrezzature in caso di emergenza.
4) Cura impropria durante l'arresto. Quando MJ non respirava più Murray eseguì il protocollo in modo scorretto.
Steinberg spiega che quando è in atto un arresto cardiaco, il cuore smette di battere, non c'è pressione sanguigna e il paziente crolla. In questo caso si chiama il 911, si usa un defibrillatore e si fà il CPR su una superficie dura.
Nel caso di Michael Jackson si è trattato di un arresto respiratorio, MJ ha smesso di respirare e il livello di ossigeno è sceso. Il cuore poi ha iniziato a battere più forte cercando di distribuire il poco ossigeno rimasto nel corpo. Secondo la dichiarazione di Murray in questo momento lui torna dal bagno. Se non fai niente, il cuore si indebolisce a causa della mancanza di ossigeno e si ferma, ma c'è ancora un'attività elettrica. Questo è il PEA (attività elettrica senza polso). Dopo il PEA c'è l'asistolia.
Steinberg dice che Murray avrebbe dovuto chiamare subito il 911 e poi cercare di rianimare MJ, avrebbe dovuto usare il palloncino da ambulanza e dargli il Flumanezil. Steinberg dice che è inammissibile che Murray fece solo delle compressioni toraciche. Si trattava di un arresto respiratorio, non un arresto cardiaco, non c'erano nè pressione sanguigna nè pulsazioni. Murray non avrebbe neanche dovuto fare il CPR in quel momento.
Il CPR fatto da Murray poi era di scarsa qualità perché MJ era su un letto. Deve essere fatto invece su una superficie dura, come sul pavimento e fatto con 2 mani non con una sola. Steinberg dice che sarebbe stato molto facile mettere MJ sul pavimento.
5) Mancanza di un'appropriata richiesta d'aiuto. Murray avrebbe dovuto chiamare il 911 immediatamente. Avrebbe dovuto sapere che non aveva i farmaci adeguati e le attrezzature necessarie per affrontare un'emergenza simile, ma ha chiamato Williams e questo ha causato un ritardo significativo. Ci volevano solo 4 minuti, avrebbe potuto ricevere aiuto molto prima.
Per ogni minuto di ritardo nel chiamare i soccorsi, ci sono sempre meno possibilità che il paziente sopravviva e che abbia danni permanenti al cervello. Walgren: "Ogni minuto è importante".
Steinberg dice che è strano chiamare un assistente invece di chiamare il 911, Murray come medico doveva aver capito che aveva bisogno di aiuto e chiamare il 911.
6) Il mancato mantenimento di un'adeguata documentazione medica. Le cartelle cliniche sono importanti per diverse ragioni. Le compagnie di assicurazione le vogliono e la seconda ragione è il contenzioso, la ragione più importante per una migliore assistenza sanitaria per il paziente. Murray non ha documentato una sola cosa, non ha chiesto quando era l'ultima volta che MJ aveva mangiato, non ha fatto alcuna registazione dei segni vitale nè un esame fisico. Non c'era il consenso informato, non ha scritto quale farmaco ha dato e quale è stata la reazione. Murray era confuso e non era in grado di spiegare la storia di MJ o ciò che i paramedici gli avevano dato.
Walgren chiede se poteva essere più disonesto che confuso. Steinberg dice di si.
Steinberg ha concluso che queste deviazioni estreme hanno contribuito direttamente alla morte di MJ, senza queste deviazioni, MJ sarebbe ancora vivo.
Walgren chiede sulla base delle dichiarazione di Murray, che dice di aver dato benzodiazepine e 25 mg di Propofol, se sia possibile avere una depressione respiratoria. Steinberg risponde di sì.
Walgren presuppone che tutto sia avvenuto nel modo in cui Murray lo ha descritto e che lui abbia lasciato MJ solo, MJ sarebbe stato in grado di prendere le pillole di Lorazepam o il Propofol? Steinberg dice tutte le cose che ha detto fino ad ora sono ancora valide, non si lascia mai il paziente da solo, lo si deve sempre monitorare. Se lo stesso MJ si è somministrato qualcosa vuol dire che Murray era via e ciò non sarebbe dovuto accadere. Steinberg paragona il lasciare un paziente sotto l'effetto di Propofol da solo con il lasciare un bambino che dorme solo sul bancone della cucina. Steinberg dice che il bambino si potrebbe svegliare e cadere.
Steinberg dice poi che i farmaci non avrebbero dovuto essere a portata di MJ, spiega come negli ospedali ogni farmaco sia tenuto sotto chiave e dice che mettendo i farmaci in bella vista è un rischio prevedibile che il paziente possa auto-somministrarseli e prendere il farmaco sbagliato.
Pausa di metà mattina
Controinterrogatorio della difesa (Flanagan)
Steinberg al momento non è specializzato nell'uso di Propofol. Quando Steinberg era a New York aveva i privilegi per usarlo, nel suo lavoro attuale invece non ne ha e non lo utilizza da 7 anni. Quando era a New York si sentiva sicuro nell'utilizzarlo perché era preparato nella protezione delle vie respiratorie.
Flanagan chiede se c'è una differenza di attrezzature necessarie per la sedazione moderata e quella profonda. Steinberg risponde di no, sono le stesse.
Flanagan chiede se Steinberg pensa che la dichiarazione di Murray ai poliziotti sia approfondita e completa. Steinberg dice di aver pensato che fosse completa.Flanagan domanda come fà Steinberg a sapere che Murray non aveva un consenso informato. Steinberg dice perché non c'era. Flanagan chiede se il consenso informato può essere orale, Steinberg dice che deve essere scritto. "Se non è scritto non è fatto". Steinberg dice di non aver mai sentito parlare di un consenso orale. Flanagan chiede se un documento scritto abbia qualcosa a che fare con la morte di MJ. Steinberg risponde che se MJ fosse stato informato sui rischi e benefici non avrebbe mai acconsentito.
Dice che non può sapere se MJ era stato informato, ma presuppone che lui non lo fosse, perchè avrebbe dovuto prendere un potente farmaco potenzialmente pericoloso senza un adeguato monitoraggio. Steinberg dice che MJ non sarebbe mai stato d'accordo.Flanagan chiede se Steinberg sa nulla riguardo la propensione di MJ nei confronti dei farmaci e cita il Demerol e il dr.Klein. Flanagan dice: se MJ fosse stato un tossicodipendente, avrebbe accettato? Steinberg dice che se lui era un tossicodipendente si sarebbe somministrato il tutto da solo da subito.
Altri medici utilizzano il Propofol, come i dentisti,i gastroenterologi, i medici di pronto soccorso. Ma le loro società danno consigli su come usarlo e sono addestrati per farlo, dice Steinberg. Le loro stesse società forniscono le apparecchiature di monitoraggio.
Che cosa ha ucciso MJ? chiede Flanagan. Steinberg dice un arresto respiratorio, perché aveva ancora un impulso il che significa che c'era frequenza cardiaca e pressione sanguigna. Murray ha detto che c'erano delle pulsazioni in seguito al PEA.
Steinberg afferma che secondo la dichiarazione di Murray, lui ha trovato MJ intorno a mezzogiorno e i soccorsi sono arrivati alle 12:26. C'è stato un ritardo nel chiamare il 911 di almeno 12 minuti.
Flanagan chiede che cosa farebbero 2 mg di Lorazepam ad un paziente. Steinberg dice di non essere un esperto, lo diede come sedativo per via orale, ma non lo ha mai usato via flebo.
Flanagan dice che Murray ed MJ avevano discusso sul Propofol durante le 3 notti precedenti al 25 giugno e Murray gli disse che non era un bene per lui e che quindi lo avrebbe "svezzato".
Steinberg afferma che Murray, come da lui dichiarato, diede inizialmente 25 mg di Propofol attaccando MJ alla flebo. Flanagan nega che ci fosse una flebo. Steinberg dice che 25 mg di Propofol non avrebbero avuto senso perchè non si sarebbe addormentato per molto tempo.
Flanagan insiste dicendo che non c'era una fleboclisi in funzione il 25, Steinberg dice di si. C'era una flebo e l'interrogatorio con la LAPD lo dimostra. Sono d'accordo sul fatto che non sia chiaro, ma Steinberg dice che così non avrebbe senso, è logico che Murray attaccò la flebo come aveva fatto le sere precedenti. MJ si sarebbe logicamente risvegliato e non c'era ragione per cui Murray quella sera avesse dovuto cambiare i suoi metodi.
Flanagan dice che 25 mg non è una dose massiccia e MJ avrebbe dormito per 4-7 minuti. Steinberg è d'accordo. Così Flanagan chiede se MJ dormiva ancora non poteva essere per altri motivi come il fatto che fosse stanco? Steinberg dice che non crede che MJ fosse ancora addormentato se non era attaccato ad una flebo. Il protocollo dice che dopo la somministrazione di Propofol si dovrebbe guardare il paziente. Steinberg dice che non basta solo guardare però per sapere se il paziente è in lieve sedazione o in sedazione profonda. Deve essere costantemente controllato per la reazione agli stimoli. Steinberg dice Murray avrebbe dovuto svegliare MJ. Il fatto che fosse ancora addormentato dopo 10 minuti, se non c'era una flebo, è molto allarmante, poteva significare che qualcosa stava andando storto.
Flanagan dice che in uno studio a Taiwan sull'insonnia cronica primaria è stato utilizzato il Propofol. Steinberg afferma che l'articolo risale al 2010, nel 2009 quando Murray ha dato il Propofol ad MJ non c'era ancora alcuna conoscenza medica che il Propofol poteva essere dato per dormire. Murray è stato immorale nel dare Propofol senza alcuna conoscenza medica. L'articolo dice che il Propofol può essere dato per 2 ore a notte, non 5 notti, 8 ore a notte, per 2 mesi consecutivi. L'articolo dice che questo test ha avuto successo, ma non è ancora usato come farmaco per il sonno perché è ancora in fase sperimentale, non ci sono dati sufficienti. Ha bisogno di essere ampiamente studiato e testato, Murray è il primo medico che sento ad aver utilizzato il Propofol per l'insonnia, dice Steinberg.
Flanagan chiede come fà a sapere che Murray non ha utilizzato il palloncino da ambulanza, Steinberg dice perché Murray ha detto che ha fatto il bocca a bocca. Flanagan chiede come fà a sapere che Murray non ha utilizzato il bracciale della pressione sanguigna, Steinberg dice perché non era attaccato ad MJ, neanche il pulsossimetro lo era.
Non so cosa sia successo tra le 11 e le 12 o per quanto tempo Murray abbia visto MJ o quando Murray è andato in bagno, dice Steinberg. Flanagan gli chiede se ha un'idea circa il tempo effettivo della morte. Steinberg dice che MJ è stato dichiarato morto alle ore 14:26 ma probabilmente era clinicamente morto da prima.
Steinberg dice che basandosi sull'interrogatorio di Murray, quando lui è tornato e ha visto MJ, in quel momento, MJ si poteva ancora salvare. Murray ha detto di aver lasciato MJ per 2 minuti, utilizzando il palloncino e i farmaci per sovvertire l'effetto del Propofol e chiamando il 911, MJ si sarebbe salvato.
Flanagan dice a Steinberg di supporre che Murray fosse stato via per più di 2 minuti. Steinberg non è d'accordo, non possono modificare le dichiarazioni che Murray ha fatto alla polizia. Flanagan cita le telefonate; Steinberg non vuole esprimersi in merito. Steinberg dice che Murray non avrebbe dovuto essere al telefono e se aveva dato solo 25mg di Propofol ad MJ avrebbe dovuto risvegliarlo. Steinberg dice ancora che MJ era sicuramente attaccato ad una flebo.
Flanagan dice se Murray fosse stato via per più di 2 minuti, MJ si poteva salvare? Steinberg dice di si, perché secondo la dichiarazione di Murray MJ aveva ancora battito al polso, pressione arteriosa e il cuore batteva, dunque con le attrezzature adeguate si sarebbe potuto salvare. Steinberg dice che MJ non era in PEA quando Murray è tornato perché aveva un impulso. Flanagan chiede come fa a sapere che MJ avesse un impulso, Steinberg dice perché Murray lo ha detto. Perchè non poteva essere in PEA? Perchè se un paziente è in PEA non c'è alcun impulso, risponde Steinberg.
Flanagan domanda che cosa Murray avrebbe dovuto fare. Steinberg dice che avrebbe dovuto chiamare il 911 e ci sarebbero voluti solo 2 secondi. Il protocollo dice che i medici hanno 2 minuti per determinare la situazione. Flanagan chiede se Murray fosse andato giù a chiedere aiuto alle 12:05 - 5 minuti dopo - se sarebbe una violazione dello standard di cura. Steinberg dice di si perchè non avendo la giusta attrezzatura doveva solo chiamare il 911 il prima possibile.
Flanagan cerca di parlare di Kai Chase. Steinberg dice Murray non chiese a Kai di chiamare il 911. Flanagan si chiede cosa sarebbe se successo se Murray avesse chiesto aiuto dopo 5 minuti e non dopo 2, Steinberg dice che si tratterebbe ancora di una 'deviazione' dallo standard di cura.
Flanagan chiede se ha parlato con Murray per riesaminare il caso. Steinberg dice di no e di non averlo nemmeno chiesto, ha semplicemente utilizzato il nastro con le due ore di interrogatorio dela polizia.
Flanagan domanda che cosa Murray avrebbe dovuto fare in 2 minuti. Chiamare il 911, inclinare la testa per aprire delle vie respiratorie, farlo respirare con il palloncino e dargli il Flumazenil, risponde Steinberg e aggiunge che lui avrebbe fatto la chiamata al 911 come prima cosa. Murray avrebbe dovuto aiutare MJ a respirare.
Murray non aveva nessuno vicino a sè a cui poteva dire di chiamare il 911 dice Flanagan, se non aveva nessuno intorno doveva chiamare lui il 911 ribadisce Steinberg. Nel tempo che ha impiegato a chiamare le guardie di sicurezza avrebbe potuto chiamare i soccorsi, aveva un telefono cellulare, dice Steinberg. Avrebbe perso 2 secondi per dire "Sono un dottore, c'è un arresto cardiaco, venite al 100 Carolwood ora" oppure poteva mettere il vivavoce e continuare a fare ciò che stava facendo.
Flanagan gli chiede se sia consapevole che i soccorsi hanno detto che MJ era fresco al tatto. Sì, ma Murray disse che era caldo, risponde Steinberg, si può raggiungere una temperatura fredda in 26 minuti se non si ha più pressione sanguigna, spiega.
Flanagan chiede se lui non ha alcun dubbio sul fatto che se Murray avesse chiamato il 911 immediatamente MJ sarebbe ancora vivo. Steinberg dice che non ha alcun dubbio, avrebbe potuto salvarlo. Murray ha detto che non aveva polso dopo aver chiamato Williams alle 12:12 quindi, se i paramedici fossero stato lì alle 12:05 o alle 12:10, avrebbero potuto salvarlo.
Flanagan dice che forse Murray, in situazione di emergenza, si sia potuto essere sbagliato sul fatto che MJ non avesse polso. Steinberg dice che c'è una chiara evidenza che c'è stato un ritardo nel chiamare il 911, Murray scese le scale e chiamò Williams piuttosto che chiamare i soccorsi.
Basandosi dunque su questi fatti, crede che Murray sia responsabile della morte di Michael Jackson? chiede Flanagan. Si, risponde il dr. Steinberg.
Flanagan chiede se Murray avrebbe dovuto spostare MJ sul pavimento anche se aveva la flebo attaccata. Steinberg dice che avrebbe dovuto bloccare il tubicino e poi, facendo attenzione, avrebbe dovuto metterlo sul pavimento.
Flanagan domanda se è corretto girare il paziente su un fianco e aprirgli la bocca con un dito invece di fare la respirazione bocca a bocca. Steinberg dice è necessario aiutare la respirazione.
Se un dottore ha un solo paziente, deve lo stesso documentare ogni cosa che fa? Deve farlo perchè come è successo a Murray, può non ricordare perfettamente cosa gli ha dato e non aiutare i paramedici, risponde Steinberg.
Flanagan chiede se il fatto di non avere appunti abbia ucciso MJ. No, non avrebbe causato la morte, ma resta sempre una 'deviazione' dallo standard di cura.
Pausa pranzo
Sessione pomeridiana

La testimonianza del Dr.Steinberg continua
Controinterrogatorio del procuratore Walgren
Steinberg afferma che Murray ha agito come se non fosse certificato in supporto avanzato di rianimazione cardiovascolare.
Quando lui usava il Propofol a New York si trovava in ambito ospedaliero.
Steinberg afferma che i gastroenterologi, dentisti e medici del pronto soccorso che usano il Propofol ricevono una formazione adeguata, con un personale qualificato e apparecchiature di monitoraggio appropriati.
Steinberg dice che l'articolo sullo studio riguardo il Propofol a Taiwan è stato pubblicato nel 2010 ed è stato uno studio sperimentale. Ai pazienti è stato somministrato il Propofol in un ospedale, con le attrezzature del caso, l'esperimento è stato approvato dal loro comitato etico. Steinberg afferma che c'erano consensi informati firmati dai pazienti. Dovevano essere a digiuno da 8 ore e il Propofol è stato somministrato da un anestesista. Steinberg afferma che i pazienti sono stati costantemente monitorati ed erano attaccati anche a dei pulsossimetri. Il Propofol è stato somministrato con una pompa per infusione, non da una flebo e non sono stati utilizzati altri farmaci. Steinberg dice che gli autori di questo articolo hanno espressamente scritto che lo studio è in fase sperimentale e che non stabilisce uno standard di cura. Steinberg afferma che ciò che Murray stava facendo era essenzialmente un esperimento.
Walgren dice che se dovesse credere che Murray abbia dato solo 25 mg di Propofol e che non ci fosse una flebo, trarrebbe le stesse conclusioni? Steinberg afferma sì, lo standard di cura è stato 'deviato' a causa di un ambiente non controllato, senza attrezzature adeguate, cartelle cliniche mancanti, era prevedibile che ci sarebbe stata una depressione respiratoria (arresto respiratorio).
Steinberg dichiara che Murray ha avuto un ruolo diretto nel causare la morte di MJ.
Controinterrogatorio della difesa (Flanagan)
Steinberg dice che lo studio del sonno ha dimostrato che il Propofol può aiutare chi soffre di insonnia.
La mancanza di una batteria di backup non ha portato MJ alla morte, però, altre 5 'deviazioni' su 6 lo hanno fatto.
Steinberg afferma di aver letto l'interrogatorio di Murray con la polizia di Los Angeles e che Murray ha dato il Propofol ad MJ per 40-50 giorni senza incidenti. Steinberg dice che Murray somministrò il Propofol senza l'attrezzatura adeguata, ritardò nel chiamare il 911, fece una cura impropria durante l'arresto e tutte queste cose sono dei fatti.
Controinterrogatorio del procuratore Walgren
Steinberg afferma che anche se la teoria della difesa che MJ si sia auto-iniettato il Propofol e quindi si fosse accidentalmente suicidato, fosse vera, secondo le parole dello stesso Conrad Murray, Murray sarebbe ancora un fattore causale per la morte di MJ.

Testimonianza del Dr. Nader Kamangar
Interrogatorio del procuratore Walgren
Kamangar dice di essere pneumologo/medico di terapia intensiva/esperto di medicina del sonno presso l'UCLA. Ha un certificato di specializzazione in quattro aree: medicina interna, pneumologia, terapia intensiva e medicina del sonno.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 17, 2011, 09:52:53 AM
Kamangar è anche revisore medico per il Consiglio di medicina della California e ha valutato i trattamenti fatti da Murray ad MJ. Afferma che il Propofol viene usato in unità di terapia intensiva su base giornaliera. Kamangar si è specializzato nell'uso di Propofol e dice che viene usato per il posizionamento di tubi endotracheali e su persone attaccate a macchine di respirazione. Kamangar afferma che il Propofol è il farmaco più comunemente usato in questi casi.
Kamangar dichiara di aver trovato diverse 'deviazioni' dallo standard di cura nei trattamenti di Conrad Murray eseguiti su MJ:
1. Il Propofol è stato dato in un contesto inaccettabile: eseguire una sedazione profonda in un ambiente domestico è inconcepibile ed è una grave vìolazione degli standard di cura.
2. Advanced Cardiac Life Support (ACLS): la persona che somministra il Propofol deve essere preparata in ACLS e nella gestione delle vie respiratorie. Poichè vi è il rischio di ipoventilazione (diminuzione del tasso di respirazione), apnea e l'ostruzione delle vie respiratorie.
3. Bisogno di assistenza: Murray aveva bisogno di una seconda persona (un infermiere) per monitorare e prestare attenzione completa e assoluta ad MJ, soprattutto se Murray stava per lasciare la stanza. Abbandonare il proprio paziente è una vìolazione del giuramento di Ippocrate.
4. Pre-procedura di installazione:è imperativo essere preparati a circostanze impreviste. Le cose possono cambiare molto rapidamente. Un paziente può stare bene e il minuto dopo avere un problema. Murray aveva bisogno di un catetere di aspirazione, in quanto i pazienti possono rigurgitare nelle loro vie respiratorie e bloccarle causando il decesso. Servono un crash cart (farmaco a portata di mano: adrenalina, efedrina, farmaci per correggere il battito cardiaco, ecc ..), un pulsossimetro, un defibrillatore, una pompa di infusione automatica (per il dosaggio preciso di Propofol).
Kamangar afferma che tutti questi fattori costituiscono un'estrema deviazione dagli standard di cura e sono l'equivalente di una colpa grave. Non ho mai visto qualcuno dare Propofol in casa in queste condizioni, dice Kamangar.
5. Documentazione medica: o la storia medica, le reazioni ad un farmaco. Per esempio la pressione sanguigna può apparire normale, ma non è normale per un particolare paziente; il cambiamento della pressione arteriosa potrebbe essere l'indicazione di un problema.
6. MJ è stato lasciato solo. Questo non è accettabile, soprattutto perché Murray non aveva le giuste apparecchiature.
7. Uso di benzodiazepine. Il Lorazepam e il Midazolam insieme al Propofol possono avere diversi effetti: depressione respiratoria significativa, riduzione della gittata cardiaca, diminuzione della pressione sanguigna e arresto cardiaco.
8. Disidratazione: la circolazione del sangue non è buona quando si è disidratati, causa bassa pressione sanguigna. Le benzos e il Propofol la abbassano ulteriormente. Murray non avrebbe dovuto utilizzare benzos o Propofol se il paziente era disidratato.
9. Ritardo nel chiamare il 911: Avrebbe dovuto chiamare immediatamente il 911.
10. CPR improprio: Murray ha dichiarato che c'era un impulso, quindi il cuore batteva, il problema allora era respiratorio non cardiaco. Murray avrebbe dovuto trattare le vie respiratorie mettendo il palloncino con la mascherina sulla bocca di MJ. Il CPR effettuato da Murray era inefficace, il paziente non era su una superficie dura ed è stato fatto con una sola mano. Se fatto correttamente il CPR consente di riavviare circa il 20% della circolazione sanguigna normale.
Se Murray ha trovato MJ a mezzogiorno e chiamò Williams alle 12:12, vuol dire che per 12 minuti circa c'è stata una mancanza di flusso di sangue agli organi vitali, soprattutto al cervello, dice Kamangar. Alcuni individui sono più sensibili di altri ad una mancanza di ossigeno tale. In genere ci vogliono 3 o 4 minuti prima che le cellule cerebrali comincino a morire. Il tempo è davvero importante, sottolinea Kamangar. Il 911 è stato chiamato alle 12.20, dopo 20 minuti, a quel punto il danno diventa irreversibile.
Kamangar afferma che Murray ha ingannato i paramedici e il personale di pronto soccorso perché non ha fornito delle informazioni precise e questa è un'altra delle tante deviazioni dagli standard di cura.
Murray non ha adeguatamente valutato l'insonnia. L'insonnia può avere molte cause, quindi è importante avere una storia dettagliata sul paziente. Murray doveva escludere problemi secondari (problemi psicologici, abuso di sostanze, le condizioni di fondo, ansia cronica, depressione, ecc ..)
L'insonnia è definita dopo la mancanza di sonno ristoratore per almeno 4 settimane o più. Kamangar dice che una volta esclusi tutti i problemi secondari può essere considerata allora insonnia primaria.
Al fine di diagnosticare e trattare l'insonnia è necessario avere la storia dettagliata del sonno del paziente: quando va a letto, quando non riesce ad addormentarsi, quando si sveglia, ecc. e controllare l'apnea nel sonno. In alcuni casi è necessario uno studio del sonno approfondito.
Kamangar dice che una storia dettagliata farmaceutica era necessaria, sia per le cose prescritte che per quelle da banco (ad esempio le pillole per l'emicrania che contengono caffeina possono causare insonnia) o droghe illecite.
Kamangar afferma che bisognava fare un esame dettagliato fisico, alcune condizioni di base possono causare insonnia, per esempio l'asma, un'insufficienza cardiaca congestizia, diabete, problemi alla vescica, ingrossamento della prostata, tiroide, ecc.
L'esame del sangue era necessario per escludere determinate condizioni: diabete, problemi ai reni, alle gambe ecc.
Un workup del sangue avrebbe rivelato l'uso di sostanze stupefacenti. Kamangar dice poi che se il paziente non fornisce le informazioni richieste, il medico può rifiutarsi di curarlo.
Quando tutti i procedimenti ed esami appena citati sono stati tutti eseguiti, allora il medico può curare la condizione di base che causa l'insonnia, dice Kamangar.
In questo caso Murray non aveva la storia dettagliata. Inoltre, non ha controllato quale fosse il problema principale per l'insonnia di MJ.
Murray ha detto di aver saputo che altri medici stavano trattando MJ, ha detto di aver visto i segni delle flebo sul suo corpo. Kamangar dice che se Murray non riusciva ad ottenere le informazioni da MJ, avrebbe dovuto rifiutare di lavorare per lui e rifiutarsi di dare ulteriori farmaci. Ma Murray non lo ha fatto e questo è immorale.
Murray ha bypassato la valutazione di insonnia e la storia dettagliata, questa è un'altra evidente deviazione di cura.
Kamangar dice che era ovvio ci fossero probabilmente cause secondarie di insonnia in MJ (ansia o depressione) e che tali cause di fondo dovevano essere trattate.
Esiste anche una restrizione del sonno, in cui il medico dovrebbe dire al paziente di andare a letto tardi e limitare il tempo che passa nel letto.
Ci sono anche tecniche di rilassamento che vengono usate per trattare l'insonnia.
Ma Murray non ne ha utilizzata una, ha iniziato direttamente con l'approccio farmacologico.
Approccio farmacologico: 3 farmaci che non sono benzos devono essere utilizzati prima, perché non creano dipendenza. Un buon farmaco è la melatonina.
Kamangar cita poi quattro diverse benzodiazepine che si usano per l'insonnia. Il loro obiettivo principale è quello di trattare le condizioni di base (ansia).
Midazolam: non è appropriato per un uso a lungo termine in caso di insonnia primaria
Valium: non è appropriato per un uso a lungo termine in caso di insonnia primaria
Lorazepam: può essere utilizzato a breve termine, sotto forma di pastiglie. Per non più di 3 o 4 settimane, per trattare le condizioni di fondo, non l'insonnia.
L'uso di lorazepam e midazolam per trattare l'insonnia è un'altra deviazione estrema dallo standard di cura, specialmente nella forma da inniettare in flebo.
E' inconcepibile usare il Propofol per la gestione dell'insonnia, indipendentemente dall'impostazione. E' "oltre ogni comprensione, inconcepibile e preoccupante" dice Kamangar. Si tratta di una deviazione dallo standard di cura già in partenza, soprattutto se non si sono studiati i motivi scatenanti dell'insonnia del paziente.
Anche se MJ avesse preso lorazepam e Propofol da solo, Murray è stato il fattore causale nella sua morte, soprattutto se MJ aveva avuto problemi di abuso di sostanze. Il lorazepam e il Propofol non avrebbero dovuto essere a portata di mano del paziente, dichiara Kamangar.
C'è il rischio di complicazioni respiratorie, soprattutto se MJ era disidratato e qualsiasi medico competente avrebbe dovuto essere a conoscenza del rischio.

La corte si aggiorna, la testimonianza riprende il giorno successivo


Los Angeles (CNN) - Il processo del medico di Michael Jackson non può riprendere fino a Martedì perché il padre dell'ultimo testimone dell'accusa è morto, è stato rivelato nel corso di un'udienza Venerdì

Sessione mattutina

La testimonianza del Dr. Kamangar continua
Controinterrogatorio della difesa (Flanagan)
La difesa dice che Murray trattò MJ con il Propofol senza problemi per 2 mesi. Tre giorni prima della morte di MJ Murray aveva cercato di cambiare il trattamento.
Flanagan chiede a Kamangar se abbia mai avuto un paziente che non ascoltasse le sue raccomandazioni. Kamangar dice che in quel caso il paziente viene mandato da uno specialista o da uno psicologo. "Sò riconoscere i miei limiti" dice.
I pazienti hanno il diritto di rifiutare la terapia, aggiunge Kamangar.
Cosa succederebbe se un paziente fosse completamente resistente e volesse curarsi solo in un certo modo? Kamangar risponde che cercherebbe di capire il problema e perché il paziente non vuole fare quelle cure e lo manderebbe da uno specialista.
Flanagan chiede se Murray abbia avuto queste conversazioni con MJ. Kamangar dice di non saperlo perché non c'erano suoi appunti scritti nelle cartelle cliniche.
Se un paziente richiede una terapia per lui inadeguata è necessario andare alla radice del problema. Si dovrebbe cercare di capire perché rifiuta una terapia appropriata e cercare di ottenere l'approvazione del paziente per la cura giusta. Kamangar avrebbe fatto in modo di trovare la cura giusta e dice che non avrebbe mai dato al paziente una cura che pensava fosse inappropriata.
Flanagan dice che Murray ha dato Propofol per 2 mesi ad MJ e quest'ultimo non ha avuto problemi. Kamangar non può rispondere perché non sà quale fosse lo stato d'animo di MJ e la sua situazione in quei 2 mesi.
Kamangar dichiara che nella valutazione del grado di scostamento dallo standard di cura, il risultato finale non conta. Non ha considerato che MJ fosse morto durante la sua valutazione.
Flanagan dice allora che un medico può esercitare male la sua professione e il risultato potrebbe non essere la morte del paziente. Kamangar dice che non va bene lo stesso. Anche se un trattamento non provoca la morte, si tratta sempre di grave negligenza.
Flanagan chiede a Kamangar se può dire ciò che successe il 25 giugno. Kamangar dice che MJ stava ricevendo una terapia molto inappropriata in un ambito domestico, con cocktail di farmaci inappropriati, con attrezzature inadeguate, in uno stato di disidratazione e con un ritardo nel chiamare il 911. Un disastro ha provocato la morte di MJ.
Flanagan chiede che cosa intende con cocktail inadeguato: valium + mizadolam + lorazepam + 25 mg di propofol. Flanagan chiede allora se questo cocktail avrebbe potuto causare la morte di MJ.
Kamangar risponde "assolutamente", in particolare la combinazione di propofol e lorazepam, in un paziente disidratato i cui livelli vitali erano sconosciuti (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, ecc). Kamangar la chiama una "tempesta perfetta" , è questo che ha ucciso MJ.
Flanagan dice che Kamangar non può sapere se Murray avesse queste informazioni o no. Kamangar dice che Murray non ha registrato nulla, non aveva nessun registro, non c'era alcun modo di stabilire le tendenze e cambiamenti. Non avere dei registri equivale a non conoscere le informazioni, non ci si può prendere cura di un paziente basandosi solo sulla propria memoria, è la ricetta giusta per il disastro.
Kamangar fornisce un esempio, stare con un singolo paziente per molte ore. Kamangar dice di prendere appunti e di far riferimento alle tabelle per avere un quadro migliore. E 'indispensabile avere dei grafici, senza di loro non si possono vedere i cambiamenti nello stato del paziente.
Flanagan chiede se pensa ci fosse un modo con cui Murray poteva ricordarsi tutto quello faceva. Kamangar dice che usare dei registri rientra nel corretto standard di cura, soprattutto quando si danno farmaci potenti come il Propofol.
Kamangar dichiara che è stata una combinazione di molti fattori ad aver ucciso MJ e che non aver tenuto un grafico o un registro è un fattore che ha contribuito. Non fare queste cose è cattiva medicina, dice Kamangar.
La morte di MJ è stata direttamente causata dal Propofol + il Lorazepam. Il Lorazepam ha aumentato gli effetti collaterali del Propofol. E' una combinazione letale in un paziente che non è monitorato.
Flanagan chiede se Kamangar abbia visto i registri del dr. Arnold Klein in cui diceva di aver dato 6500 mg di Demerol (antidolorifico) con Midazolam (sedativo) per oltre 3 mesi ad MJ. Flanagan chiede se MJ aveva un problema con il Demerol. Kamangar dice che non sà rispondere a questa domanda.
Flanagan chiede se 200mg di Demerol sia una grande dose. Kamangar dice che è una dose significativa e che lui evita di usare il Demerol perché rende le persone eccitabili e iper-attive. Flanagan chiede se il Demerol possa causare insonnia. Kamangar dice di si.
Flanagan domanda se MJ avesse problemi di insonnia. Kamangar risponde che chiaramente MJ aveva l'insonnia. Ci sono diversi suggerimenti circa i motivi dell'insonnia di MJ, come l'ansia da prestazione e problemi con alcuni farmaci (Demerol).
Flanagan chiede se MJ avesse l'insonnia refrattaria. Kamangar dice che non può dirlo.
Flanagan domanda se i pazienti debbano firmare una liberatoria per non far prendere le loro cartelle mediche ad altri dottori. Kamangar dice che è vero. Se non si possono ottenere informazioni dal paziente, si deve chiedere alle persone che vivono con il paziente e utilizzare i registri-diaro del sonno. Senza queste informazioni non si posso dare delle ricette al paziente. Un medico che dà delle ricette senza aver prima controllato tutta la storia medica compie una grave deviazione dallo standard di cura. 
Flanagan parla della visita medica e gli chiede se un ingrossamento della prostata possa causare insonnia. Kamangar dice che i problemi di minzione possono tenere un paziente sveglio. Flanagan chiede se può determinare se una persona sta prendendo Demerol intra muscolare. Kamangar dice che in alcuni individui è possibile stabilirlo, ma in altri no.
Avrebbe potuto capire se MJ prendeva il Demerol dal suo comportamento come dei disturbi nel linguaggio o da persone che hanno testimoniato un cambiamento nel comportamento, come le guardie del corpo. Kamangar dice che Murray poteva parlare con la sicurezza, con l'assistente di MJ e avrebbe potuto affrontarlo se avesse riscontrato il problema.
Flanagan chiede se ci sono studi di Propofol come trattamento per l'insonnia. Kamangar dice che sono solo sperimentali e non sono in alcun modo uno standard di cura. Si ritorna a parlare dello studio fatto a Taiwan. Risale al novembre 2010. I pazienti erano stati ampiamente valutati, il consenso informato era stato ottenuto e digiunavano da 8 ore. Lo studio è stato fatto in un ambiente altamente controllato, inniettando il Propofol attraverso una pompa da infusione. 64 pazienti hanno ricevuto il Propofol. Non hanno avuto complicazioni perché erano estremamente controllati. E' stato un esperimento preliminare con buoni risultati, non ha però applicabilità clinica e il medico che ha condotto lo studio ha dichiarato che non vi era necessità di ulteriori studi.
Flanagan chiede perché sia incomprensibile per lui utilizzare il Propofol per l'insonnia. Kamangar dice che è stato fatto uno studio, in un ambiente altamente controllato, è incomprensibile e inaccettabile perciò dare il Propofol senza alcun monitoraggio e in casa.
Flanagan chiede se 25 mg di Propofol sia una dose molto bassa. Kamangar dice di sì. Non vi aspettereste, dunque, dei problemi con una piccola dose? Dipende dal paziente, risponde Kamangar. Dal fatto che sia disidratato (bassa pressione sanguigna) se abbia preso già altri farmaci (come il lorazepam) ecc, ci può essere un problema inaspettato che può portare alla depressione respiratoria.
Flanagan fà delle domande sul Lorazepam. Kamangar dice che non è approvato dalla FDA* per l'insonnia primaria, in particolare quello da flebo. Il Lorazepam in forma orale può essere utilizzato se l'insonnia è causata da ansia, per un periodo di tempo molto breve tra le 3 o 4 settimane. La forma orale è appropriata per un breve periodo di tempo in quanto crea dipendenza, mentre la forma inniettabile in flebo è inappropriata poichè necessita di un monitoraggio continuo. Ma anche con il monitoraggio, non è approvato dalla FDA per l'insonnia.
Flanagan chiede se il Lorazepam era appropriato se la causa fosse stata l'ansia. Kamangar dice che serviva un aiuto psicologico o psichiatrico e che non l'avrebbe usata in questo caso senza aver curato prima il problema di fondo.
--
*FDA ( Food and Drug Administration ) - Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali - è l'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

Pausa di metà mattina

Kamangar afferma che l'Ativan o il Lorazepam, in un breve periodo di tempo, possono essere usati per l'insonnia secondaria associata ad ansia, anche se non sono approvati dalla FDA. Entrambi i farmaci dovrebbero essere utilizzati solo per l'insonnia secondaria, non per l'insonnia primaria.
Kamangar dice che Murray aveva indicato un sacchetto di soluzione salina infusa, ma dato che non vi è un registro medico a disposizone, non c'è modo di sapere quanta soluzione salina veniva infusa per MJ.
25 mg di Propofol dovrebbero far dormire una persona per 6-10 minuti, senza altri farmaci, senza effetti residui. Un paziente non avrebbe continuato a dormire dopo quel periodo anche se era molto stanco. E' obbligo del medico, in caso, risvegliarlo e determinare se risponde agli stimoli.
Kamangar afferma che anche se un medico ha una mancanza di giudizio tale da utilizzare il Propofol come ha fatto Murray su MJ, almeno controlla il paziente con le apparecchiature di monitoraggio.
Nella sua relazione iniziale Kamangar ha dichiarato che MJ aveva massicce dosi di Propofol nel suo sistema. Lui crede infatti che gli sia stato somministrato con una flebo.
L'ipotesi più probabile è che MJ abbia avuto un arresto respiratorio che ha causato poi l'arresto cardiaco.
Murray avrebbe dovuto chiamare il 911 prima, soprattutto in considerazione della mancanza di strumenti che aveva a disposizione. Kamangar dice che avrebbe dovuto verificare se respirava, controllare il polso, aprire le vie respiratorie e inclinare la mandibola indietro per verificare se ci fosse un blocco.
Anche se MJ stesso avesse assunto il Lorazepam in quantità eccessive e bevuto il Propofol, Murray sarebbe ancora responsabile della sua morte dichiara Kamangar.
Controinterrogatorio del procuratore Walgren
Kamangar dice che avrebbe dovuto chiamare subito il 911, è un obbligo morale e professionale, ma è fondamentale buon senso.
Uno dei principi fondamentali in una relazione medico/paziente è mettere il paziente al primo posto. Questo significa sapere quando dire di no ad un paziente, e che se, assumendo che MJ chiese il Propofol, il medico professionista, aveva l'obbligo etico e morale di dire di no.
Lui prende la decisione finale per quanto riguarda la cura appropriata del paziente, non il paziente, afferma Kamangar.
Un medico può essere anche condannato per grave negligenza e sopravvivere, tuttavia nel caso di Michael Jackson, Murray è stato gravemente negligente e questo ha causato la morte di MJ.
Controinterrogatorio della difesa (Flanagan)
Kamangar afferma che Murray disse di aver fatto immediatamente il CPR, ma avrebbe dovuto chiamare il 911. Murray disse che era andato giù per le scale per cercare aiuto, ma nessuno poteva aiutarlo come avrebbe fatto un paramedico.
Controinterrogatorio del procuratore Walgren
Kamangar dichiara nuovamente che Murray doveva chiamare immediatamente il 911.
Controinterrogatorio della difesa (Flanagan)
Se ci fosse stato qualcuno nel corridoio, il medico dalla stanza poteva urlare di chiamare i soccorsi, ma alla fine è sempre sua la responsabilità, come medico, di chiamare il 911.

Testimonianza del Dr. Steven Shafer
Interrogatorio del procuratore Walgren
Shafer è un professore di anestesiologia presso la Columbia University e professore supplente alla Stanford e alla University of California, San Francisco (UCSF). Lavora per la Columbia dal 2007, a Stanford dal 1987 ed è un professore di ruolo dal 2000. Insegna un corso di farmacocinetica alla UCSF.
La farmacocinetica studia quantitativamente l'assorbimento, la distribuzione, il metabolismo e l'eliminazione dei farmaci, in poche parole studia gli effetti dell'organismo sul farmaco.
Shafer dice che è un campo che sta ancora crescendo e che determina le etichette per ogni medicinale per le aziende farmaceutiche, per il FDA e per i servizi medici. Forniscono i dati riguardo all'utilizzo di un farmaco, in modo da poterlo utilizzare con più sicurezza e ridurre così la tossicità.
Le tre università in cui lavora sono classificate tra le migliori scuole mediche degli Stati Uniti.
Shafer afferma di essere il redattore capo della rivista Anestesiologia e Analgesia che pubblica manoscritti (studi) di questioni relative alla anestesiologia. Tra i 70 membri del consiglio che si trovano sotto di Shafer c'è anche il testimone della difesa Paul White. Shafer dice che il tasso di accettazione delle riviste riguardo ai manoscritti è di circa il 21%, quindi circa 4 su 5 degli articoli presentati vengono respinti. Durante il suo incarico come capo redattore della rivista ha assistito a numerosi casi 'inusuali' che non avrebbe mai pensato di poter leggere, dice Shafer.
Nel 1987 la FDA aveva dei problemi nel determinare i livelli di dosaggio giusti per il Midazolam, pertanto, la FDA era molto attenta ai dosaggi e alle istruzioni per l'infusione del Propofol. Shafer dice di aver iniziato lui le analisi di infusione e i controlli del tasso per l'etichetta dell'AstraZeneca*riguardo il Propofol.
In particolare ha analizzato la riduzione del dosaggio nei pazienti anziani e quasi tutte le etichette di dosaggio sono state fatte da Shafer nel 1991.
I farmaci che vengono commercializzati hanno un nome chimico, in questo caso è il Propofol. Il nome per la vendita al dettaglio sarebbe Diprivan e differisce leggermente dal Propofol grazie ad una soluzione grassa (emulsione) aggiunta al Propofol stesso.
Con una sedazione profonda c'è bisogno di un monitoraggio, questa è la cura che un paziente si aspetta, una dose controllata ed il monitoraggio costante. Shafer dice che 'titolazione' significa aumentare o diminuire la dose in base a ciascun paziente.
Shafer afferma che la farmacia sta ai medicinali come la cinetica sta alle mozioni o come la farmacocinetica sta ai cambiamenti dei farmaci. Shafer spiega che quando viene dato un medicinale, il farmaco passa attraverso diversi processi o mozioni, quando entra nel corpo del paziente si diluisce. In un secondo passaggio si estende a tutto il corpo, fino al cervello che sposta il farmaco verso il fegato e lì viene metabolizzato. Il fegato lo 'mastica' e i vari pezzetti possono andare nel sangue o nella bile o verso l'intestino. Possono andare anche nei reni e i reni quindi lo rimuovono dal sangue.
Shafer è un esperto di farmacocinetica, specializzato in Propofol. Ha sviluppato il modulo del software che alla fine ha determinato il dosaggio del Propofol sulle etichette per tutte le boccette di Propofol prodotte.
L' AstraZeneca è un’azienda biofarmaceutica che opera in diverse aree terapeutiche, quali oncologia, gastroenterologia, cardiovascolare, infettivologia, neuroscienze, malattie respiratorie e infiammatorie. E’ impegnata nella ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di farmaci etici.

La corte finisce prima a causa di alcuni problemi tecnici. La testimonianza di Shafer riprenderà Martedi 18 Ottobre.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 19, 2011, 10:09:30 AM
 18/10/2011
Le udienze riprendono Mercoledi 19
Il giudice Michael Pastor ha concesso un altro ritardo del processo per due ragioni:
La difesa ha richiesto un giorno per rivedere i nuovi elementi tossicologici contenuti nello stomaco di Jackson recentemente consegnati dalla pubblica accusa.
Il giudice vuole anche dare la testimonianza finale al Dott. Steven Shafer, che ha richiesto più tempo per affrontare la morte del padre. La sua Testimonianza ora riprenderà Mercoledì mattina.
C'è stata un'udienza svoltasi Lunedi 17/10 per discutere un aggiornamento del programma ed altre questioni. I pubblici ministeri dopo essere stati multati $ 60 da parte del giudice per il ritardo di Venerdì, sono arrivato in anticipo di circa sette minuti, spingendo il procuratore della difesa Flanagan a esclamare: "Siete in anticipo!"
Il Procuratore Deborah Brazil indicando l'orologio ha detto: "Forse otterremo un credito".
Il dottor Conrad Murray non era presente in aula, ma era rappresentato dal suo team di avvocati della difesa.
Il giudice Pastor ha chiesto un aggiornamento dopo aver ricevuto la parola dal pubblico ministero che il Dr. Shafer, dello Stato, anestesista / farmacologo, non era disponibile oggi, perché suo padre è morto. Il Vice procuratore distrettuale David Walgren ha dichiarato che Shafer sarà pronto per testimoniare domani mattina.
Il giudice ha detto a Walgren che non intendeva in questo caso aggiungere altro stress a Shafer e la sua famiglia, visto che stanno attraversando la perdita e Walgren ha chiesto se la sua testimonianza avesse bisogno di più tempo.
L'avvocato difensore, Ed Chernoff ha poi sollevato un problema con la corte esprimendo la sua preoccupazione per un nuovo rapporto tossicologico che hanno ricevuto dai pubblici ministeri.
"Non sappiamo che cosa significa", ha detto Chernoff.
Chernoff ha anche detto di non sapere abbastanza sul contenuto del rapporto per interrogare correttamente Shafer sul tema.
Walgren ha detto che il rapporto tossicologico ha lo scopo di contrastare l'affermazione della difesa secondo la quale Michael Jackson ha ingerito otto compresse di lorazepam.
Il giudice Pastor ha stabilito che il processo riprenderà alle 08:45 AM di Mercoledì.
Ha anche chiesto agli avvocati di incontrare con lui Martedì alle 1:30 PM.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 19, 2011, 10:13:39 AM
 Los Angeles (CNN) - Con le testimonianze in attesa, mentre gli avvocati del dottor Conrad Murray studiano un nuovo test di laboratorio che i pubblici ministeri prevedono di utilizzare contro di lui, le speculazioni sulla testimonianza del figlio maggiore di Michael Jackson aumentano.
 Katherine Jackson, la matriarca della famiglia Jackson, ha riconfermato alla CNN Martedì  scorso che si è opposta che Prince sia chiamato come testimone e che non ci sono discussioni in corso con i pubblici ministeri sulla sua testimonianza.
Nonostante la veridicità dell'interrogatorio di Murray è una questione importante nel processo, non ci si aspetta quindi che Prince sarà chiamato a testimoniare.
Katherine Jackson, che ha la custodia dei bambini, dice che si è opposta in qualsiasi modo che vengano chiamati a testimoniare.
 La difesa di Murray chiama a testimoniare il dottore di MJ, ma potrebbe ritorcerglisi contro.
Gli avvocati del Dott. Murray chiameranno uno dei medici di Michael Jackson sul banco dei testimoni, e le nostre fonti dicono che potrebbe ritorcergli contro.  Il Dott. David Adams - un anestesista Las Vegas - ha trattato MJ con il Propofol in 4 occasioni, durante delle procedure dentistiche.
 Il Dott. Murray disse durante il suo interrogatorio con la polizia di Los Angeles, che il Dott. Adams è stato uno dei medici che dette a MJ il Propofol per dormire ... in cui una volta mise il cantante sotto sedazione per 5 o 6 ore, mentre Murray doveva solo essere presente.
 Murray disse anche ai poliziotti che MJ volesse Adams come suo medico durante il "This Is It" tour, ma Adams voleva tra i $ 1,2 e $ 1,3 milioni.
 Ci è stato detto che la difesa chiamerà il Dott. Adams a testimoniare - forse proprio oggi - per stabilire se MJ fosse un dipendente da Propofol e che altri medici, tra cui Adams, alimentavano la sua dipendenza.
 Sorgenti collegate al Dott. Adams dicono a TMZ ... Adams sarà più chiaro - non ha MAI messo Michael sotto sedazione solo per aiutarlo a dormire, anche se Adams dirà che ha somministrato Propofol per legittima procedura medica odontoiatrica.
 Ma ancora più importante ... Adams vuole dire alla giuria che crede fortemente che Michael sia diventato una vittima di avidità finanziaria di Murray.
Adams dirà che Murray ha effettivamente negoziato con lui e lo tagliò fuori dal giro così Murray sarebbe stato l'unico beneficiario del guadagno medico di Michael.
 



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 21, 2011, 04:20:47 PM
 UDIENZA 13 GIORNO - 19/10/2011
Anestesista: I miei pazienti hanno paura del Propofol
Anestesista - Dr. Steven Shafer Testimonia
L'esperto e leader del Propofol, il Dott. Steven Shafer - ha continuato la sua testimonianza finale per l'accusa - afferma che il Dott. Conrad Murray ha spaventato i pazienti ... perché ora, sono tutti terrorizzati dal Propofol.
Shafer ha detto alla giuria oggi - "Mi chiedono tutti i giorni che sono in sala operatoria ... 'Ha intenzione di darmi il sedativo che ha ucciso Michael Jackson?'"
Nella sua recensione di condotta del Dott. Murray, Shafer ha testimoniato di aver trovato 17 "violazioni gravi" della serie di cure mediche che hanno contribuito alla morte del cantante.
Giovedi scorso, Shafer ha detto ai pubblici ministeri che è stato assunto 20 anni fa dalla società che produce Propofol per calibrare il corretto dosaggio del farmaco.
Shafer ha detto l'esatto dosaggio di Propofol è di fondamentale importanza - perché anche una leggera discrepanza potrebbe fare la differenza tra un paziente addormentato per qualche minuto a uno addormentato per diverse ore.
 I giurati hanno guardato un video che ha mostrato come il Propofol deve essere usato in sala operatoria. La clip ha mostrato degli infermieri e medici che hanno rianimato con successo un paziente - interpretato da un attore - che soffriva di un arresto cardiaco.
I Procuratori stavano cercando di mostrare alla giuria che il dottor Murray non era in grado di gestire una situazione di emergenza, quando ha trattato MJ.
Poiché il video è stato interpretato, il Dott. Shafer ha spiegato scena per scena come il Propofol viene somministrato.
 Shafer ha spiegato i punti chiave:
- L'infusione di farmaci dovrebbe essere fatta solo attraverso una pompa per evitare un sovradosaggio.
- "Il consenso informato" non è solo un pezzo di carta ma un processo in cui il medico informa il paziente di tutti i rischi, i benefici e le alternative.
- Il consenso verbale non è vincolante.
- La registrazione è di primaria importanza
- Se il paziente smette di respirare, la prima cosa che un medico dovrebbe fare ... chiedere aiuto.
Shafer ha detto ai pubblici ministeri, che anche quando si somministra "un po'" di Propofol, le linee guida devono essere sempre osservate attentamente, perché i peggiori disastri si verificano durante la sedazione ... proprio quando i medici usano "scorciatoie".
Shafer ha detto che  il trattamento di Murray su MJ è stato "egregio" e la violazione delle cure standard "irragionevole".
 Ha anche chiamato in causa l'acquisto di 15,5 litri di Propofol - solo quattro litri sono "una quantità straordinaria" per una persona.
Shafer ha dichiarato che la mancanza di dispositivi di monitoraggio di base ed essenziali sono una "egregia violazione" di cura e hanno contribuito alla morte di MJ.
 Il fatto che Murray non ha mai conservato alcuna registrazione è "incredibile", secondo Shafer.
 Ha detto che Murray è come se "ha lasciato il volante di un camper", quando andò al bagno per alleviare la sua vescica, rimanendo "del tutto all'oscuro."
 Shafer ha detto ai pubblici ministeri che ci sono circa 2.500 articoli sulla sedazione con il Propofol ... e solamente un articolo - molto imperfetto - parla di Propofol e insonnia.
Ha detto: "Siamo in ambito farmacologico Never-Never Land. Nella storia è sempre e solo stato fatto apposta per Michael Jackson per quanto ne so".
 Shafer ha tirato fuori una lente di ingrandimento sul banco dei testimoni e ha dato uno sguardo più da vicino alla bottiglia di propofol che si trovava all'interno di una sacca, nella camera da letto di Michael Jackson.
La bottiglia era forata con una punta - non un ago - che darebbe al medico la possibilità di infondere il farmaco utilizzando una linea. Il dottor Conrad Murray ha detto alla polizia di aver dato una singola dose da 25 mg di propofol a Jackson il giorno della sua morte.
Questo prova dimostra che Murray ha invece somministrato a Jackson il Propofol tramite una flebo. Shafer ha spiegato in aula il metodo di somministrazione del farmaco.
Alla giuria è stato mostrato un video, illustrato dal Dott. Shafer, che ha spiegato il modo corretto di amministrare il propofol ad un paziente. Il video ha anche mostrato le procedure in caso il cuore del paziente smetta di battere.
L'attrezzatura necessaria comprende strumenti per aprire le vie aeree, dispositivi per la somministrazione di ossigeno, gli strumenti di rianimazione e apparecchiature di monitoraggio. Il medico risponde all'emergenza dopo questa lista di passi:
1. Verifica se il segnale dell'apparecchiatura di monitoraggio è piatto
2. Chiama i soccorsi
3. Inizia le compressioni toraciche
4. Ventila i polmoni
5. Comincia a somministrare farmaci di rianimazione o utilizza un defibrillatore
 
Il Dott. Shafer ha elencato le numerose violazioni dello standard di cura, tra cui:
 - Non c'era nessuna attrezzatura delle vie aeree d'emergenza in camera da letto di Jackson. Questa è stata una violazione madornale perché nessun medico competente avrebbe somministrato un anestetico senza la possibilità, se necessario, di liberare una delle vie aeree.
 - Il Dott. Murray non ha utilizzato una pompa per infusione. Questo ha aumentato la possibilità di un sovradosaggio, perché una pompa per infusione è l'unico metodo per un medico di regolare con precisione il dosaggio.
 - Il monitoraggio del Dott. Murray era inadeguato. Questo renderebbe impossibile per il dottor Murray sapere se Jackson fosse in guai seri.
 - Il Dott. Murray non aveva farmaci d'emergenza a portata di mano. Questi farmaci potevano contribuire a rianimare Jackson.
 - Il Dott. Murray non ha preso dati fino a 80 giorni, non registrando il trattamento di Jackson. Questa è una deviazione incosciente dallo standard di cura, violando i diritti del suo paziente. Il Dott. Shafer ha enunciato con passione alla corte che il paziente e la sua famiglia hanno il diritto di vedere ciò che gli è stato fatto.
 
UDIENZA 14 GIORNO - 20/10/2011
Anestesista - Dr. Steven Shafer Testimonia
Il Dott. Shafer ha continuato la sua testimonianza di ieri:
 Shafer ha spiegato alla giuria che Jackson probabilmente è morto perché la lingua si è bloccata nella parte posteriore della gola ... ma avrebbe potuto essere salvato con un semplice sollevamento del mento.
Non c'è assolutamente alcun modo che Jackson avrebbe potuto causare la propria morte per ingestione di Propofol - come aveva affermato la prima volta la difesa - perché il 99% del farmaco sarebbe stato rimosso dal fegato prima di entrare nella circolazione sanguigna.
Shafer ha citato l'opinione dell'ex amico e collega, esperto della difesa, il dottor Paul White ... raccontando alla corte che è rimasto "deluso" nell'aver appreso il pensiero di White su MJ, che poteva morire nel bere del Propofol. Shafer ha visionato diversi studi su ratti, cani e anche sugli esseri umani, che mostrano che il farmaco non funziona quando viene ingerito.
Shafer ha smentito le argomentazioni della difesa, che Jackson possa aver causato la propria morte per ingestione di 8 pillole di Lorazepam ... perché il rapporto tossicologico ha mostrato che la quantità di Lorazepam trovati nello stomaco di MJ era "banale". Secondo i suoi calcoli, Murray avrebbe dovuto iniettare a MJ circa 10 scatti consecutivi da 4 mg ciascuno, per raggiungere i livelli ematici trovati nel rapporto di tossicologia.
Il Dott. Shafer ha smentito un'altra teoria dalla difesa, dicendo ai giurati che è improbabile che Jackson si iniettò la dose fatale di Propofol perché avrebbe portato via troppo tempo per farlo, senza che il medico se ne fosse accorto ... e anche se lo avesse fatto, avrebbe dovuto fare un auto-iniezione di 6 scatti di oltre 100 ml per raggiungere i livelli trovati nel sangue dopo la sua morte. Le persone non si svegliano dal loro torpore all'improvviso, per iniettarsi la dose successiva, definendolo uno "scenario pazzesco".
Shafer ha detto che l'unica teoria plausibile è questa: Murray ha iniettato a MJ una flebo da 1000 mg di Propofol verso le 9 AM... che ha causato lo smettere di respirare del cantante intorno a mezzogiorno. La difesa invece sostiene che Murray ha dato solo a MJ una singola dose di 25 mg di Propofol con una siringa il giorno in cui il cantante morì.
Infatti Shafer ha detto che MJ aveva ancora la flebo quando morì.
Se Murray si fosse trovato nella stanza si sarebbe accorto che la respirazione di MJ stesse rallentando attorno alle 11:45 e avrebbe potuto salvarlo interrompendo il flusso della flebo.
In un momento drammatico, Shafer ha dimostrato alla giuria come, secondo lui, Murray ha inserito la flebo di Propofol al cantante. Ha detto che Murray non è riuscito a utilizzare una pompa automatica, che ha causato il gocciolare dell'anestetico a una velocità pericolosa.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 22, 2011, 01:58:37 PM
 UDIENZA 15 GIORNO - 21/10/2011
Scontro Dott. Shafer VS Dott. White
Anestesista - Dr. Steven Shafer Testimonia
Il Dott. Shafer ha continuato la sua testimonianza, questa volta contro-interrogato dalla difesa:
L'avvocato difensore Ed Chernoff ha incominciato con veemenza durante l'esame incrociato, sfidando la testimonianza di Shafer fatta Giovedi in cui ha detto che non c'era modo per Jackson di suicidarsi sia con il Propofol che con il Lorazepam.
"Questa è una dichiarazione coraggiosa non è vero?" ha "chiesto" Chernoff.
"Questo è quello che penso sia successo", ha continuato Shafer.
"Tutto quello che ha detto è soltanto una sua opinione ..." ha risposto Chernoff  a cui Shafer ha ribattuto: "Dire che non si dovrebbe mentire all'UCLA Medical Center è solo la mia opinione."
Chernoff ha cercato di screditare la testimonianza di Shafer dicendo che la flebo che avrebbe usato nella sua dimostrazione non è stata trovata sulla scena. Shafer ha risposto che Murray avrebbe potuto facilmente infilarsela in tasca poco prima di lasciare la stanza di MJ.
Chernoff ha anche sottolineato che Shafer ha usato una siringa e la sacca per la flebo di dimensioni sbagliate, nelle sue dimostrazioni. Shafer ha spazzato via le accuse, dicendo che non pensava che le "dimensioni siano importanti." Lui ha usato una siringa da 20cc, mentre Murray da 10cc, ma Shafer non ha rilevato alcuna differenza.
Chernoff ha anche chiesto a Shafer del suo rapporto con il Dr. Paul White, esperto di Propofol della difesa chiedendogli se è vero che ha nominato White con il premio "Excellence in Research" (Eccellente nella ricerca). Shafer ha detto che lo ha fatto.
L'accusa sostiene che una flebo somministrata dal dottor Murray è quella che ha ucciso Jackson. Ma la difesa sostiene che Jackson non era collegato ad una flebo. Al contrario, Jackson si è ucciso iniettandosi la dose letale di Propofol attraverso un catetere collegato a una gamba.
Chernoff ha accusato il Dott. Shafer di essere stato "offensivo", quando ha testimoniato che era stato "deluso" dalla relazione del Dott. White, che ha dichiarato che Michael Jackson potrebbe essere morto bevendo il Propofol.
Chernoff ha poi continuato dicendo che il Dott. Shafer ha voluto prendere i risultati di uno dei suoi studi per "sotterrarlo [Dott. White] in ambito professionale".
Il commento ha causato il vocio in aula. Il procuratore David Walgren ha contestato il commento come polemico. L'imbarazzante tensione in aula è stato revocata quando il giudice ha insistito che Chernoff facesse solo la sua domanda.
Chernoff ha sottolineato che il Dott. Shafer nella sua testimonianza precedente ha detto che l'ingestione di Propofol non è efficace per via orale, ma anche uno studente di primo anno di medicina avrebbe dovuto saperlo, ma nonostante questo, il Dott. Shafer ha condotto una sperimentazione sull'essere umano, attraverso dei volontari che hanno studiato gli effetti dell'ingestione del Propofol e lui stesso lo ha anche bevuto.
Chernoff ha dichiarato che il Dott. Shafer ha fatto tutto questo solo per far dispetto all'esperto della difesa, il Dott. Paul White e e per dimostrare che White si sbagliava.
Il giudice ha chiesto al Dott. White se "la testimonianza del Dott. Shafer avesse cambiato il suo modo di pensarla." Oppure se "continuerà con la sua teoria principale escludendo le altre, cosi che la verità verrà fuori".
Il Dott. White ha cercato di spiegare che sentiva che alcune delle cose che sono state dette su di lui sono state ingiuste. Ma il giudice ha ignorato il suo tentativo di commentare il contesto che si era creato.
"Non ha il permesso per rendere tali osservazioni in quest'aula o in qualunque luogo possa essere ascoltato", ha detto il giudice Pastor.
Il giudice ha ricordato a tutti gli avvocati, che il loro staff e i testimoni non sono autorizzati a commentare le prove al di fuori dell'aula di tribunale.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 24, 2011, 04:18:48 PM
 L'esperto della difesa in difficoltà
L'esperto della difesa, il Dott. Paul White, è stato accusato dal giudice Pastor di "oltraggio alla corte" per i commenti che ha fatto Giovedi scorso, che sono stati apparentemente ascoltati dai membri del pubblico e dei media. Il giudice ha affrontato la questione al di fuori della presenza della giuria.
E' stato chiesto se il dottor White avesse detto: "What a scumbag" (N.d.R. "che feccia") in riferimento al Pubblico Ministero David Walgren. Il dottor White ha negato il commento.
Ha però ammesso la sua disapprovazione per il modo in cui Walgren aveva gestito una bottiglia di Propofol. Ha detto che ha fatto dei commenti critici su Walgren perchè pensava stesse inquinando le prove.
Il giudice Pastor ha detto che "Non ha il permesso per rendere tali osservazioni sia in questa aula o in luoghi dove possa essere ascoltato".
Il giudice ha anche ricordato a tutti gli avvocati, che il loro personale e i testimoni non sono autorizzati a commentare le prove.
L'udienza per discutere della questione è stata fissata per il 16 novembre.
La difesa di Murray inizierà questa settimana
 Gli avvocati della difesa del medico si prevede che inizieranno la chiamata dei loro testimoni nel loro caso questo lunedi al termine della testimonianza dell'esperto chiave dell'accusa (Dott. Steven Shafer).
La difesa avrà l'occasione per contrastare quattro settimane di testimonianze dannose per il Dott. Murray svolte da 33 testimoni dell'accusa che lo hanno descritto come un inetto, distratto e medico opportunista che più volte ha infranto le linee guida legali, etiche e professionali.
La difesa dovrebbe portare 15 testimoni, anche se gli avvocati di Murray non hanno pubblicamente rivelato se chiameranno sul banco lo stesso cardiologo di Houston a testimoniare a suo nome.
I giurati hanno già ascoltato il medico attraverso più di due ore di colloquio con la polizia, e sembra improbabile che gli avvocati di Murray farebbero discutere il loro cliente in questioni spinose con i pubblici ministeri.
 
Lunedi inizierà l'avvocato difensore Ed Chernoff in discussione con il Dott. Steven Shafer, l'ultima testimonianza della pubblica accusa e un esperto in anestetico propofol, che Murray stava dando a Jackson per indurre il sonno.
L'Interrogatorio di Chernoff di venerdì ha riguardato le osservazioni che Shafer aveva fatto al collega, il Dott. Paul White, che testimonierà per la squadra di difesa.
Gli avvocati della difesa hanno anticipato che chiameranno i detective di polizia che i pubblici ministeri non hanno chiamato, testimoni di caratteri diversi, White e possibilmente altri esperti. Si aspettano che il loro caso durerà fino a giovedi prossimo.
La difesa avrà il suo bel da fare per cercare di influenzare i giurati ad assolvere Murray.
 
"Dovrà cambiare il panorama e mostrare qualche ragionevole dubbio, ha detto Marcel McRae, ex procuratore federale e avvocato del processo che ha seguito il caso da vicino. "La domanda è: sarà sufficiente?".
McRae ha detto che chiamando Shafer come ultima testimonianza della pubblica accusa è stato un colpo da maestro.
"Mattone dopo mattone probatorio, Shafer ha costruito un muro di ragioni scientifiche per la giuria per concludere che il dottor Murray è stato criminalmente negligente", ha detto. "Permette all'accusa di dire alla giuria che il loro caso è costruito sulla scienza, piuttosto che su teorie".
Lontano dagli occhi della giuria, la teoria della difesa si è spostata negli ultimi mesi dal sostenere che Jackson ha inghiottito il Propofol e ha dato a se stesso la dose fatale al fatto che, più recentemente, il cantante aveva inghiottito diverse pillole del sedativo Lorazepam, che ha portato alla sua morte.
Hanno anche sostenuto che Jackson in qualche modo si è iniettato una dose di Propofol dopo che Murray ha lasciato la stanza, uccidendolo in fretta.
I procuratori hanno cercato di screditare tutte quelle teorie attraverso Shafer, che si è bevuto il Propofol prima del processo, nel tentativo di confermare che non indurrebbe sedazione o altri effetti nocivi.
Ha descritto la quantità di Lorazepam nello stomaco di Jackson "banale" e la settimana scorsa ha detto che l'unica spiegazione possibile per la morte di Jackson sulla base delle prove è che Murray ha messo al cantante una flebo di Propofol e lasciò la stanza dopo che il cantante sembrava addormentato.
Questa settimana sarà la volta della difesa che offrirà teorie alternative o in qualche modo diverse da quelle dell'accusa.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 25, 2011, 02:39:51 PM
 25/10/2011



Due mesi prima di morire Michael Jackson si rivolse ad un amico, e suo ex medico personale dottor Alan Metzger, per chiedergli medicinali che l’aiutassero a dormire e a superare l’angoscia che gli creava la prospettiva di tornare sul palco.

 È quanto ha testimoniato ieri il dottor Alan Metzger, il primo testimone presentato dagli avvocati che difendono il dottor Conrad Murray, accusato di omicidio involontario per aver somministrato un anestetico troppo potente, il Propofol, al cantante senza garantire un’adeguata assistenza.
 Dalla testimonianza di Metzger si evince che la linea della difesa sarà quella di presentare una pop star sotto un’enorme pressione, che insisteva costantemente con i medici per ottenere farmaci sempre più potenti.

E che si sarebbe da solo somministrato il Propofol.
Metzger, infatti, ha detto alla corte di Los Angeles che Jackson gli aveva detto di essere molto contento del concerto che avrebbe dovuto fare a Londra, ma era preoccupato per la sua salute, in particolare per l’insonnia che lo tormentava anche se gli ha chiesto medicinali non specificati.
Su TWITTER Jermaine Jackson ha dichiarato:
"Durante il processo, il Dott. Metzger ha confermato quello che ho sempre sostenuto, Michael soffriva da sempre di insonnia a causa della pressione esercitata dai Tour. Niente a che fare con il Demerol...
La mente di molti artisti empatizza la loro propria pressione sottoforma di insonnia.
Michael dormiva normalmente, quando non doveva esibirsi. Andava a letto alle 9.00 PM e.....dormiva!"
 



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 26, 2011, 01:20:14 PM
 26/10/2011



Michael Jackson ha versato lacrime di gioia per i concerti di Londra e voleva che i suoi figli si stabilissero lì, dicono gli esperti alla giuria, e sapeva i pericoli dell'anestesia in ospedale.
Michael Jackson pianse quando disse che voleva fare un trionfale ritorno da record in Inghilterra, in modo che lui e i suoi figli potevano "smettere di vivere come vagabondi," è stato detto alla giuria oggi. Il Re del Pop aveva anche chiesto una tenuta in campagna con un ruscello e cavalli fuori Londra, dove avrebbe potuto sfuggire alla pressione dei concerti all'O2 Arena.
Randy Phillips, presidente di AEG Live, la società promotrice dei concerti, ha detto che uno dei motivi principali per cui Jackson ha accettato il tour è stato perché era stanco di viaggiare per tutto quel tempo.
'Il motivo principale era che voleva stabilirsi definitivamente e avere una casa molto, molto bella per i suoi bambini in modo che non vivessero più come vagabondi.
"Era stanco di vivere così ", ha dichiarato Phillips.
Il boss della AEG Live - che detiene la O2 - ha detto che   la domanda dei biglietti è stata così alta che Jackson ha accettato di aumentare il numero di spettacoli a 50.
Inizialmente aveva intenzione di fare solo 31 date - dieci in più di Prince che aveva eseguito i concerti nello stesso luogo - ma poi ha scelto un massimo di 50 date, “perche' non voleva vivere a Londra e stava per ottenere un nuovo passaporto “, ha dichiarato Phillips.
 
Ha detto che il cantante avrebbe accettato i concerti unicamente a condizione di vivere in una tenuta di campagna con più di 16 ettari, un ruscello e cavalli.
"Non voleva essere intrappolato in una suite d'albergo, non importava quanto potesse essere bella. Voleva dare ai suoi bambini una vita pastorale, una vita di campagna “.
Jackson ha anche insistito che “dei rappresentanti del Guinness Book of World Records fossero presente al concerto # 50, perché sapeva che era un'impresa che nessun altro artista poteva battere”.
Il signor Phillips ha detto che Londra era stata scelta per il ritorno perché era “il mercato più caldo per i concerti del mondo, più grande di New York e Toronto messe assieme.”
Ha aggiunto che la riunione originale per parlare del tour era stata avviata da una società finanziaria, la 'Note', che aveva la proprietà del cantante di Neverland Ranch in California.
 All'inizio della giornata la giuria ha sentito dire che Jackson è stato avvertito due mesi prima della morte che non poteva svegliarsi se avesse preso un anestetico ospedaliero per aiutarlo a dormire.
Ma la star ha spazzato via le paure, dicendo: “Sarò a posto. Sarò sicuro finché qualcuno sarà con me a monitorarmi con l'attrezzatura mentre dormo. “

Infermiera Cherylin Lee continua la testimonianza

E 'stato un inizio difficile per il processo quest'oggi. La pioggia e il relativo traffico ha causato un sacco di ritardi per i giurati convocati questa mattina. Inoltre il testimone della difesa Cherilyn Lee non ha nemmeno iniziato a rispondere alla prima domanda che ha chiesto una pausa. L'avvocato difensore Ed Chernoff le aveva appena chiesto se le sue cartelle indicavano che aveva visitato Michael Jackson il 12 aprile 2009.
"Avverto delle vertigini e vedo sfocato", ha detto Lee. "Se potessi riposare un po' lo apprezzerei molto." Poi ha cominciato a piangere. "Tutto questo è terribile per me."
Il giudice le ha detto che la sua salute dovrebbe essere la sua prima preoccupazione.
Le ha permesso di lasciare il banco dei testimoni e fare una pausa. "Speriamo che non richieda troppo tempo," ha concluso il giudice.

Cherylin Lee - ha cosi continuato la sua testimonianza di Lunedi - ha detto che aveva avvertito più volte Jackson che i farmaci avrebbero potuto ucciderlo.
In un momento drammatico quando il procuratore David Walgren ha letto le cartelle cliniche della Lee sul cantante, Jackson le aveva chiesto più volte di dargli del Propofol per aiutarlo a dormire. Quando Jackson le chiese per la prima volta l'anestetico, Lee disse che non ne sapeva molto. Ha svolto una ricerca sul Propofol e ha scoperto abbastanza velocemente che non era utilizzato per trattare i disturbi del sonno e non era sicuro per l'uso in ambiente domestico.
Lee dice di aver passato la notte a casa di Jackson, così da poter osservare il suo sonno. Quando Jackson si è svegliato dopo circa tre ore, le disse che il propofol era l'unica cosa che gli avrebbe permesso di dormire.
Lee ha testimoniato che Jackson aveva avvertito gli effetti collaterali del farmaco nel seguente ordine:
Vertigine - Agitazione - Brividi -Deliri - Febbre - Perdita di memoria - Morte
Lee disse a Jackson, "nessuno che si preoccupi per te o che ti abbia a cuore dovrebbe darti questo".
Lee sostiene che Jackson le assicurò che fosse tutto sicuro finché fosse stato monitorato.
Secondo Lee, Jackson si stancò dei suoi rimedi olistici - che comprendevano tè e infusi vitaminici - e smise di chiamarla.

L'ultima volta che ha sentito il cantante è stato il 21 giugno, quando la sua guardia del corpo la chiamò freneticamente per dirle che Jackson non si sentiva bene.
Ha detto che sentiva Jackson urlare nella stanza in sottofondo:
"Dille ciò che mi sta accadendo ... metà del mio corpo è caldo e l'altra metà è freddo." Lee disse alla guardia del corpo di portare MJ immediatamente in ospedale.

Infermiera Cherilyn Lee : C'era un 'virus' in aula

Infermiera Cherilyn Lee - aveva già testimoniato nel corso dell'udienza preliminare che Jackson le aveva chiesto del Propofol mentre lo stava trattando nel 2009. Lee trattava Jackson con infusioni nutrizionali tramite flebo, con un cocktail vitaminico.
“Si tratta del Cocktail Myer, è formato da vitamina C, vitamina B, magnesio, calcio". Lee ha testimoniato che stava curando Jackson per i sintomi di stanchezza.
Credeva che parte del problema era l'amore di Jackson per le Red Bull. Lee ha suggerito che la caffeina contenuta nella bevanda stava causando la stanchezza che sentiva Jackson, perché troppa caffeina può effettivamente causare in alcune persone senso di stanchezza.
Jackson si è anche lamentato con la Lee che aveva problemi nel dormire, e aveva anche affrontato la sua lotta con l'insonnia un paio di volte. Il 19 aprile 2009 circa un mese prima della morte di Jackson, Lee sedeva accanto al letto della pop star mentre cercava di addormentarsi.
Lee ha detto: "Stavo preparando la flebo con il Cocktail Myer e la vitamina C. Lui mi aveva chiesto del tè prima di addormentarsi. . . . . quella volta, ha effettivamente dormito cinque ore...ma ad un certo punto quella notte Jackson si è svegliato e le ha chiesto farmaci del sonno".
Doveva testimoniare per la difesa, ma non sembrava che Cherilyn Lee avesse una stima molto alta del Dott. Conrad Murray.
Lee è stata l'ex infermiera di Michael Jackson e si è fermata a parlare con i media fuori dal tribunale dopo aver testimoniato Martedì.
Un cameraman le ha chiesto come si sentiva (l'udienza si è dovuta interrompere per diversi minuti perché diceva di sentirsi stordita sul banco dei testimoni ).
"E 'stato proprio difficile essere in una stanza con ... è stato come se ci fosse un virus", ha detto Lee.
Il cameraman allora ha iniziato a chiederle sul traffico orrendo quel mattino, che l'ha costretta a correre in tribunale.

"No, non voglio dire che tipo di virus ... non voglio andare oltre."
Clown fuori al tribunale: "Cosa vorrebbe MJ?"


Ha detto che ha respinto le suppliche di Jackson per dargli il potente anestetico Propofol in una riunione a casa sua nel mese di aprile 2009.
E appena quattro giorni prima della morte del cantante il 25 giugno 2009, Miss Lee ha ricevuto una chiamata dalla guardia del corpo di Jackson, Fareem Muhammad, che le disse che il suo capo voleva vederla.
“Una metà di lui era calda e l'altra metà era fredda. Gli ho detto che doveva portare Michael direttamente in ospedale”.
Miss Lee ha detto di aver ricordato che “brividi e tremore” erano tra gli effetti collaterali del farmaco ospedaliero.
Un altro dei sintomi che ho scoperto è stata la perdita di memoria. Sapevo che stavo lavorando come grande intrattenitore. Ma lui mi disse: “non dimenticherò mai i miei passi.”
Inizialmente, l'infermiera olistica ha detto che lo ha aiutato a convincerlo a smettere di bere tanta caffeina a causa delle bevande energetiche Red Bull, dandogli cocktail nutrizionali e la creazione di un ambiente più tranquillo nella sua camera da letto, dove era solito andare a dormire con le luci accese e la musica alta.
Ma Jackson ha cominciato a lamentarsi che le sue cure non funzionavano.
Ha detto che le ha chiesto se poteva prendere il Diprivan, nome commerciale per il Propofol.
 “Sulla base della mia esperienza in chirurgia, ha detto, "so che è pericoloso".
 Non sapeva nulla del farmaco in un primo momento, ma dopo aver consultato un medico, ho avvertito Jackson che era troppo pericoloso da usare in casa.
 “Non era per l'utilizzo in un ambiente a casa e non era d'aiuto per il sonno”, ha detto.
Ho detto a Michael: “ Nessuno che si prenda cura di te o abbia a cuore la tua salute può darti questo. Che cosa succede se non ti svegli?''
« Last Edit: October 27, 2011, 02:37:09 PM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 27, 2011, 02:33:37 PM
 [blink]UDIENZA 18 GIORNO - 26/10/2011[/blink]
Ex pazienti del Dott Murray Testimoniano:
 La difesa sta cercando di ristabilire la reputazione del grande medico, il dottor Conrad Murray - e per dimostrare il loro punto, hanno chiamato molti ex pazienti di Murray sul banco dei testimoni ... ciascuno con ottime recensioni.
 Paziente # 1 - Gerry Causey
 Un paziente che ha avuto un attacco di cuore di nome Gerry Causey - ha detto alla giuria che Murray gli ha salvato la vita. Causey ha detto che Murray è "il miglior medico" che abbia mai avuto.
È interessante notare che Causey ha detto ai giurati che non voleva essere sedato durante l'operazione perché era troppo spaventato ... così Murray non ha effettuato la sedazione. Ha anche detto che Murray ha avuto premura di spiegargli tutto quello che stava facendo, ha ricevuto cure eccellenti. Ha anche denominato il dottor Murray come suo "migliore amico". I procuratori hanno fatto in modo di sottolineare che il trattamento di Murray è stato fatto in un ambiente controllato con l'aiuto di uno staff di grandi dimensioni. Sempre durante l'esame incrociato, il procuratore David Walgren ha chiesto a Causey se avrebbe testimoniato ancora per il suo "migliore amico" se pensava che il dottor Murray ha agito con grave colpa e ucciso Michael Jackson. Causey ha detto che sarebbe ancora seduto sul banco dei testimoni a sostegno, anche se pensava che la negligenza del Dott. Murray aveva ucciso la popstar.
Alla fine della sua testimonianza si è avvicinato a Murray e gli ha stretto la mano, lo ha abbracciato e gli ha dato un bacio sulla testa.
"Non è necessario" ha detto il giudice Michael Pastor.
 Paziente # 2 - Andrew Guest
 Paziente # 2 Andrew Guest ha detto che il dottor Conrad Murray ha eseguito due diverse procedure per il suo cuore nel 2002 - dice ai giurati, "Quell'uomo seduto lì è il miglior medico che abbia mai visto."
Guest ha detto che Murray lo ha spesso chiamato nei fine settimana per verificare il suo stato di salute.
Durante il contro-interrogatorio, il procuratore David Walgren ha chiesto a Guest: "Non voglio capovolgere le vostre affermazioni ... ma non vi ha mai dato Propofol nella vostra camera da letto vero?"
Guest ha ribattuto: "Oggi sono vivo grazie a quell'uomo".
 Paziente # 3 - Lunette Sampson
 Lunette Sampson - che ha sofferto di tre attacchi di cuore nel 2008 e nel 2009 - ha detto alla giuria che Murray gli ha salvato la vita, fissando il funzionamento di un'operazione fallita da un altro medico. Non ha mai avuto un medico più attento.
Durante l'esame incrociato, Walgren ha suggerito che Murray è stato in grado di risolvere il problema al cuore della Sampson perché aveva avuto accesso alla sua cartella clinica ... privilegio che Murray non ha mai concesso ai medici del soccorso d'emergenza, che si erano sfiniti per salvare la vita di Michael Jackson.
 Paziente # 4 - Dennis Hix
 Dennis Hix ha testimoniato che il dottor Murray ha inserito 13 by-pass nel suo cuore ... gratuitamente.
Hix ha detto che il dottor Murray ha anche operato gratuitamente il cuore di suo fratello ... dicendo ai giurati: "Ho 66 anni. Sono andato da un sacco di medici, molti medici, e non ho mai avuto le cure che lui mi ha dato."
 Paziente # 5 - Ruby Mosley
 Roby Mosley che è anche amica di Murray, ha detto ai giurati che il dottore non avrebbe mai potuto essere avido, perché ha aperto una clinica a Houston in uno dei quartieri più poveri, in onore di suo padre.
Murray ha combattuto per trattenere le lacrime, quando Mosley ha descritto come il medico ha trattato altruisticamente i suoi pazienti che non potevano permettersi le sue cure.
 
[blink]UDIENZA 19 GIORNO - 27/10/2011[/blink]
Esperto delle dipendenze - Dott. Robert Waldman Testimonia
 
La difesa sta cercando di mostrare che Michael Jackson aveva una dipendenza da farmaci debilitante ...non poteva fare a meno di auto-somministrarsi la dose fatale di Propofol il giorno della sua morte.
Il penultimo della difesa è l'esperto di dipendenze, il Dott. Robert Waldman - ha detto che trattato molte celebrità dipendenti da farmaci da prescrizione ... e un sintomo di recesso è l'insonnia, una condizione di cui MJ ha notoriamente sofferto.
Ha detto che l'astinenza da Demerol - un antidolorifico cui MJ sarebbe stato sottoposto - è particolarmente dolorosa.
La difesa sta cercando di mostrare che MJ soffriva di astinenza e avrebbe fatto qualsiasi cosa - tra cui auto-somministrarsi il Propofol - solo per addormentarsi..



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 29, 2011, 01:54:24 PM
 28 ottobre 2011
 

Kathy e Rick Hilton hanno partecipato al processo del dottor Conrad Murray questo Venerdì per mostrare il loro sostegno alla famiglia Jackson. Paris (Hilton) non era con loro.
Jane Velez-Mitchell di HLN li ha brevemente fermati insieme mentre si incamminavano per il tribunale.
"Siamo qui per Michael e per il supporto alla sua famiglia, amiamo la famiglia e i figli di Michael", ha detto Kathy.
"Ad un sacco di domande bisogna dare risposta", ha detto Rick.
- All'uscita dal Tribunale ha commentato... "Lo amo [Michael] e mi manca! Questa è una vergogna, non riesco a credere a quello che stiamo attraversando"
Giudice Pastor: Il processo sta richiedendo troppo tempo!
Il giudice ha chiesto scusa ai giurati Venerdì per i ritardi che ha subito il processo dinanzi al loro weekend.
"Siamo oltre la data che vi avevamo detto sarebbe terminato", ha detto il giudice Michael Pastor. "Ma io so che tutti capite che le cose accadono per caso ... Riconosco i sacrifici che state facendo. Quindi, per favore continuate a tenere duro e godetevi il vostro fine settimana".
 
Durante un incontro con gli avvocati Giovedi, il procuratore David Walgren ha chiesto al giudice più tempo per esaminare nuove prove presentate dalla difesa. La prova includeva nuove simulazioni della difesa dall'esperto Dott. Paul White, che mostrano i possibili effetti dei farmaci che erano presenti nel sistema di Michael Jackson il giorno della sua morte.
Walgren ha chiamato i grafici delle nuove simulazioni, "geroglifici".
Il giudice Pastor ha riconosciuto le preoccupazioni di Walgren, ma ha detto che è preoccupato per il cambiamento dell'orario, perché i giurati hanno vite e impegni al di fuori del processo. Walgren ha detto che perdere i giurati per conflitti di programmazione è un rischio che lo Stato è pronto a correre.
Il giudice Pastor ha concesso allo Stato di iniziare l'esame incrociato del Dott. White Lunedi, dando loro il fine settimana per esaminare le nuove prove della difesa.
Una volta che la testimonianza del Dott. White sarà conclusa, ci aspettiamo che la difesa riposerà. Dopo le prove della difesa, l'accusa probabilmente presenterà una sorta di caso di confutazione.
Se le cose andranno più rapidamente del previsto, la chiusura del processo potrebbe essere Lunedi. Questo scenario, tuttavia, sembra ormai remoto.
Se la testimonianza continua o si conclude entro Lunedi - che è certamente possibile - la chiusura del caso potrebbe avvenire Martedì.
Ma è anche possibile che Martedì potrebbe essere un giorno vuoto, per dare agli avvocati il ​​tempo di preparare la loro arringa finale. Se ciò accade, allora la chiusura sarebbe espressa Mercoledì.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: October 30, 2011, 02:07:50 PM
30 ottobre 2011

Esperto della difesa: Michael Jackson ha causato la morte

(AP) - Con la drammatica testimonianza in aula, gli avvocati del medico di Michael Jackson hanno lasciato cadere la bomba che stavano suggerendo per mesi - una perizia che accusa che il cantante ha causato la propria morte.

Il Dr. Paul White ha detto che Jackson si iniettò una dose di propofol dopo la dose iniziale del Dott. Conrad Murray, quando lasciò la stanza.
L'esperto ha anche calcolato che Jackson si prese un altro sedativo, delle pillole di Lorazepam, dopo infusione di quel farmaco ed altri dati da Murray che non riuscirono a farlo addormentare.
Questa combinazione di farmaci potrebbe avere avuto "conseguenze letali", ha detto il testimone chiave scientifico del collegio di difesa, Venerdì.

White ha mostrato ai giurati una serie di grafici e simulazioni che ha creato negli ultimi due giorni per sostenere la teoria della difesa. Ha anche fatto una dimostrazione in tribunale di come l'anestetico bianco latte sarebbe potuto entrare nelle vene del cantante dopo che Murray ha affermato di aver dato la piccola dose alla star.

White ha affermato che ha accettato la dichiarazione che Murray dette alla polizia di aver somministrato solo 25 milligrammi di Propofol dopo una lunga lotta con il cantante che non riusciva a dormire con altri sedativi.

"In quanto tempo (Propofol) ha avuto effetto su Mr. Jackson?" ha chiesto l'avvocato difensore J. Michael Flanagan.
"Se state parlando dell'effetto sul sistema nervoso centrale, 10 o 15 minuti massimo," ha affermato White.

Poi ha detto che Jackson potrebbe essersi iniettato altri 25 milligrammi quando Murray ha lasciato la stanza del cantante.
"Quindi pensate che si fosse auto-iniettato il Propofol tra le 11:30 e le 12.00?" ha chiesto Flanagan.
"Secondo me, sì", ha affermato White.

Il testimone, uno dei primi ricercatori dell'anestetico, ha contraddetto la testimonianza del Dott. Steven Shafer, il suo collega e collaboratore di lunga data. Shafer ha testimoniato in precedenza che Jackson sarebbe stato stordito da tutti i farmaci che gli furono somministrati durante la notte e non avrebbe potuto autosomministrarsi l'anestetico nei due minuti che Murray disse di essersi allontanato.

"Non può farsi un'iniezione se stava dormendo", disse Shafer ai giurati la scorsa settimana. Defini' la teoria della difesa di auto-amministrazione come "assurda".

La Testimonianza di White smentiterebbe alcune animosità tra i due esperti, che hanno lavorato insieme per 30 anni. Anche se White è stato richiamato dal giudice in precedenza, per aver fatto commenti sprezzanti ad un reporter TV sul caso dell'accusa, White è stato rispettoso e morbido sul banco dei testimoni.

“Quando Flanagan ha commesso un errore e lo ha chiamato "Dott. Shafer” un paio di volte, White ha detto:" Sono onorato ".

L'accusa ha chiesto più tempo per studiare il programma informatico utilizzato da White prima di interrogarlo. Il Giudice della Corte Superiore Michael Pastor ha accolto la richiesta, dicendo che anche lui è sconcertato dalle simulazioni complesse della dose letale di Jackson. La corte ha dato ai pubblici ministeri il fine settimana per studiare le prove prima di mettere in discussione White questo Lunedi sul banco dei testimoni.

I procuratori potrebbero richiamare Shafer sul banco dei testimoni come caso di confutazione per ribattere le affermazioni di White.

Tra i temi chiave c'è come White ha calcolato il residuo di grandi dimensioni di propofol nel corpo di Jackson, dalla piccola dose che Murray dice di aver somministrato.
Shafer disse che Murray aveva mentito, e ha stimato che a Jackson in realtà è stato somministrato 1.000 milligrammi del farmaco, il quale ha dichiarato che ha lasciato la bottiglia in esecuzione in una sacca per flebo, sotto la forza di gravità.
White ha affermato che un extra di 25 milligrammi auto-somministrato da Jackson sarebbe sufficiente per raggiungere i livelli trovati nel sangue e nelle urine.

White ha aggiunto che un minuscolo residuo del Lorazepam è stato trovato nello stomaco di Jackson e questo lo ha convinto che il cantante ha preso delle pillole da una bottiglia da prescrizione trovata nella sua stanza. Ha suggerito che la combinazione di Lorazepam, un altro sedativo Midazolam, più il Propofol ha potuto uccidere Jackson.

"Potenzialmente potrebbero avere conseguenze letali", ha detto White. “… Penso che l'effetto combinato sarebbe molto, molto pericoloso".

E 'probabile che i procuratori, che hanno trascorso quattro settimane nel loro caso in cui Murray è stato descritto come un medico avido, inetto e incosciente, che stava dando a Jackson del Propofol come aiuto per dormire in camera da letto del cantante, continueranno la loro sfida.
Gli esperti, tra cui Shafer hanno detto che il Propofol non è destinato per trattare l'insonnia e non deve essere somministrato in una casa.

La teoria di White è basata sui livelli di urine e sangue trovati nell'autopsia di Jackson, le prove trovate in camera da letto di Jackson e il lungo interrogatorio di Murray con i detective della polizia, due giorni dopo la morte di Jackson.

Pur accettando il conto dei farmaci che Murray ha dato a Jackson, i calcoli degli esperti comprendono un quoziente invisibile: Jackson è possibile che abbia fatto dei movimenti mentre il suo medico era fuori dalla stanza, senza testimoni o prove contradditorie fisiche, che è diventata la questione chiave sul caso.

Coloro che conoscevano l'artista nei suoi ultimi giorni hanno offerto un ritratto di un uomo preso dalla paura che non sarebbe vissuto per portare a termine il grande progetto del suo concerto di ritorno e preoccupato per la sua incapacità di eseguire se non avesse dormito. Era afflitto da insonnia, e altri medici professionisti hanno raccontato della sua ricerca ossessiva dei farmaci che credeva potessero aiutarlo.
Lo chiamava il suo "latte", invece era Propofol.

I giurati hanno visto da vicino come sia Shafer che White hanno dimostrato il suo potenziale utilizzo con infusione endovenosa.

Con la testimonianza di White, la difesa ha cercato di rispondere a una forte evidenza scientifica da parte dell'accusa. Ma non ha affrontato altre questioni, come le accuse che Murray fosse stato negligente e agendo sotto lo standard di cura per un medico.

Flanagan, l'avvocato della difesa, ha prodotto un certificato dell'ospedale Alba di Las Vegas mostrando che Murray è stato certificato per l'anestesia moderata, denominata "sedazione cosciente". Tuttavia, il documento ha mostrato varie esigenze tra cui quella che il medico debba "monitorare il paziente con attenzione" e "fornire un'adeguata ossigenazione e ventilazione per il paziente che smetta di respirare."

I Testimoni del medico hanno osservato che Murray ha lasciato il suo paziente da solo sotto anestesia e non disponeva di attrezzature adeguate per rianimarlo quando lo trovò che non respirava.

Il medico legale ha attribuito a Jackson il 25 Giugno 2009, la morte per "intossicazione acuta di Propofol" complicata da altri sedativi.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: November 01, 2011, 08:47:24 AM

1 novembre 2011

Notizie di ieri 31 ottobre 2011


Il dermatologo di Jackson insiste:"Michael era dipendente dal Demerol".

Il dermatologo ha nuovamente negato le accuse che abbia alimentato la dipendenza del Re del Pop agli antidolorifici.
Il dottor Arnold Klein ha detto che non è stato coinvolto nella morte di Jackson ed ha definito "spazzatura" le accuse.
Gli avvocati che rappresentano il dottor Conrad Murray hanno sostenuto durante il processo che Klein ha reso dipendente il cantante al Demerol.
Stanno quindi cercando di convincere i giurati che la dipendenza di Jackson ha causato la sua morte per auto-somministrazione di Propofol e Lorazepam.
Parlando per la prima volta dopo le accuse emerse, il dermatologo ha detto che quei suggerimenti sono sciocchezze:"E' inquietante per me. E' allarmante. Non ho fatto niente. Io non sono coinvolto in questo. Mike non era dipendente".
Alla domanda se pensava che Murray era responsabile della morte di Jackson, il dottor Klein ha detto:" Non c'è alcun dubbio. Non è possibile fornire farmaci quando sei incompetente".


(P.S. Ci sono altre informazioni sul processo ed ho diverse pagine da aggiungere; ma da Word non mi è possibile trasportarle qui, oggi l'applicazione non funziona. Riproverò più tardi).


Nuovi guai per l'esperto della difesa: giudice minaccia una multa di 1.000 dollari
L'esperto della difesa, il Dott. Paul White è nuovamente nei guai con il giudice della Corte Superiore della Contea di Los Angeles, Michael Pastor.
Il Procuratore David Walgren ha chiesto all'anestesista cosa ne pensasse sull'acquisto del Propofol per Michael Jackson.
White ha risposto che ha sentito da Murray che "Jackson aveva il suo..."

Il procuratore ha obiettato e il giudice ha ordinato ai giurati di uscire fuori dall'aula.
I Produttori di HLN erano all'interno del tribunale e dicono che Walgren si è poi lamentato del fatto che White stava prendendo informazioni personalmente avute da Murray e le stava inserendo nelle proprie risposte. Al fine di ottenere qualcosa di simile nello studio delle prove, Murray avrebbe bisogno di testimoniare per se stesso.
L'avvocato difensore Michael Flanagan ha cercato di spiegare che era difficile per White separare ciò che ha imparato sul caso da tutte le varie fonti.
"Bel tentativo," ha detto il giudice. "E 'intelligente, lui è un esperto, e sta cercando di aggiungere altro materiale. Non mi piace."
Poi White lo ha fatto di nuovo. Il procuratore stava chiedendo come ha creduto che Murray ha dato a MJ un bolo per infusione di Propofol ogni notte. White ha iniziato a spiegare il set-up quando Walgren lo ha interrotto.
"Prima ha detto che non sapeva come è stato fatto", ha detto Walgren.
«Vi ho chiesto specificamente come sarebbe stato fatto e ha detto che non lo sapeva."
"Signore, mi è stato chiesto dal giudice di non commentare su qualsiasi cosa ho saputo dal Dott. Murray," ha risposto White, riferendosi alla discussione avuta precedentemente fuori dalle telecamere, sulla presunta scorta di Jackson di Propofol.
"Bene, allora ha appena violato l'istruzione del tribunale," ha detto Walgren.
Dopo che i giurati sono stati licenziati per il pranzo, il giudice ha annunciato che White aveva violato il suo ordine. Ha minacciato di imporre una sanzione di 1.000 dollari.
All'inizio della sua testimonianza, White aveva fatto alcune osservazioni su E! Online, dopo che il suo amico, il dottor Steven Shafer, aveva testimoniato per l'accusa. Il giudice non fu contento neanche allora. Allora fissò l'udienza per "oltraggio alla corte" di White nel mese di novembre.
Il giudice ha detto che sarà lui a risolvere tutte le questioni con White in quella data.

MARTEDI IL GIUDICE DECIDERA' SULLA TESTIMONIANZA DI MURRAY

Los Angeles (CNN) - Il giudice Martedì mattina dirà se avrà il supporto dal Dott. Murray per difendersi contro l'accusa che egli è penalmente responsabile per la morte di Michael Jackson.
Se Murray sceglierà di rimanere in silenzio, le testimonianze al processo è probabile che terminino Martedì e gli argomenti di chiusura saranno consegnati Giovedi.
Il giudice Michael Pastor è apparso sorpreso Lunedi pomeriggio, quando Murray gli ha detto che non ha ancora deciso se testimonierà e aveva bisogno di più tempo per conferire con i suoi avvocati.
Pastor gli ha dato termine per Martedì e dovrà decidere in quanto è probabile che sia l'ultimo giorno per la testimonianza nel processo.
Se Murray vorrà far ascoltare ai giurati la sua versione di quanto accaduto il giorno della morte della grande star sotto le sue cure, sarebbe a rischio di un intenso interrogatorio del vice procuratore distrettuale della contea di Los Angeles, David Walgren.
Walgren ha dimostrato nel suo interrogatorio nuovamente grande abilità questo Lunedi, in una battaglia infuocata con il Dott. Paul White e sulla teoria del perito della difesa che Michael Jackson è morto iniettandosi farmaci su se stesso.
White ha perso la sua battaglia, compreso una citazione per "oltraggio alla corte" e una multa di 1.000 dollari, dopo aver ignorato i ripetuti avvertimenti da parte del giudice di non fare riferimento alle sue conversazioni personali con Murray.

« Last Edit: November 03, 2011, 03:25:27 PM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: November 03, 2011, 03:20:34 PM
1/11/2011

Il dottor Conrad Murray non testimonierà

Il dottor Conrad Murray non salirà sul banco dei testimoni... la difesa lo ha appena confermato.
Come abbiamo riportato in precedenza, c'è stata una spaccatura tra Murray e i suoi avvocati Ed Chernoff e J. Michael Flanagan se doveva testimoniare.
Chernoff credeva che Murray sarebbe stato schiacciato nel contro-interrogatorio - ma Flanagan non pensava che Murray avrebbe conquistato la giuria senza dare la sua versione della storia.
Dopo che le acque si sono calmate, la decisione di Chernoff ha prevalso. Così Murray non mancherà di
LINK - clicca qui
3/11/11
Oggi si chiudono gli argomenti del processo. Il circo mediatico attorno al caso Murray.
Los Angeles (CNN) - I giurati nel processo omicidio colposo del medico di Michael Jackson ascolteranno oggi la chiusura degli argomenti da parte dell'accusa e della difesa, poi passeranno alle deliberazioni sul destino del dottor Conrad Murray iniziando da Giovedi o Venerdì.
Ne consegue che saranno esaminati i 22 giorni di testimonianze di diverse amiche di Murray e pazienti, le dipendenze di Jackson, paramedici e medici del pronto soccorso, gli inquirenti e gli esperti medici.
La madre di Jackson siederà su un lato dell'aula del tribunale, mentre la madre di Murray probabilmente sarà seduta all'altra estremità, come i sette uomini e cinque donne della giuria che ascolteranno ogni discorso finale del caso.
Jackson si stava preparando per una serie di 50 spettacoli a Londra, parte di una rimonta di carriera, quando morì il 25 giugno 2009.
Il giudice della Corte Superiore di LA, Michael Pastor inizierà l'udienza Giovedi, istruendo la giuria sulla legge che guiderà le decisioni che dovrà prendere.
La giuria deve essere unanimemente concorde su una delle due teorie al fine di condannare Murray sul conteggio singolo per omicidio colposo.
La prima teoria è che la somministrazione di Murray del propofol a Jackson è stata criminalmente negligente ed ha causato la morte del cantante.
Anche se legalmente era un medico abilitato a somministrare propofol su Jackson, Murray non poteva farlo nel modo avventato con cui lo ha fatto, che ha creato un alto rischio di morte.
Negligenza criminale richiede più di una semplice disattenzione ordinaria, disattenzione o errori di giudizio, il giudice spiegerà ai giurati. Una persona ragionevole avrebbe dovuto sapere che l'azione avrebbe creato un rischio di morte.
I pubblici ministeri hanno definito un elenco degli atti che dichiarano che fu negligente, anche non avendo altro personale medico presente quando il propofol è stato utilizzato, la mancanza di apparecchiature di monitoraggio, cura inefficace nella rianimazione quando Jackson ha smesso di respirare e un ritardo nel chiamare l'ambulanza.
Utilizzando il propofol, che ha lo scopo di sedare i pazienti chirurgici per il sonno è stato un altro elemento di deviazione eclatante, sostengono.
La seconda teoria che i giurati potrebbero accettare è che Murray, che ha assunto l'obbligo giuridico di prendersi cura di Jackson quando è diventato il suo medico, non è riuscito a compiere questo dovere legale deviando dagli standard di diligenza richiesti da un medico, ivi compresi, lasciandolo solo e non monitorarlo dopo la somministrazione di propofol.
Il giudice ha chiesto agli avvocati di terminare i loro argomenti di chiusura entro Giovedi, quindi la giuria potrebbe iniziare le deliberazioni.
Murray, se condannato, rischia fino a quattro anni di carcere e la perdita della sua licenza medica.
Joe, Katherine, La Toya, e Randy Jackson sono arrivati in tribunale questa mattina ... presenti e uniti durante la chiusura degli argomenti nel processo per omicidio colposo al dottor Conrad Murray.



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline blankie

  • *
  • Registered users
  • Hoaxer
  • It's all for L.O.V.E.
  • Posts: 2350

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: November 03, 2011, 04:53:07 PM
Grazie LunaCielo, grandissimo lavoro.!!!!!Love you!!!  bearhug mj_dance/


                                        moonwalk_/
LOVE YOU MORE

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: November 03, 2011, 05:13:06 PM
Di nulla, ragazze, IT IS ALL FOR L.O.V.E.! michael-jackson/

Bacioni, SMACK!
« Last Edit: November 03, 2011, 05:15:23 PM by LunaCielo »



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Offline LunaCielo

  • *
  • Hoaxer
  • Posts: 393
  • I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

Re: CONRAD MURRAY BACK IN COURT

  • on: November 04, 2011, 11:58:58 AM
Legge 101: la giuria dovrà decidere

C'è solo un reato per la giuria che prenderà in considerazione nel processo contro il dottor Conrad Murray: omicidio colposo.
Non ci sono altri costi inclusi.
Ma ci sono due teorie di omicidio colposo che i giurati esamineranno.
 Possono trovare Murray colpevole di una o entrambe le teorie, ma devono essere unanimi su tutto quello che decidono.
Cosa vuol dire omicidio colposo?
Omicidio colposo è un omicidio involontario, senza dolo.
 Il dolo è quando qualcuno fa qualcosa con disprezzo per la vita cosciente.
La prossima parte diventa un po 'complicata, ma continuate a leggere, stiamo facendo una scomposizione per voi.
L'omicidio colposo viene commesso quando un imputato commette un atto legale di negligenza criminale, o non riesce a compiere il dovere legale o gli atti del convenuto, il fallimento che è reato criminalmente negligente, o la mancata esecuzione di un obbligo legale in violazione di legge che ha causato la morte di qualcun altro.
Qui ci sono due teorie di omicidio colposo che sono rilevanti per il processo Murray:
1. Atto legale di negligenza criminale
2. Mancata esecuzione di un dovere giuridico in cui tale mancanza è stata criminalmente negligente
- Che cosa è un atto legale?
Un atto legale è qualcosa che l'imputato fa non osservando le leggi.
In questo caso, la giuria sarà incaricata di valutare l'atto legale di negligenza criminale di Murray, un medico autorizzato, che ha somministrato propofol a Michael Jackson.
- Che cosa significa non riuscire a compiere un dovere giuridico?
Nella maggior parte dei casi le persone non sono tenute ad agire in talune circostanze.
Per esempio, se un cittadino normale cammina per strada e vede qualcuno sul punto di saltare da una finestra di un grattacielo, la legge non richiede che debba per forza cercare di salvarlo.
Ma la giuria in questo processo è istruita che Murray, un medico che ha assunto l'obbligo di diligenza di Michael Jackson, aveva l'obbligo giuridico di prendersi cura di lui e che la mancata esecuzione di questo obbligo legale è stato commesso quando Murray ha dato il propofol a Jackson ed infine lo ha lasciato incustodito.

L'accusa prevede di sostenere una miriade di motivazioni in cui Murray è stato negligente nella somministrazione di propofol e mancata esecuzione di un obbligo legale di diligenza.

Nell'udienza di Mercoledì, 1 Novembre, i pubblici ministeri hanno elencato sette voci teoriche sotto la dicitura "atto legale di" e 15 sotto la dicitura "mancata esecuzione di un dovere legale".
Tali atti o fallimenti comprendono:
. Nessun altro personale medico presente
. Attrezzature di monitoraggio inadeguate
. Mancanza di monitorare costantemente Jackson
. Cure inefficaci di rianimazione
. Incapacità di chiamare il 911 immediatamente
. Somministrazione di propofol per l'insonnia

NOTA: l'elenco non è completo, perché l'accusa non ha letto l'intero elenco nella pubblica udienza.
- Che cosa significa nesso di casualità?
Un elemento critico di omicidio colposo è che l'atto negligente o mancato adempimento di un dovere giuridico ha causato la morte di qualcuno.
Le istruzioni alla giuria in questo studio comprenderanno le seguenti diciture:
Un atto (o mancata esecuzione di un obbligo legale) provoca la morte, se la morte è una diretta conseguenza naturale, e probabile dell'atto (o mancata esecuzione di un obbligo legale) e la morte non sarebbe avvenuta senza l'atto (o il fallimento di adempimento di un obbligo legale).
Una conseguenza naturale e probabile è quella che una persona ragionevole dovrebbe sapere è probabile che accada se non interviene insolitamente.
E' importante sapere che qui può essere più di una causa di morte.
Un atto provoca la morte solo se è un fattore importante nel causare la morte. Un fattore rilevante è più di un fattore banale o remoto.
Tuttavia, non ha bisogno di essere l'unico fattore che causa la morte.

Un'istruzione speciale per la giuria, che l'accusa ha redatto, dovrebbe essere letto seguendo la definizione del nesso di causalità.
Non abbiamo la dicitura esatta, ma si tratta di intervenire se un atto si poteva prevedere.
Se l'atto di intervenire (se Jackson si sia auto-somministrato il propofol) era prevedibile, Murray può ancora essere trovato colpevole.
- Cosa vuol dire negligenza criminale?
L'istruzione alla giuria comprenderà le seguenti diciture:
Negligenza criminale coinvolge la più ordinaria incuria, disattenzione o errore di giudizio.
Una persona che agisce con negligenza criminale quando:
1. Agisce in modo sconsiderato che crea un alto rischio di morte o di grandi lesioni personali gravi
2. Una persona ragionevole avrebbe saputo che la mancanza di adempimento di un obbligo legale in tal senso creerebbe un tale rischio.
In altre parole, una persona agisce con negligenza criminale quando il suo comportamento è così diverso dal modo in cui una persona normalmente attenta avrebbe agito nella stessa situazione, che il suo atto (o mancata esecuzione di un obbligo legale) ammonta a disprezzo per la vita umana o indifferenza alle conseguenze di tale atto (o mancato adempimento di un dovere legale).
La giuria sarà istruita che, al fine di trovare Murray colpevole, si deve constatare che il pubblico ministero ha dimostrato ciascuno dei seguenti elementi al di là di ogni ragionevole dubbio:

- Elementi di omicidio colposo involontario / Atto legale compiuto per negligenza

1. Conrad Murray ha commesso un atto legale, ma ha agito con negligenza criminale
2. Conrad Murray ha compiuto atti che hanno causato la morte di Michael Jackson.

- Elementi di omicidio colposo / mancata esecuzione di un obbligo legale

1. Conrad Murray aveva il dovere legale di Michael Jackson;
2. Conrad Murray non è riuscito a compiere quel dovere legale;
3. Il fallimento di Conrad Murray è stato criminalmente negligente
4. Il Fallimento di Conrad Murray ha causato la morte di Michael Jackson.

I giurati devono tenere tutto questo in mente e poi devono essere unanimi su una o entrambe le teorie:

1. Atto legale commesso per negligenza criminale
2. Mancata esecuzione di un dovere legale e tale mancanza era con negligenza criminale.

Se i giurati non riusciranno a raggiungere una decisione unanime, allora saranno su un punto morto, denominata "hung jury" (giuria appesa).
I giudici incoraggeranno le giurie a lavorare per una decisione, ma se non saranno assolutamente d'accordo, allora il giudice dichiarerà un errore giudiziario.
Questo significa che il caso potrebbe essere rinviato e ricominciare tutto dall'inizio...

ASPETTANDO IL VERDETTO

I giurati torneranno in aula alle 11:30 ET / PT 8:30 di oggi per iniziare a deliberare a studiare il caso del dottor Conrad Murray.

Segnaleranno con un segnale acustico se hanno una domanda, vogliono leggere qualche testimonianza, o hanno raggiunto un verdetto.
Se la giuria ha una domanda, il giudice potrebbe contattare gli avvocati per telefono e risolvere il problema in sala giuria, senza portare la questione in tribunale.
Una volta che la giuria ha raggiunto un verdetto, ci sarà un ritardo di due ore prima che la decisione sarà annunciata in aula, dando a tutti il tempo di arrivarci.
Se la giuria non raggiunge una decisione unanime oggi, possiamo aspettarci che i giurati si riuniranno il Lunedi per continuare le deliberazioni contro Murray.
Se Murray è riconosciuto colpevole, rischia una pena massima di quattro anni di carcere.

 /judge/



I'm Alive, I'm Live, I'm A Lie...

 

SimplePortal 2.3.6 © 2008-2014, SimplePortal